Freeforumzone mobile

VERONA - Progetto tranvia

  • Posts
  • OFFLINE
    MarioAllegheny
    Post: 570
    Registered in: 7/9/2005
    tranviere senior
    00 10/6/2005 6:41 PM
    Ma si sa qualcosa sulla mancata realizzazione? I lavori erano stati appaltati nel 2001-2002 poi però più nulla....Non è che hanno cambiato idea dopo quello che è successo a Padova( e che potrebbe succedere anche a Venezia)? Paura di lavori che potrebbero durare una vita(vedi anche Bergamo) e quindi x il momento niente?

    T.J. Team ®
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 10/6/2005 7:56 PM
    Adesso hanno in mente anche una sorta di people mover:

    www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=262856
  • OFFLINE
    LHB
    Post: 89
    Registered in: 8/3/2004
    apprendista tranviere
    00 10/7/2005 6:14 PM
    A parte di una non grande volontà di costruire un tram, ci sono stati seri problemi con Siemens come costruttore del sistema tipo "chiave in mano".
    Perchè la fallita del tram "Combino" della Siemens è arrivata, si doveva scegliere: continuare con Siemens (per esempio sottrare i veicoli a Bombardier) o rompere il contratto per ricevere una bella somma di soldi. Indovinate cosa hanno fatto! Tutto questo perchè si è fatta un unica gara per tutto il progetto [SM=x346243]
    Ma normalmente dovrebbero fare una nuova gara...
  • OFFLINE
    RomaTram
    Post: 0
    Registered in: 9/22/2005
    apprendista tranviere
    00 11/11/2005 10:28 AM
    Non mi dire...ancora una volta tutto rimandato?
  • OFFLINE
    axe81t1
    Post: 720
    Registered in: 10/30/2004
    tranviere senior
    00 11/11/2005 11:26 AM
    Ma si fa o no?
  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 11/11/2005 11:49 AM
    Da quel poco che si trova su internet o nei forum sembra che il progetto tramvia sia completamente caduto nel dimenticatoio dopo la risoluzione del contratto con siemens. Poi quando si comincia a parlare di people mover, monorotaie o roba simile al posto di una moderna tramvia è meglio che mi astenga dai commenti. [SM=x346221]



    [Modificato da XJ6 27/03/2006 13.02]


    vendita on-line di modellini e binari tranviari in scala H0 e H0m, autobus, filobus e...---> www.modellinitram.it
    AMT Toscana ---> www.amt.toscana.it
  • OFFLINE
    itcgroup
    Post: 1
    Registered in: 3/27/2006
    apprendista tranviere
    00 3/27/2006 11:22 AM
    L’ARENA di Verona, mercoledì 22 febbraio 2006 cronaca pag. 13

    Il Comune ha approvato l’accordo con il ministero dei Trasporti. L’opera conclusa nel 2010

    Tramvia, ecco le nuove tappe, entro giugno l’ok del Consiglio comunale, tra un anno i lavori.


    Si intravede una svolta nel cammino della tramvia. fra un anno circa dovrebbero partire i lavori per costruire i due tracciati, San Michele-Stazione di Porta Nuova-Stadio e Stazione di Porta Nuova-Ospedale di Borgo Trento-Ca’ di Cozzi. E fra quattro anni, nel 2010, Verona avrà la sua metropolitana leggera di superficie. L’amministrazione comunale ha infatti siglato un accordo procedurale con il ministero delle Infrastrutture e Trasporti che definisce i tempi di realizzazione dell’opera.

    L’accordo di programma è stato approvato ieri mattina dalla giunta comunale e nel pomeriggio dall’Amt, l’Azienda mobilità e trasporti che gestisce tutto l’affare tramvia. Tre le scadenze fissate. Entro il 30 giugno di quest’anno il Consiglio comunale dovrà approvare il Piano economico-finanziario dell’opera. Successivamente, entro luglio di quest’anno il Comune dovrà indire la gara per assegnare i lavori le cui procedure, ed è la terza scadenza, dovranno essere concluse entro il gennaio dell’anno prossimo. Poi, appunto, si potrà procedere, prevedendo di concludere entro dicembre 2010.

    A questo punto rispettare la scadenze diventa fondamentale, anche per mantenere i finanziamenti statali all’opera, cioè 64 milioni di euro per il primo lotto (San Michele-Stazione di Porta Nuova-Stadio), pari al 34,8 per cento del costo totale, e 64 milioni per il secondo lotto (Stazione di Porta Nuova-Ospedale di Borgo Trento-Ca’ di Cozzi), pari al 60 per cento. In totale, quindi, il finanziamento ministeriale per la tramvia scaligera è di 124 milioni di euro, sui 310 totali, in parte messi dal Comune in parte dall’Amt.

    L’assessore comunale ai Lavori pubblici, Carlo Pozzerle, assicura però che «se eventuali ritardi, rispetto alla scadenze, non saranno dovuti al Comune, il finanziamento statale non verrà tolto».
    I due percorsi già approvati restano invariate, a parte una leggera modifica nel primo intorno a Porta Vescovo. Il primo tracciato partirà da San Michele Extra e passerà per Porta Vescovo, via XX Settembre, San Fermo, Piazza Bra, via Valverde, via Giberti, piazza Renato Simoni, stazione di Porta Nuova, per arrivare allo stadio Bentegodi.
    Il secondo percorso, invece, dallo Stadio porterà a Piazza Simoni, via Della Casa, Stradone Porta Palio, Corso Cavour, via IV Novembre, Ospedale di Borgo Trento, via Mameli e Ca’ di Cozzi.
    L’Amt ha accorpato i due tracciati in un unico lotto, per un totale di circa 15 chilometri, che come detto ha già l’approvazione del Ministero e il finanziamento del Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica. Il Piano economico-finanziario che sta predisponendo l’azienda, e che dovrà poi essere votato dal Consiglio comunale entro il 30 giugno prossimo, dovrà essere accompagnato al piano degli espropri e alla necessarie varianti urbanistiche. Quanto al mezzo, sciolto il contratto con la Siemens che ha rifuso il Comune con 25 milioni, come risarcimento per il Combino, difettoso, Amt sta vagliando le possibilità tra sistema di tramvia su due binari, ma anche quella su gomma e monorotaia, cioè il sistema Trans-Lohr di Padova.
    [SM=x346220]

    Edoardo D'Incà Levis
  • OFFLINE
    Tramviere
    Post: 310
    Registered in: 3/16/2006
    tranviere senior
    00 7/31/2006 8:43 AM
    A che punto siamo?
    Ciao, ieri sono stato a Verona, città veramente troppo bella e vivace per non meritare un bel tram: a che punto è la vexata quaestio? Il tram si farà o no? Quali sono le novità?
  • OFFLINE
    Tram Verde
    Post: 251
    Registered in: 11/2/2005
    tranviere junior
    00 10/3/2006 11:35 PM
    Tramvia di Verona
    Putroppo c'è sempre qualche politicante che rema contro!
    Questo è un paladino della "buona amministrazione", che ha fatto della lotta ai tram la sua ragione di vita, sostenendo che la costruzione di un tram sarebbe uno spreco di risorse!
    Un ringraziamento anche alla "Bombardier" (perchè non si bombardano da soli?)!
    Da "L'Arena" di oggi:


    Martedì 3 Ottobre 2006


    Il consigliere comunale Milena Tisato con Trabucchi e i cittadini
    «Tramvia spreco di risorse»
    Il comitato: «Meglio collegare la provincia alla città»


    Continua la battaglia del Comitato contro la tramvia su rotaia. A dieci anni dalla sua costituzione, l’obiettivo numero uno resta quello di contrastare il progetto di due linee urbane di metropolitana leggera di superficie. L’obiettivo numero due, ma che va di pari passo col primo, è fare in modo che il Comune e l’Amt rinuncino a spendere centinaia di milioni di euro per «una tratta di pochi chilometri, con scarsa utilità per il resto della città».
    A tornare sull’argomento, guidati dal consigliere comunale del Gruppo Misto, Milena Tisato, e alla presenza dell’ex consigliere comunale Pietro Trabucchi, sono i membri del comitato coordinato da Sabina Cassan. «In questi anni abbiamo visto molti progetti che sino finiti nel mirino della magistratura, le cosidette cattedrali nel deserto», dicono gli esponenti del Comitato, fra cui c’è Piergiorgio Provolo, «cioè progetti che non hanno motivo di esistere perché i costi superano i benefici, ma sono stati fatti per l’impegno di politici che li vogliono a tutti i costi».
    Ma quale è la proposta alternativa alla metropolitana leggera di superficie? La risposta arriva fra gli altri a Pietro Trabucchi, storico avversario del progetto. «La tramvia non risolve i problemi della mobilità nella nostra città», spiega, «e recenti indagini e pubblicazioni di aziende come Bombardier che costruiscono tramvie dicono che serve un sistema misto rotata-ferrovia per collegare le zone extraurbane alla città e che una tramvia non serve a una città con un centro che ha meno di 250mial abitanti. E così si dovrebbe fare anche a Verona, sfruttando le linee ferroviarie dalla provincia verso la città».


    Scarica il tuo cursore tramviario preferito:
    http://www.webalice.it/wronny/Tram.htm
  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 10/4/2006 12:26 AM
    Quindi il progetto non è del tutto svanito! Comunque dubito che la Bombardier abbia detto quello c'è scritto nell'articolo, sarebbero autolesionisti!

    [SM=x346219]

    vendita on-line di modellini e binari tranviari in scala H0 e H0m, autobus, filobus e...---> www.modellinitram.it
    AMT Toscana ---> www.amt.toscana.it
  • OFFLINE
    Cori x
    Post: 1,928
    Registered in: 4/3/2006
    tranviere veterano
    00 2/1/2007 2:56 PM
    Progetti nuovi e vecchi a Verona
    Al TG Veneto han parlato...di tram. Oggi s'è riparlato di Verona e del progetto ed appalto di una seconda linea,nei filmati quasi con malignità si vedevano i siemens combino di Basilea..anche se allora il progetto prevedeva un musetto identico a quelli che girano a budapest


    www.rai.it sezione regionae veneto delle ore 14.00 purtroppo in servizio fino a domani alle 14.00.

    han parlato anche del tram di mestre venezia e di padova...
  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 2/1/2007 4:05 PM
    Ho visto il servizio nel dettaglio riguarda l'approvazione imminente in consiglio comunale del progetto del 2° lotto e del via libera alla gara d'appalto, i lavori se tutto andrà bene cominceranno tra due anni. La linea sarà lunga 10 km e il suo costo sarà di 210 milioni di euro. Sono stati chiesti al governo i finanziamenti per un prolungamento di altri 5 km.
    Speriamo che questa volta vada tutto per bene.

    [SM=x346219]

    vendita on-line di modellini e binari tranviari in scala H0 e H0m, autobus, filobus e...---> www.modellinitram.it
    AMT Toscana ---> www.amt.toscana.it
  • OFFLINE
    gf91
    Post: 80
    Registered in: 7/26/2006
    apprendista tranviere
    00 7/6/2007 6:34 PM
    Verona come Padova...
    La situazione (purtroppo) è questa: il progetto della tramvia era stato approvato dal comune, guidato dal sindaco Zanotto di centrosinistra, nei primi mesi del 2007 e tutto sembrava andare per il meglio; ma poi ci sono state le elezioni comunali: il comune è passato al leghista Tosi (per intenderci quello che ha fatto togliere la foto del presidente Napolitano dal suo ufficio... [SM=x346223] ) che si è opposto alla tramvia e l'ha accantonata.
    Ma ci sono sempre i finanziamenti (che dovevano arrivare da Roma)...il comune non li vuole perdere (mi ricorda qualcosa [SM=x346225] ) e quindi chiede che siano destinati ad un progetto alternativo: cosa sarà mai? Un minimetro o...un tram su gomma [SM=x346244]
    Non il Translohr, ma qualcosa che si avvicina di più al civis bolognese: si chiama Phileas, "tram" su gomma a guida ottica; ecco il mezzo, che è in funzione già in Olanda img406.imageshack.us/img406/1126/14mx9.png

    Almeno il Translohr è più che accettabile esteticamente, questo fa proprio schifo... [SM=x346243]
    Nulla è ancora stato deciso, ma sembra proprio un'altra occasione persa... [SM=x346221]



    Un articolo da "L'Arena" di Verona:
    "Il tram elettrico su gomma che forse vedremo sfrecciare silenzioso per le strade di Verona si chiama Phileas (detto comunemente Phil). Esattamente come Phileas Fogg, il protagonista de «Il giro del mondo in 80 giorni» di Giulio Verne, che la multinazionale olandese Apts erge a simbolo di puntualità e scommesse vinte. È questo il sistema cui sta pensando l’amministrazione Tosi cui non piace la tramvia che stava portando avanti Zanotto.
    Niente rotaie per questo rivoluzionario mezzo pubblico, a metà fra un tram e un filobus. E neppure le storiche «tirache» che prelevavano la corrente dai fili elettrici sospesi tra le case. Infatti il suo cuore pulsante è ibrido: elettrico nei tratti cittadini e biodiesel negli extraurbani. Le batterie si ricaricano in frenata e consentono di raggiungere velocità di 60 chilometri all’ora. Phil viaggia autonomamente e automaticamente su corsie preferenziali dedicate, conosce a memoria orari e fermate e i suoi comportamenti non dipendono totalmente dall’autista, che ha una funzione di controllo di freno e acceleratore. Costa un terzo rispetto a un tram tradizionale e ha costi di gestione bassissimi. I percorsi automatici devono essere contrassegnati da una rete di sensori magnetici del diametro di 15 millimetri e lunghi 30 millimetri. Le fermate devono essere rialzate da terra circa 30 centimetri (poco più di un marciapiede) per consentire salita e discesa dei passeggeri a livello del terreno. Comodo, quindi, anche per carrozzelle, passeggini e persone anziane, che non avranno più ostacoli.
    Rispetto a un rigido percorso su rotaia, la duttilità di questo mezzo è facile da intuire. In caso di chiusura temporanea di un percorso, in poche ore si possono applicare sensori alla via alternativa, o si escludono gli automatismi e lo si guida manualmente. Ci sono due tipi di Phil: il primo è lungo 24 metri e l’altro 18. Sono entrambi snodati, con ampi raggi di sterzata e molto leggeri. Il percorso potrebbe ricalcare quello progettato per la tramvia, che prevedeva 2 linee (San Michele- Bentegodi e stazione Porta Nuova-Ca’ di Cozzi) più un’ipotesi di integrazione sulla tratta stazione-Verona Sud.
    Il sistema tramviario, secondo quanto trapelato a Palazzo Barbieri, si integrerebbe con la metropolitana di superficie regionale (Smfr). Si attendono conferme sulla fattibilità in tempi brevi, sul piano finanziario che permetterebbe di coprire interamente i costi con il solo finanziamento statale e sui dettagli tecnici. «Non posso dire niente di ufficiale, faremo verifiche e forse sopralluoghi», si limita a dire il nuovo assessore alla Viabilità, Enrico Corsi. Il Phileas è già operativo ad Eindhoven (Olanda), Douai (Francia) e in Corea.R.C.


    Il sistema Phileas - tram elettrico su gomma a guida automatica - costerebbe molto meno della tramvia «tradizionale» che l’amministrazione Zanotto intendeva appaltare.
    In quel caso il finanziamento statale di 125 milioni avrebbe coperto il 60% della spesa della prima tratta, San Michele-stadio Bentegodi, con il Phileas lo stesso finanziamento potrebbe coprire tutta la rete.
    È stato infatti calcolato, fra gli investimenti per la realizzazione dell’opera, che per nuove strade dedicate servirebbero 4,3 milioni di euro al km contro i 10 della tramvia, e per strade esistenti modificate 0,7 milioni al km contro 10.
    Per quanto riguarda i costi operativi, per le vetture sarebbero il 20% in meno rispetto a quelli del tram, per l’infrastruttura 5 mila euro per km all’anno contro 150 mila.
    È ovvio poi che sarebbero infinitamente più rapidi i tempi di esecuzione rispetto a una ferrovia urbana, e che Phileas passerebbe inosservato e senza alcun impatto acustico sul territorio urbano, non arrecando alcun trauma all’ambiente circostante e ai beni monumentali e archeologici.
    Quanto alla flessibilità nell’uso, l’opzione del sistema stradale con corsie dedicate potrebbe facilmente essere sostituito da un sistema tradizionale a bretelle esclusivamente elettrico, con ricarica ad accumulo.

    © Copyright 2007, Athesis S.p.A. - Tutti i diritti riservati"

    [SM=x346219]
  • OFFLINE
    Ale Sasso
    Post: 35
    Registered in: 7/5/2007
    apprendista tranviere
    00 7/6/2007 8:27 PM

    È ovvio poi che sarebbero infinitamente più rapidi i tempi di esecuzione rispetto a una ferrovia urbana, e che Phileas passerebbe inosservato e senza alcun impatto acustico sul territorio urbano, non arrecando alcun trauma all’ambiente circostante e ai beni monumentali e archeologici.
    Quanto alla flessibilità nell’uso, l’opzione del sistema stradale con corsie dedicate potrebbe facilmente essere sostituito da un sistema tradizionale a bretelle esclusivamente elettrico, con ricarica ad accumulo.



    I miei complimenti all'articolista-zerbino: un cotale insieme di belinate è difficile scriverlo.
  • OFFLINE
    BLINKY73
    Post: 1,508
    Registered in: 2/23/2005
    tranviere veterano
    00 7/6/2007 10:48 PM
    Chiudiamo gli occhi e tappiamoci le orecchie

    ...Phileas è già operativo ad Eindhoven (Olanda), Douai (Francia) e in Corea.R.C.

    Azz..., un sucCessone! Forse ad Eindhoven funzionerà pure (a proposito, perché non l'hanno chiamato direttamente Philips?), peccato che da noi dopo qualche settimana viaggerà fisso col diesel ed a guida manuale, per problemi ai sensori.

    E poi, per aumentare la capienza basterà prevedere qualche corsa in più, con grande gioia dei veronesi e del loro saggio amministratore.

    A questo punto meglio un bel Translohr fatto come si deve, con un bel motore diesel per i tratti senza linea aerea! [SM=x346230]

  • OFFLINE
    axe81t1
    Post: 720
    Registered in: 10/30/2004
    tranviere senior
    00 7/7/2007 11:09 AM
    MA secondo me non ha tutti i torti , x verona va benissimo , il tram è sarebbe troppo costoso da realizzare , nelle città sotto i 300 mila abitanti , secondo me una bella rete di filobus o bus doppi con corsia riservata va benissimo.


  • OFFLINE
    LHB
    Post: 89
    Registered in: 8/3/2004
    apprendista tranviere
    00 7/7/2007 4:44 PM
    Ma perché in Italia capita sempre che si cambia il progetto ogni volta quando arriva una nuova giunta?

    Voglio dire, non esiste un punto quando un progetto e approvato, di maniera che non si può più andare indietro così facile?
  • OFFLINE
    BiagPal
    Post: 8,525
    Registered in: 8/26/2006
    maestro tranviere
    00 7/8/2007 12:01 PM
    Questo non saprei dirlo, ma resta il fatto che chi sa perchè gli imbeccili contrari al trasporto pubblico, o legati a sistemi orrendi come il Translohr o questo Phileas (non lo hanno chiamato direttamente Philips perchè evidentemente in caso di totale insuccesso non volevano direttamente legarlo a tale marchio) vengano sempre da partiti di centro-destra.
    Scusatemi, non voglio assolutamente fare politica, ma purtroppo è una constatazione di fatto, legata soprattutto al caso di Padova ed a questo.
  • OFFLINE
    Augusto1
    Post: 25,471
    Registered in: 2/5/2004
    maestro tranviere
    00 7/8/2007 1:33 PM
    E' un autobus!
    Vabbé, Verona faccia quello che le pare, ogni città ha l'amministrazione che merita. Ma a noi, alla fine, cosa interessa? Vogliono la seCessione? Che se la prendano, anche quella tranviaria!

    1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
    P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
  • OFFLINE
    BLINKY73
    Post: 1,508
    Registered in: 2/23/2005
    tranviere veterano
    00 7/8/2007 2:51 PM

    Ormai abbiamo constatato che l'area politica d'appartenenza delle amministrazioni, in fatto di trasporti pubblici, puo' essere demente in egual misura sia a destra che a sinistra, con contaminazioni verdo-pseudoambientaliste di vario genere.

    Tutte hanno l'incubo del grande partito degli automobilisti, sul cui consenso la nostra Repubblica fondata sulla Benzina basa la sua sopravvivenza.

    In questo caso la scelta del mezzo, che ha anche aspetti validi, ha il solito difetto di essere un sistema "proprietario" che necessita di un'installazione impeccabile, ma che potrebbe da un momento all'altro trovarsi orfano della casa madre.

    E' un pelino più intelligente del Translohr perché almeno non s'intestardisce sulla necessità della linea aerea, ma propone una svariata scelta di versioni tra le quali anche quella con i classici trolley filoviari.
    Così come interessante è il motore a gas che alimenta quelli elettrici, nonché tutte le ruote sterzanti che ne diminuiscono l'ingombro in curva (forse con qualche effetto inaspettato da chi si trova in prossimità del mezzo...).
    Lodevole anche l'intento di alleviare l'impegno di guida del conducente con la guida asservita dai sensori magnetici che, però, saranno abbastanza schermati ed insensibili ad agenti esterni al sistema?