Freeforumzone mobile

BOLOGNA - Progetto metrotranvia

  • Posts
  • OFFLINE
    LHB
    Post: 89
    Registered in: 8/3/2004
    apprendista tranviere
    00 6/24/2005 12:24 PM
    Finalmente anche a Bologna si sta muovendo qualcosa, perché dopo lunghi discorsi su Teo(filobus guidato, dunque totalmente inutile),metropolitana automatica e metrotranvia, si sta arrivando a un punto concreto: Ieri, il ministro Lunardi si ha dichiarito favorevole al progetto della metrotranvia che andrà presto al CIPE.

    un articolo di "il Resto del Carlino":


    Lunardi dice sì alla metropolitana
    Il governo sosterrà il 70% dei costi


    Fumata bianca per metropolitana e passante nord
    * IL VERTICE L'incontro si è tenuto oggi a Roma tra il ministro Lunardi e gli enti locali bolognesi
    * I COSTI Il governo si è impegnato a finanziare il 70 per cento del progetto della metropolitana, che si aggira intorno ai 515 milioni di euro
    * CIPE Il ministro Lunardi si è impegnato a presentare alla prossima riunione il progetto messo a punto dal Comune e il finanziamento accordato dal governo

    BOLOGNA, 23 GIUGNO- Fumata bianca a Roma per metro' e passante nord: il vertice degli enti locali bolognesi con il ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi sembra aver definitivamente spianato la strada alle due opere tanto invocate per superare la congestione di traffico del capoluogo emiliano.

    "Il Ministero- spiega l'assessore provinciale ai Trasporti, Giacomo Venturi- ha condiviso complessivamente il progetto di metropolitana e c'e' l'impegno del governo ad un'approvazione definitiva nella prossima seduta del Cipe". Il governo, spiega ancora Venturi, "si e' impegnato a finanziare il 70% del costo complessivo del progetto, che si aggira intorno ai 515 milioni di euro".

    A sua volta il finanziamento e' articolato in due tronconi: "Il 70% dei circa 330 milioni di euro necessari per la tratta Fiera-Stazione-Piazza Maggiore sono disponibili per cassa; il resto, quello che serve per la linea fino a Borgo Panigale, e' disponibile per competenza; la gara d'appalto puo' pero' partire sull'intero progetto".

    Buone nuove anche sul Passante autostradale Nord: il ministero ha dato un sostanziale via libera impegnandosi a firmare l'accordo procedimentale relativo all'infrastruttura viaria gia' la prossima settimana.
    "Abbiamo fatto centro- dice Venturi- attraverso la collaborazione istituzionale di tutti i soggetti interessati". Il ministero delle Infrastrutture ha infine confermato la prescrizione che prevede l'interramento del metro' fino a via Malvasia rispetto alla quale pero' gli enti locali si erano gia' dichiarati pronti. Se confermato, questo elemento rappresenta dunque una novita', in quanto secondo alcune indiscrezioni dei giorni scorsi il prolungamento del tratto in sotterranea richiesto dai tecnici del ministero avrebbe dovuto arrivare fino all'altezza dell'Ospedale Maggiore.


    [SM=x346219]
    LHB
  • OFFLINE
    Roberto Amori
    Post: 2,843
    Registered in: 5/9/2004
    tranviere veterano
    00 7/7/2005 12:50 AM
    Qui lo dicono poi lo negano
    Nel post precedente avete ben letto che il Governo stanzierà il 70% della spesa totale per la nuova rete metrotramviaria.
    Lo dice pure il Carlino...
    E' notizia di oggi che la nuova rete in oggetto è stata approvata dal Ministero dei Trasporti, ha avuto quindi l' Ok operativo in fase finale di progetto per il ritorno a Bologna dei tram dopo oltre 40 anni.
    Ma attenzione... colpo di scena: il Ministero informa in via ufficiale il Comune di Bologna che non ha neppure un Euro da mettere a disposizione.
    Se non ci fosse da piangere sarebbe tutta da ridere. Invece è vero: abbiamo avuto però il permesso di incorniciare il progetto e di guardarlo di tanto in tanto.
    Bologna ha subito l'ennesima umiliazione ingiustificata, ai tempi di Guazzaloca e i suoi seguaci c'erano centinaia di miliardi pronti per riempire la città di oscene pellicole colorate per la via guidata dei filobus proboscidati. Ora che è cambiata la Giunta ed è stato redatto un vero progetto per il trasporto di massa, guarda caso i soldi sono finiti...
    Ovviamente il caso sta finendo nei rivoli più indecorosi della politica, ad un Governo che approva un progetto per percorso e tecnologie ma poi ne nega gli aiuti si associa la locale realtà di Forza Italia che invita i cittadini bolognesi a denunciare l'attuale Giunta perchè ha fatto tardi...poi il progetto c'era già...Tralasciando che il progetto che c'era, e sul quale nessun cittadino ha mai avuto nessuna informazione tecnologica se non che si chiamava Tram su Gomma, mandava su e giù per la strada come qualunque altro veicolo dei normalissimi filobus di 18 m. con una proboscide che legge una patacca per terra.
    A volte, ma solo a volte, si vorrebbe vivere in Francia o in Germania o qualunque altro posto in cui ad Europa riunita tre instabili non possano permettersi di interrompere il Capo dello Stato in una indegna gazzarra che ci ha ulteriormente affossato agli occhi di chiunque abbia un televisore.

    [Modificato da Roberto Amori 07/07/2005 0.54]

  • OFFLINE
    Augusto1
    Post: 25,472
    Registered in: 2/5/2004
    maestro tranviere
    00 10/7/2005 11:58 PM
    per Roberto
    Resisti: in primavera se ne vanno a casa, e le cose potrebbero cambiare.

    1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
    P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
  • OFFLINE
    XJ6
    Post: 9,191
    Registered in: 2/22/2004
    maestro tranviere
    00 10/8/2005 2:49 AM
    Beati i semplici ...
    ... perché erediteranno la terra [SM=x346233]

  • OFFLINE
    Alessandroch
    Post: 2,576
    Registered in: 2/5/2004
    tranviere veterano
    00 3/6/2006 1:23 AM
    Re: per Roberto

    Scritto da: Augusto1 07/10/2005 23.58
    Resisti: in primavera se ne vanno a casa, e le cose potrebbero cambiare.



    Caro Augusto...nn so perchè ma temo fortemente il contrario [SM=x346226]

    Alessandro
  • OFFLINE
    Tramviere
    Post: 310
    Registered in: 3/16/2006
    tranviere senior
    00 6/29/2006 5:16 PM
    Siamo ancora in alto mare...
    Ma vi rendete conto che Bologna, che ogni anno si piazza ai vertici delle classifiche delle città più vivibili, è l'unica città medio-grande a non possedere un sistema di trasporto veloce urbano, oltre a essere invasa da un traffico capillare e pesante e non avere una sola via pedonale? Per attraversare una città di dimensioni tutto sommato ridotte occorre molto tempo e molta pazienza... Le notizie di questi giorni sono poco incoraggianti; pare che i soldi non ci siano e che si dovrà rinunciare al progetto di metrotranvia, ancora in alto mare... I soldi inizialmente destinati a Bologna pare che siano finiti a Parma, grazie al parmigiano Giovanardi, ex ministro di Berlusconi:
    www.metroparma.it/home.asp
    Tanti auguri!!!
  • OFFLINE
    Tramviere
    Post: 310
    Registered in: 3/16/2006
    tranviere senior
    00 8/30/2006 10:41 AM
    postilla
    Vorrei portare all'attenzione di chi non conosce la città di Bologna un caso davvero singolare: l'esistenza di un binario inutilizzato che corre a lato di via Ferrarese, un'arteria importantissima della città che collega la stazione con la Bolognina, passando per il nuovissimo centro commerciale Officine Minganti. Il bello di questo binario, che una volta era la sede della tramvia per Galliera e Malalbergo, è che è stato usato fino a tempi recentissimi dalle officine Casaralta, e quindi ha l'armamento nuovissimo: manca solo la linea aerea ed ecco che con una spesa contenuta Bologna potrebbe avere una linea tranviaria a binario unico (come quella di Sassari) che alleggerirebbe di molto il traffico automobilistico sull'asse nord.
  • OFFLINE
    Tramviere
    Post: 310
    Registered in: 3/16/2006
    tranviere senior
    00 9/15/2006 1:01 PM
    Il metro che vorrebbero
    Anche se da un po' di tempo sono l'unico partecipante a questa discussione, spero che almeno qualcuno legga i miei interventi... [SM=x346246]
    Segnalo il sito di un'associazione sedicente apolitica (stranamente composta prevalentemente da fans del centro-destra) che si batte per l'adozione di una metropolitana automatica. Non è un progetto che condivido, ma comunque lo segnalo, se non altro merita un apprezzamento lo sforzo impiegato per elaborarlo.
    http://www.ilmetrochevorrei.it/
  • OFFLINE
    Tramviere
    Post: 310
    Registered in: 3/16/2006
    tranviere senior
    00 9/15/2006 1:03 PM
    ...mentre questo è il progetto ufficiale elaborato dallla giunta in carica:
    http://urp.comune.bologna.it

    [Modificato da XJ6 04/10/2006 21.15]

  • OFFLINE
    Daniele2595
    Post: 688
    Registered in: 1/31/2006
    tranviere senior
    00 9/15/2006 2:42 PM
    Ciao Tranviere!
    Davero un bel progetto quello della giunta in carica; per le sue caratteristiche mi ricorda la moderna rete di Oporto (non a caso citata nella brochure "Il progetto per immagini"), con le tratte in galleria profonda stile metrò tradizionale alternate a tratte di superficie, in sede riservata o addirittura promiscua.

    La sua realizzazione marcherebbe un vero salto di qualità per il trasporto pubblico a Bologna, oltre a dotarla di un impianto davvero interessante!!!

    Daniele
  • OFFLINE
    Roberto Amori
    Post: 2,843
    Registered in: 5/9/2004
    tranviere veterano
    00 9/15/2006 5:43 PM
    Progetto Metrotramvia


    TRAMVIERE: Anche se da un po' di tempo sono l'unico partecipante a questa discussione, spero che almeno qualcuno legga i miei interventi...



    Non preoccuparti caro amico che i tuoi messaggi li ho sempre letti con attenzione. Non intervengo spesso in questa discussione in quanto abitando in questa città mal digerisco le infinite chiacchiere spesso ad uso e consumo delle varie campagne elettorali. Ho nel cassetto i primi progetti del ritorno del tram a Bologna, seppure com'è ovvio che sia in chiave moderna. Erano i primi anni '80 che venne divulgato una ipotesi di progetto in tal senso, l'era tramviaria bolognese era terminata da circa 20 anni e da allora tra nuovi progetti, varianti e varianti delle varianti ne sono trascorsi altri 25... La cosa bella è che l'unica Giunta che ha promesso qualcosa e l'ha mantenuta è stata quella di Centro-Destra di Guazzaloca ( la sola in circa 60 anni ) che promise come è noto di affossare il progetto già allora approvato dal Ministero dei Trasporti e così mantenne. Il tutto venne deviato sul ridicolo tram su gomma senza rotaia centrale come Padova e Aquila con relativo acquisto di 49 Civis proboscidati di 18 metri. Dopo 5 anni di Giunta Guazzaloca e due di Giunta Cofferati non è stato steso un solo metro di rotaia di plastica rifrangente 3M, dell'unico Civis arrivato in città ( tramutato a 600 vv per circolare nell'attuale rete filoviaria ) non si ha più traccia né notizie. Non male davvero.
    Quindi è logico che diffidi un tantino... certo mi piacerebbe questo potesse concretizzarsi ma ora aspetto di vedere i cantieri come a Firenze prima di sbilanciarmi.

    Una piccola precisazione: Bologna non brilla in effetti per isole pedonali ma dire che non c'è una sola via pedonale non è esatto. Via D'azeglio e varie stradine attorno a Piazza Maggiore e Nettuno sono pedonali fin dalla metà degli anni '60.

    E veniamo ora al binario sopravvisuto della ex Tramvia per Malalbergo di cui ha giustamente parlato Tramviere. Questo binario parte dalla stazione delle Tramvie Provinciali, dove ora c'è il Museo dei Trasporti bolognese, lungo la Via Ferrarese si raccorda con la ex fabbrica di treni e tram Casaralta e quindi termina più avanti ancora fino all'ex Monopolio dei tabacchi. In questo punto, ormai arrivati al Parco Nord, il binario non esiste più ma fino al 1955 proseguiva verso l'attuale carcere della Dozza e quindi fino a Malalbergo.
    Da circa 5 anni non vi passano più convogli e data la chiusura della Casaralta e dei Monopoli di Stato questa tratta non ha ormai più alcuna utilità.


    In pieno quartiere ecco il binario in questione che ormai non è quasi non più visibile. Sulla destra l'antica fermata.



    Ancora gli edifici ferroviari e la croce di S.Andrea che indica l'attraversamento necessario a raggiungere la Caserma.



    Il binario corre, in sede protetta, lungo la popolare e caotica via Ferrarese. Un tempo era facile incontrare dei convogli carichi di sigarette provenienti dai Monopoli che raggiungevano la vecchia stazione delle Tramvie e da qui, tramite raccordo, la vicinissima rete delle Ferrovie dello Stato.



    Qui possiamo vedere i due scambi per il raddoppio verso la gloriosa Casaralta.



    Un'altra immagine degli scambi, ormai pieni di detriti, erbacce e asfalto, che permettevano l'accesso alla fabbrica.



    Ed eccola qui l'amatissima Casaralta ormai dismessa da diversi anni. Che peccato vederla così... in tempo non sospetti addirittura venne ricostruita e riammodernata ma poi è subentrata la crisi ed ora se ne sta lì tutta recintata ormai rifugio per topi e sbandati. La Firema è attualmente proprietaria della fabbrica ma credo non abbia in progetto di riprendere la produzione, fra l'altro lo stabilimento era anche a rischio di salute per i lavoratori dato che sulla Casaralta grava cupa anche l'ombra di 25 morti sospetti sicuramente riconducibili alle coimbentazioni dei veicoli con l'amianto.
    In cento anni di storia da qui sono usciti migliaia di tram e treni che hanno riempito ogni città di Italia. Ricordo bene i 656 delle FS uscire fiammeggianti dallo stabilimento e trainati da un carro da manovra raggiungere le Ferrovie dello Stato percorrendo il vecchio binario dei tram a vapore bolognesi.



    Oltrepassata la Casaralta il binario prosegue verso il Monopolio dei Tabacchi dove fra altri raddoppi e binari morti venivano caricate le stecche di sigarette. Qui si vede il binario appunto dirigersi verso Parco Nord. Sulla sinistra un carro scala della rete filoviaria bolognese sta rientrando al vicino deposito Ferrarese.


    Che dire ancora? Le città cambiano e così anche le abitudini e la storia delle strade. Imprese imponenti come i Monopoli e la Casaralta hanno chiuso i battenti lasciando un vuoto incolmabile che non ha coinvolto solo il binario dei vecchi tram a vapore ma anche profondamente l'aspetto stesso del quartiere.
    Già si parla, e per chissà quanto se ne parlerà, di nuove speculazioni edilizie cui le grandi aree finora occupate dalla Casaralta e dai Monopoli fanno molto gola.






  • OFFLINE
    Daniele2595
    Post: 688
    Registered in: 1/31/2006
    tranviere senior
    10 9/15/2006 9:25 PM
    Domanda: non é che il binario della vecchia tranvia a vapore per Malalbergo e Pieve di Cento potrebbe essere riutilizzato, almeno per farci viaggiare sopra i mezzi della Collezione Storica ATC ?
    In alcuni musei tranviari "vivi" nordamericani si fanno viaggiare pure tram elettrici su linee non elettrificate, agganciandoci dietro un piccolo carrellino motogeneratore, come in questi casi, rispettivamente a Portland ed Astoria (Oregon):

    world.nycsubway.org/perl/show?35326

    homepage.mac.com/cearl/trolley/art/cartbarn.jpg

    Si potrebbe così riutilizzare il binario e far nuovamente viaggiare le vetture urbane bolognesi!!!!
    [SM=x346219]
    Daniele
  • OFFLINE
    Tram Verde
    Post: 251
    Registered in: 11/2/2005
    tranviere junior
    00 9/16/2006 1:34 AM
    Nuovo Tram a Bologna
    Vedo che il progetto è già stato realizzato



    Buona serata

    Scarica il tuo cursore tramviario preferito:
    http://www.webalice.it/wronny/Tram.htm
  • OFFLINE
    Daniele2595
    Post: 688
    Registered in: 1/31/2006
    tranviere senior
    00 9/16/2006 9:52 AM
    Simpatico il fotomontaggio, Tram Verde!!
    In ogni caso, si tratterebbe ovviamente di un servizio di tipo museale e niente più.....ma ci si potrebbe provare!

    Daniele
  • OFFLINE
    Tramviere
    Post: 310
    Registered in: 3/16/2006
    tranviere senior
    00 9/16/2006 11:39 AM
    Come avete visto dalle foto di Roberto in realtà Bologna una linea tranviaria (sia pure a binario unico e senza linea aerea) ce l'ha già, slo che giace colpevolmente inutilizzata. E pensare che serve una zona nevralgica della città (la Bolognina e il neonato centro commerciale Minganti). Spero di completare il servizio fotografico con qualche altra foto sche scatterò presumibilmente giovedì prossimo intorno alle 17 (vale come invito per una riunione in loco di trammofili).
    Caro Roberto, le mie invettive contro Bologna sono finalizzate a istigare alla ribellione, non certo a screditare la città. Vivo a Bologna da sette anni per cui mi sento parte di essa, anche se tra breve tornerò nella mia Toscana, giusto in tempo per rifarmi dell'amarezza provata per l'immobilismo di questi anni grazie ai nuovi supertram fiorentini... [SM=x346232]
    Anch'io conosco la storia recente del trasporto felsineo, dal progetto di Vitali (di cui posseggo il disegno del tracciato, che scansionerò e pubblicherò su richiesta) fino alla politica demogicamente filocommerciante di Guazzaloca, fautrice del mezzo privato a discapito della salute e dei nervi dei cittadini. Le colpe sono state sicuramente dei politici locali, ma negli ultimi due anni soprattutto di quelli romani, come giustamente già ricordato da Roberto.
    Da notare che i sindaci dalla doppia z (Dozza e Guazzaloca) sono stati i più accaniti aversari del tram: una semplice coincidenza? [SM=x346228]
  • OFFLINE
    Roberto Amori
    Post: 2,843
    Registered in: 5/9/2004
    tranviere veterano
    00 9/16/2006 12:28 PM
    Tramvie Provinciali

    Veramente simpatico e ben riuscito il fotomontaggio... fa un po' effetto vedere una pedana correre lungo la Ferrarese.

    Vi allego un copia\incolla tratto dall'Home Page del Comune di Malalbergo che parla appunto di queste tratte tramviarie ed oggi sopravvissute solo per pochi Km fino al raggiungimento degli ex stabilimenti della Casaralta e dei Monopoli:

    " Il 16 settembre 1889 venne aperta all’esercizio la linea tramviaria BOLOGNA-PIEVE DI CENTO,successivamente, il 19 maggio 1891 quella BOLOGNA-MALALBERGO.
    La Bologna-Pieve di Cento aveva un percorso di 30 km e la Bologna-Malalbergo misurava 38 km.
    Le stazioni principali della linea Bologna-Malalbergo erano, in successione, le seguenti: Bologna, Dozza, Quarto Inferiore, Granarolo, Ranello, Armarolo, Ca’de Fabbri, Minerbio, Baricella, Altedo, Pegola, Malalbergo.La tramvia nei suoi 67 anni di servizio ha trasportato oltre 35 milioni di persone tra cui operai e studenti, 2800 miliardi di tonnellate di merce, tra cui bietole, patate e cipolle. Di gran lunga, come risulta dal raffronto degli introiti dovuti alle merci e ai passeggeri, era senz’altro più rilevante il trasporto delle prime rispetto ai secondi.
    Il viaggio tra Bologna e Malalbergo nel 1899 aveva la durata di 2 ore e 10 minuti. Nell’arco della giornata partivano da Malalbergo quattro treni, il primo alle ore 5:56, l’ultimo alle ore 16:00.
    L’ebrezza della velocità la si ebbe con l’introduzione delle "LITTORINE", che molti ricordano assai bene. Queste motrici a petrolio entrarono in servizio nel 1935 e oltre ad essere più confortevoli erano anche più veloci. Durante la seconda guerra mondiale la tramvia venne duramente colpita dai bombardamenti.
    Il servizio riprese nell’agosto del 1946 per cessare definitivamente nel 1957, allorché venne sostituito da una linea di autocorriere. "


    2 ore e 10 minuti per coprire i 38 Km tra Bologna e Malalbergo... eppure erano tempi eroici e quello era il progresso, tanto è vero che ci salirono sopra oltre 35 milioni di persone.


    Una rara cartolina di Minerbio attraversata dal binario delle tramvie provinciali bolognesi. La cartolina sembrerebbe precedente al 1957 ma il binario è pieno di erbacce, probabilmente i rari passaggi ( 8 al giorno ) dei piccoli convogli consentivano col tempo all'erba di attecchire.
    Minerbio è circa a metà strada tra Bologna e Malalbergo e come vedete proprio un tipico paesone emiliano, c'è tutto quello che tanti di voi avranno visto nei film di Don Camillo e Peppone: lo stradone, il Consorzio Agrario, Il Bar Sport, il Municipio, la Chiesa...
    Oggi questa veduta non si è granchè modificata nel tempo, è cambiato l'assetto viario con segnalazioni, semafori, spartitraffico ecc ; è del tutto cambiato l'arredo urbano con vistose insegne, negozi illuminatissimi e il quieto stradone si è via via trasformato in una specie di trafficatissima autostrada dell'hinterland bolognese con tutti i problemi moderni che questi piccoli centri hanno accusato negli ultimi anni.
  • OFFLINE
    LHB
    Post: 89
    Registered in: 8/3/2004
    apprendista tranviere
    00 9/16/2006 1:36 PM
    Ho guardato le immagini e disegni presenti nel pdf del commune riguardante il progetto metrotranvia...

    Una cosa strana: la lunghezza delle banchine sotteranee prevista è da soli ca. 33m, ovvero un solo complesso di tram [SM=x346221] . Dovrebbero almeno pensare al doppio per permettere convogli a piu grande capacità.

    Speriamo comunque in una prossima realisazzione, anche se capisco interamente Roberto che ha probabilmente ragione [SM=x346222] , visto quanto si è combinato con Civis, metro automatica e progetti anteriori.
  • OFFLINE
    Roberto Amori
    Post: 2,843
    Registered in: 5/9/2004
    tranviere veterano
    00 9/17/2006 3:55 AM
    Per LHB


    LHB: Una cosa strana: la lunghezza delle banchine sotteranee prevista è di soli ca. 33m, ovvero un solo complesso di tram. Dovrebbero almeno pensare al doppio per permettere convogli a più grande capacità.



    Questo dipende probabilmente al più possibile contenimento dei costi, fra l'altro la lunghezza dei convogli è ipotizzata fra i 32 e i 35 metri... quindi se faranno banchine di 33m e poi verranno ordinati tram di 35 sarebbe proprio buffo [SM=x346225] non ci stessero del tutto dentro. Speriamo che i vari progettisti almeno si parlino fra loro.
    La realtà è molto più terra terra: ci sono intere fette di popolazione col coltello fra i denti contro questo progetto. Lettere ai giornali ( soprattutto il Carlino ) riunioni di quartiere, petizioni... insurrezioni motivate da malattie ai polmoni dei bimbi per le polveri dei cantieri, ambulanze che non arriveranno al Maggiore, Cattedrali in centro che crolleranno, negozi che falliranno, infiltrazioni d'acqua dei canali ecc. ecc. Rimanere concentrati e convinti contro tanto malessere diffuso non deve essere semplice per una Giunta, queste sono opere imponenti che devono prevedere almeno l'entusiasmo dell'utenza che sarà per forza chiamata ad alcuni anni di sacrifici per l'apertura dei cantieri. Invece in molti invocano il ritorno di Guazzaloca che stroncò definitivamente il primo progetto e che se in una prossima campagna elettorale ( a lavori già non iniziati ) prometterà altrettanto vedrete sarà, solo per questo, rieletto.
    Anni fa conobbi una persona, ingegnere fra l'altro, di Messina che tuonava contro l'allora costruzione della nuova rete tramviaria della sua città... io cercavo di dire qualcosa ma questo ripeteva più o meno i deliri prima accennati: lui ed altri lì intorno dicevano che sarebbero bastati 4 autobus " di quelli moderni " e senza tante storie tutto sarebbe stato perfetto come prima... E ricordo anche bene come buona parte della stampa locale fosse avversa al tram: probabilmente la Giunta di Messina ha saputo compattarsi ed andare a fondo nella realizzazione di un progetto nel quale credeva fortemente.
  • OFFLINE
    Augusto1
    Post: 25,472
    Registered in: 2/5/2004
    maestro tranviere
    00 9/17/2006 8:38 AM
    Lunghezza banchine scarsa?
    A mio parere 33 metri non sono pochi per un tram. Si tenga conto anche del fatto che Bologna, come numero di passeggeri da trasportare, non è Milano e non c'è bisogno di tram come i Sirio a sette elementi... Speriamo che si faccia, ormai non è più concepibile che Roberto viva in una città senza tram! [SM=x346232]

    1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
    P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
  • OFFLINE
    LHB
    Post: 89
    Registered in: 8/3/2004
    apprendista tranviere
    00 9/17/2006 12:33 PM
    Per Roberto:
    Quanto noiosi argomenti contro la costruzione di un tram, li conosciamo tutti, no?
    Anche se alcuni relativi alla costruzione del tratto sotteraneo non sono interamente da negare, perché ogni grande atto di edilizia comporta disagi per gli abitanti della zona... Mi ricordo che Colonia 1-2 anni fa rischiò d'aver una chiesa come la torre di Pisa [SM=x346249] causato da lavori sotteranei.
    Comunque molti argomenti trattano solamente la costruzione, non il trasporto pubblico in se.

    Spero che comunque se si farà la metrotranvia, le stazioni sotteranee saranno lunghe 65-70m. Non si potrà facilmente prolungare la banchina quando si sente la domanda degli utenti di offrire più capacità!

    Per Augusto:
    Certo che sotto un punto di vista direi "nostalgico", 33m fanno lungo. Ma anche gli Sirio fiorentini saranno lunghi come quasi tutte le tramvie degli ultimi decenni. Questo è uno dei maggiori avantaggi rispetto all'autobus, di poter trasportare più persone!