Freeforumzone mobile

Tram negli Stati Uniti

  • Posts
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/17/2004 3:42 PM
    Cari amici di Mondo Tram,
    un'ulteriore quesito di Al Paçio mi fornisce lo spunto per rompere gli indugi ed aprire, come mi ha suggerito Nicola, una nuova cartella: TRAM NEGLI U.S.A., cioè nel paese a cui noi tutti associamo l'idea stessa della "civiltà automobilistica" e in cui è in atto da oltre due decenni una vera "rinascenza" tranviaria che non trova uguale nel resto del mondo.
    Nel 1980, appena prima dell'apertura del primo sistema di nuova generazione, erano ancora in esercizio otto sistemi tranviari:
    BOSTON, PHILADELPHIA, PITTSBURG, NEWARK, CLEVELAND, NEW ORLEANS, FORT WORTH e SAN FRANCISCO, e solo nelle prime tre e in quest'ultima città si aveva più di una linea. Tutti i sistemi, ad eccezione di New Orleans, adottavano per la maggior parte veicoli risalenti agli anni '30 e '40, i famosi PCC, peraltro assai robusti e in ottime condizioni di manutenzione; a Phladelphia e San Francisco era ancora possibile veder circolare qualche Peter-Witt.
    Un primo timido segno di ripresa si era già avuto con la reintroduzione del tram, anche se solo sotto forma di "heritage line", a YAKIMA (Washington) nel 1974 e a DETROIT nel 1976, ma a partire dal 1981 le aperture di nuovi sistemi tranviari si sono succedute a ritmo incalzante ed altre sicuramente seguiranno a
    breve e medio termine.
    Concludo questo breve excursus storico aggiungendo che nel 1980, in tutto il continente nordamericano, erano ancora in servizio due sistemi in Messico, CITTA' DEL MESSICO e VERA CRUZ, e due in Canada, TORONTO e EDMONTON. Il caso di quest'ultima città è particolarmente importante poiché in essa è stato realizzato NEL 1978 il primo sistema "light rail" di nuova generazione, anche se totalmente in sede propria, dotato di moderni veicoli di fabbricazione tedesca, gli U2 della Siemens, che saranno poi ordinati in grossi quantitativi anche da CALGARY e SAN DIEGO.
    Mi riprometto di stilare quanto prima la lista completa dei sitemi nordamericani, lavoro questo piuttosto impegnativo; nel frattempo, ancora una risposta (e, me ne dispiace, un'altra correzione) per il "collega" Al Paçio, sul sistema di SAN DIEGO:
    i "trolleys" arrivano sì a pochi metri (letteramente) dal confine, ma NON lo oltrepassano. Le vetture dirette a San Ysidro/Tijuana portano l'indicazione BORDER, ed infatti il confine divide in due questa vivacissima città.
    Quanto al film, immagino che Al Paçio si riferisca ad un orribile thriller che, se non ricordo male, narrava della fuga di un tecnico di Los Angeles verso sud, inseguito da un criminale psicopatico che gli aveva ucciso la moglie, appunto messicana. Un filmaccio stupido e pieno di violenza, di cui non ricordo il titolo e che mi è rimasto in mente solo per le scene tranviarie.
    Il sistema di San Diego è particolarmente notevole per vastità, oltre 80 km, con ulteriori estensioni in costruzione, e per il numero dei veicoli impiegati, passati dai 14 del 1981 agli attuali 123. Le caratteristiche sono assai varie: le due linee Orange e Blue corrono su sedi proprie e ferroviarie, ma offrono anche lunghi tratti "on-street", come la Bayside Line.
    L'unico tram in servizio internazionale tra Messico e Stati Uniti operava, per quanto ne so io, fra El Paso (Texas) e Ciudad Juarez,lungo il Rio Grande.
    Ancora ciao a tutti da

    Paolo
  • AL PAÇIO
    00 8/19/2004 1:01 AM
    I tram di S.DIEGO
    Ringrazio Paolo per il collega... Beh, effettivamente nel film ricordo che a Beyer Boulevard scendevano tutti, però la mappa in mio possesso segna quella stazione (TIJUANA S.YSIDRO) come parte della rete... Li é nato l'errore [SM=x346239] ma non c'e' problema per la correzione.
    A proposito, ti linko qui 2 mappe di S.DIEGO:
    world.nycsubway.org/us/sandiego/sandiegotrmap.html
    (contiene la mappa del tracciato, particolareggiata sui binari e le pensiline)
    world.nycsubway.org/us/sandiego/sandiegomap.html
    (e questa la mappa nello stile classico)
    Sempre su questo sito vi sono varie buone mappe di sistemi light-rail negli U.S.A. e nel CANADA
    www.nycsubway.org/maps/transit/
    Altri buoni siti a riguardo si trovano linkati su :
    www.urbanrail.net/am/america.htm
    (vedere a metà e fondo pagina)
    Riguardo quel film, ricordo di essermi fermato a vederlo nel tempo in cui notai questo moderno tram che annunciava le fermate elettronicamente (in parallelo era filmato un inseguimento) fino all'ultima stazione di S.DIEGO ... Poi, seguì una sparatoria e la light rail uscì di scena, ed io "uscii di canale"... E da quanto mi dici, non mi sono perso nulla [SM=x346232]
    Di EL PASO e JUAREZ (almeno sulla cartina sembrano 2 città geograficamente speculari, come una sola città di forma sferica divisa simmetricamente in 2) non ho idea se vi siano (o vi siano ancora) tram. In quel film capii che si trattava di S.DIEGO e TIJUANA perché si vedeva il mare (l'altra alternativa era, per l'appunto, El Paso - Juarez ).
    [SM=x346219] Alla prossima puntata [SM=x346220]
    Ps : a riguardo dei tram di New Orleans, all'inizio del film A STREETCAR NAMED DESIRE (quello con Marlon Brando), si evince che "Desiderio" é il nome di una linea (e si parla anche di un'altra linea chiamata "Cimitero" -in previsione dello smantellamento di tanti sistemi negli Usa ?-), un po' come le linee della TUBE londinese. Cosa rimane di tutto ciò ?
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/21/2004 5:27 PM
    Tram di New Orleans
    Prima di tutto, assicuro gli amici di Mondo Tram interessati all'argomento che sto lavorando alla lista delle città americane dotate di sistemi tranviari, che conto di portare a termine in breve tempo.
    Poi, eccomi pronto a rispondere ancora una volta all'amico Al Paçio, i cui interessi tranviari, come i miei, del resto, spaziano in tutto il mondo.
    Il servizio internazionale tra El Paso e Ciudad Juarez non è più attivo da molti anni. Per un lungo periodo, dopo la chiusura di Vera Cruz, nel 1981, l'unica città dotata di tram in Messico è stata la capitale. Oggi fortunatamente la situazione è migliorata, ed a Città del Messico si sono aggiunte Monterrey e Guadalajara.
    Quanto a New Orleans, questa città è sempre stata una "roccaforte" tranviaria e, nonostante varie chiusure negli anni passati, l'ultima quella della Canal line nel 1964, qui è sempre rimasta attiva la St.Charles line, con le sue vetture risalenti agli anni '20. La situazione oggi è decisamente migliorata. Nel 1988 è stata aperta, sfruttando in parte il tracciato della Public Belt Railway, una seconda linea, Waterfront Line, a scartamento normale. Questa linea è stata prima prolungata e poi ricostruita allo scartamento tipico di New Orleans, 1587 mm, ed infine congiunta alla St. Charles line nel dicembre 1997, recuperando una parte della vecchia Canal. Quest'ultima, che arriva al Cemeteries Terminal, con una diramazione per il City Park, è stata riaperta il 18 aprile di quest'anno, portando la lunghezza totale della rete a oltre 31 km.
    E' in progetto anche una quarta linea, la Desire line. Una piccola curiosità: Tennessee Williams stesso ricordava come nel suo celebre dramma il famoso streetcar percoresse strade che in realtà non percorreva affatto(licenza di scrittore, evidentemente). Altra curiosità: a New Orleans, forse proprio in ommaggio a Williams, si usa sempre il termine "streetcar", in luogo del più comune "trolley", diffuso in tante altre città americane.
    Quanto al materiale rotabile, l'azienda di New Orleans, RTA (Regional Transit Authority), ha dovuto notevolmente accrescere la propria flotta, acquistando veicoli da San Francisco e Melbourne, con adeguamento dei carrelli, ordinandone di nuovi identici ai Perley Thomas originali alla CKD di Praga, costruendone in proprio e,incredibilmente, recuperando proprie vetture cedute in passato a vari musei negli Stati Uniti!
    Ciao a tutti da
    Paolo il fiorentino
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/22/2004 12:38 PM
    Lista dei sistemi nel Nord America - I parte - Canada e Messico
    Ecco la lista dei sistemi attualmente in esercizio nel continente nordamericano. Ho incluso, oltre a tram e light rail, anche le "heritage lines" o, all'americana, "vintage trolleys", sulle quali si svolge un servizio costante e regolare.
    Ho indicato, per ogni città, anno di apertura del sistema, estensione in km e scartamento.

    CANADA

    CALGARY - 1981 - 38 km -1435 mm
    EDMONTON - 1978 - 19 km - 1435 mm - in parte in sotterranea
    TORONTO - 1892 - 74 km - 1495 mm

    MESSICO

    CITTA'DEL MESSICO - 1852 - 18 km - 1435 mm
    GUADALAJARA - 1989 - 24 km - 1435 mm - in parte in sotterranea
    MONTERREY - 1991 - 23 km - 1435 mm - in gran parte su viadotto
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/22/2004 3:41 PM
    Lista dei sitemi nel Nord America - II parte - Stati Uniti
    BALTIMORE, MD - 1992 - 40 km - 1435 mm
    BOSTON, MA - 1856 - 50 km - 1435 mm - in parte in sotterranea
    BUFFALO, NY - 1984 - 10 km - 1435 mm - in parte in sotterranea
    CLEVELAND, OH - 1921 - 21,5 km - 1435 mm
    DALLAS, TX - light rail - 1996 - 43,5 km - 1435 mm // tramway - 1989 - 2,3 km - 1435 mm
    DENVER, CO - 1994 - 25,5 km - 1435 mm
    DETROIT, MI - 1976 - 2 km - 900 mm
    HOUSTON, TX - 2004 - 12 km - 1435 mm
    JERSEY CITY, NJ - 2001 - 15,5 km - 1435 mm
    KENOSHA, WI - 2000 - 3,2 km - 1435 mm
    LOS ANGELES, CA - 1990 - 57,5 km - 1435 mm
    LOS ANGELES / SAN PEDRO, CA - 2003 - 2,4 km - 1435 mm
    MEMPHIS, TN - 1993 - 7 km - 1435 mm
    MINNEAPOLIS, MN - 2004 - 18,6 km - 1435 mm
    NEWARK, NJ - 1935 - 7 km - 1435 mm
    NEW ORLEANS, LA - 1835 - 31 km - 1587 mm
    PHILADELHIA, PA - 1858 - 107 km - 1587 mm - in parte in sotterranea - sistema urbano e suburbano
    PITTSBURGH, PA - 1859 - 43,7 km - 1587 mm - in parte in sotterranea
    PORTLAND, OR - 1986 - 61,5 km - 1435 mm // tramway - 2001 - 3,9 km - 1435 mm
    SACRAMENTO, CA - 1987 - 39,6 km - 1435 mm
    ST. LOUIS, MO - 1993 - 29 km - 1435 mm
    SAN DIEGO, CA - 1981 - 80,4 km - 1435 mm
    SAN FRANCISCO, CA - 1860 - 59,5 km - 1435 mm -in parte in sotterranea // sistema cable cars - 1873 - 8,5 km - 1068 mm
    SAN JOSE, CA - light rail - 1987 - 49,1 km // tramway - 1988 - 7,2 km - 1435 mm
    SALT LAKE CITY, UT - 1999 - 27,5 km - 1435 mm
    SEATTLE, WA - 1982 - 3,4 km - 1435 mm
    TACOMA, WA - 2003 - 2,6 km - 1435 mm
    TAMPA, FL - 2002 - 3,9 km - 1435 mm
    YAKIMA, WA - 1974 - 8 km - 1435 mm

    Come vedete il numero delle città tranviarie è veramente notevole. Molto interessanti anche i veicoli che circolano su queste reti: si va dai veterani PCC ancora in uso quotidiano a San Francisco ai "replica cars" di Portland e New Orleans. Anche l'industria europea (Siemens e AnsaldoBreda in particolare)e quella nipponica sono ben rappresentate sulla scena americana. L'argomento è comunque molto vasto e potrebbe essere oggetto di ulteriori approndimenti. C'è tra gli amici di Mondo Tram qualcuno tecnicamente più bravo di me che possa inserire qualche foto di ambiente americano in queste pagine?

    Ciao a tutti da
    Paolo
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/23/2004 12:25 PM
    Tram negli Stati Uniti , aggiunta dati - ricordi newarkesi
    Aggiunta al mio precedemte messaggio: anche le linee di St. Louis e Newark percorrono tratte sotterranee.
    Un ricordo dei tempi andati: mi trovavo in quest'ultima città, nel lontano 1974, e, benché anche allora fossi appassionato di tranvie e ferrovie, non sapevo che a breve distanza da New York corresse ancora il tram; anzi, pensavo che non ve ne fossero più in tutti gli States, cable cars di San Francisco a parte. Un pomeriggio scesi in quella che a me sembrava una normale stazione di metropolitana, e non feci particolare attenzione alla ridotta lunghezza delle banchine di fermata; mi aspettavo di veder sbucare dalla galleria un normale convoglio a quattro o sei elementi. Dopo qualche minuto, preceduto dal familiare rumore dei motori in decelerazione, apparve, e la cosa mi sembrò incredibile, l'ampio frontale di un tram a carrelli, non dissimile da alcuni tipi allora in uso a Milano, per di più dotato della tradizionale presa a "rotella" e con la livrea in due toni di verde. La sorpresa fu grande, ma la prima impressione, si rivelò corretta: si trattava di un autentico PCC degli anni'30, più massiccio degli omologhi europei, in uso anche a Roma e Milano, dotato di frenatura elettrica che il manovratore, sulla linea integralmente in sede propria, usava con tranquillità.
    Bando ai ricordi (ma la nostalgia sembra un male comune a molti
    di noi), un saluto a tutti da
    Paolo

    [SM=x346219]

    Paolo Muraro
  • OFFLINE
    Nicola M.
    Post: 710
    Registered in: 12/9/2003
    tranviere senior
    00 8/23/2004 3:36 PM
    Appena possibile faremo delle belle pagine web con tutte queste informazioni, che andranno ad arricchire il sito.

    Grazie [SM=x346220]
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/23/2004 5:53 PM
    Ancora a proposito del Nord America
    Caro Nicola,
    ti ringrazio del messaggio. Devo dire che è un vero piacere corrispondere con gli amici di Mondo Tram e, se mi è possibile, fornire loro qualche notizia interessante.

    Concludo la serie di notizie sui sistemi nordamericani rammentando le due uniche chiusure occorse negli ultimi due decenni, spiacevoli, ma non decisive.
    MESSICO- E' stato chiuso nel 1981 il sistema di Vera Cruz, per assoluta vetustà degli impianti e soprattutto dei veicoli in servizio, in buona parte carrozze Brill degli anni'20. Un peccato, certo, perché la rete era piuttosto ampia e percorsi e vetture di sicuro interesse turistico.
    STATI UNITI- Il caso di Fort Worth è piuttosto anomalo. La breve linea (1,6 km) in funzione in questa città fino all'agosto 2002 era al servizio di un grosso centro commerciale, il Tandy Center, che essa collegava ad un'area di parcheggio. Aperta nel 1963 ,in pieno oscurantismo tranviario, la linea è rimasta in esercizio fino allo spostamento del Tandy Center in altra località. Su di essa prestavano servizio alcuni PCC di seconda mano, ricostruiti e trasformati nella carrozzeria a metà degli anni '80.
    A Fort Worth è attualmente in fase di progettazione un nuovo sistema di light rail.

    Ancora ciao a tutti,

    Paolo



  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 8/30/2004 5:39 PM
    Sono appena tornato dagli Stati Uniti. Se volete ho qualche foto di San Francisco, anche se molto si trova su world.nycsubway.org/ . Interessano lo stesso?
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 8/30/2004 5:41 PM
    Sono appena tornato dagli Stati Uniti. Se volete ho qualche foto di San Francisco, anche se molto si trova su world.nycsubway.org/ . Interessano lo stesso?
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 8/30/2004 5:43 PM
    Sono appena tornato dagli Stati Uniti. Se volete ho qualche foto di San Francisco, anche se molto si trova su world.nycsubway.org/ . Interessano lo stesso?
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 8/30/2004 5:46 PM
    Sono appena tornato dagli Stati Uniti. Se volete ho qualche foto di San Francisco, anche se molto si trova su world.nycsubway.org/ . Interessano lo stesso?
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 8/30/2004 5:51 PM
    Scusate FFZ oggi non funziona tanto bene...continuo a vedere errori.
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 8/30/2004 7:00 PM
    Risposta a Krokodil
    Direi proprio di sì: non per nulla San Francisco è una vera e propria "Mecca" filotranviaria!
    Paolo[SM=x346219]
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 9/1/2004 2:38 PM
    Nuovi sistemi negli U.S.A. - Filobus nel Nord America
    Bentornati a tutti i vacanzieri!

    Aggiungo alla cartella la lista dei sistemi attualmente in costruzione e la data prevista per l'apertura:
    Charlotte, NC - 2006
    Little Rock, AR - 2005
    Phoenix, AZ - 2006
    Seattle, WA - 2009
    In quest'ultima città un sistema di "light rail" affiancherà la linea turistica già operante.
    Numerose estensioni delle reti in funzione sono poi in corso in varie città.

    A beneficio degli appassionati del filobus aggiungo anche la lista dei sistemi filoviari attualmente in esercizio nel continente nordamericano:

    CANADA
    Edmonton
    Vancouver

    MESSICO
    Guadalajara
    Città del Messico

    U.S.A.
    Boston, MA
    Dayton, OH
    San Francisco, CA
    Seattle, WA

    Ultime chiusure: in Canada, Hamilton (1992) e Toronto (1993)- negli U.S.A., Philadelphia (2003) - in quest'ultimo caso la chiusura è ufficialmente "temporanea", anche se non si nutrono troppe speranze, data la necessità di rinnovare totalmente il parco veicoli.
    Come si vede, il filobus non ha conosciuto la stessa rinascita del tram; l'ultimo sistema è stato aperto a Guadalajara nel 1977, utilizzando i veicoli ancora efficienti aquistati da Chicago, dove le ultime linee filoviarie erano state dissmesse nel 1973. I progetti per un rilancio in grande stile del filobus, tutti rimasti sullla carta, invero non sono mancati: clamoroso quello approvato a metà degli anni'80 per Los Angeles e poi all'ultimo momento bloccato, che, se portato a termine, avrebbe dotato la metropoli californiana di una rete di dimensioni moscovite!

    D'altra parte buone speranze sembrano esservi per le reti ancora in esercizio, tutte di notevoli dimensioni e dotate di materiale di recente costruzione. A questo proposito, ricordo l'acquisizione da parte di Seattle di ben 236 duobus articolati costruiti nella seconda metà degli anni '80 nelle officine Breda di Pistoia e testati a La Spezia. Ma sui successi (e sui pochi insuccessi) dell'AnsaldoBreda nel Nord America si dovrebbe quantomeno pubblicare un volume...

    A presto

    Paolo
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 10/14/2004 3:23 PM
    Tram di New Orleans
    In un precedente messaggio mi ero soffermato un poco sui tram di New Orleans. Ecco due magnifici trolleys, 910 e 928, in servizio sulla Canal Street il 10 gennaio 1959.
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 10/14/2004 3:25 PM
    Tram di New Orleans
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 10/14/2004 3:29 PM
    New Orleans
    Scusatemi, sto imparando...
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 10/14/2004 3:50 PM
    Ferrotranvie negli U.S.A.
    Cari amici,
    i cosidetti "tram-treni", dotati perfino di vagoni ristorante e letto, hanno avuto in passato larghissima diffusione negli Stati Uniti. Qui sotto il convoglio 300 della Illinois Railroad Terminal, facente parte di una serie di tre denominati "City of Decatur", "Mound City" e "Fort Crevecoeur", entrati in servizio nel 1949.
    Spero che questa immagine sia di vostro gradimento, saluti a tutti da
    Paolo
  • OFFLINE
    XJ6
    Post: 9,191
    Registered in: 2/22/2004
    maestro tranviere
    00 10/14/2004 11:43 PM
    Re: Tram di New Orleans
    Nella sezione sul Cinema dell'AlTramMondo ho inserito a suo tempo la sequenza del tram di New Orleans che si vede all'inizio del film "Un Tram Che Si Chiama Desiderio"



    Erano proprio belle vetture.