Freeforumzone mobile

SONDAGGIO n° 2: Il Metrobus di Padova è un tram?

  • Posts
  • OFFLINE
    Nicola M.
    Post: 710
    Registered in: 12/9/2003
    tranviere senior
    00 7/24/2004 11:25 PM



    Ne abbiamo discusso ma ancora non lo abbiamo stabilito.
    Propongo solo 2 risposte secche: sì o no!

    Eventuali commenti potete inserirli nella discussione cliccando su RISPONDI.

    [SM=x346219]



    [Modificato da Nicola M. 25/07/2004 0.52]

  • AL PAÇIO
    00 7/24/2004 11:33 PM
    PENSO DI SI
    Ho da poco inserito una foto della monorotaia di Padova (vedi OT-IL MONDO DEI TRASPORTI , Discussione TRAM DI PADOVA). Sebbene non si tratti di una tranvia ortodossa, penso che non vi siano dubbi sul fatto che sia un mezzo ferroviario.
    Le ruote gommate servono per tener bilanciato il mezzo (altrimenti rischierebbe di SCARTARE DI LATO E CADERE, come dice Francesco De Gregori -Buffalo Bill-). Spero che quella foto possa risolvere il mistero.
    CORDIALMENTE

    [SM=x346219] RAILMAN
  • PaoloC
    00 7/28/2004 11:32 AM
    Sono propenso a considerarlo un tram: può solo circolare dove c'è la rotia centrale o sbaglio? Il fatto delle ruote gommate non è fondamentale: il metrò di Torino avrà le ruote gommate e come lo voglaimo considerare? Un autobus? [SM=x346231]
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 7/28/2004 11:29 PM
    Al 90% tram, al 10% filobus, direi...

    IL TVR invece è il contrario, 10 e 90...
  • OFFLINE
    gabrielepiroddi
    Post: 0
    Registered in: 9/5/2004
    apprendista tranviere
    00 9/5/2004 11:48 PM
    Più filobus che tram
    Io personalmente lo vedo come un ibrido tra un tram ed un filobus, con maggiore propensione verso il concetto di filobus a via guidata.
    Un vero tram, infatti, dovrebbe poter camminare su un binario sistemato in qualunque tipo di sede, virtualmente anche in mezzo all'erba...
    Il Translohr invece avrà sempre bisogno, oltre che alla rotaia centrale, anche di due corsie perfettamente uniformi per la corsa dei pneumatici; non penso sia possibile realizzare delle guide apposite come per il VAL torinese o di Lilla...
    La presenza di due aste a trolley o del pantografo come presa di corrente, poi, credo sia solo un dettaglio.

    Ciao
    Gabriele
  • Augusto1
    00 9/6/2004 12:12 AM
    tram
    La motorizzazione lo definisce tram su gomma, per me tale è.
  • AL PAÇIO
    00 9/8/2004 11:05 PM
    Tram di nova concezione - Convergenze Evolutive
    Le ruote gommate servono per bilanciarlo (visto che é monorotabile). Due cuscinetti fissi di gomma si consumerebbero dopo il primo viaggio. Certo, é molto differente dal tram classico, ma il MAGLEV e la MONOROTAIA lo sono all'istesso modo dalla Ferrovia in senso classico.
    Se fosse un filobus, la rotaia non avrebbe alcun senso.
    Diciamo che, come in natura le termiti assomigliano alle formiche per convergenza evolutiva (pur appartenendo a generi diversi), il metrobus assomiglia ad un autobus per una sorta di "convergenza evolutiva"
    [SM=x346219] saludos [SM=x346219]
  • OFFLINE
    pabbamo
    Post: 3,882
    Registered in: 8/1/2002
    tranviere veterano
    00 10/19/2004 10:02 PM
    Ci ho fatto caso solo ora...
    Il fatto che sia su gomma non vuol dire che sia esclusivamente "stradale": tre anni fa sono stato in Canada ed ho visto le linee della Metropolitana di Montreal. Sembrerà strano, ma sono tutte su gomma ed i binari, pur esistendovi lo stesso, hanno soltanto la funzione di contatti elettrici. Una curiosità: l'isola dove c'è il Casinò ed il circuito di Formula 1 è "artificiale": è stata infatti ricavata con tutto il materiale derivato dagli scavi di tutte le gallerie sotterranee.
    La società della metro, che cura anche il trasporto in superficie, ha anche il suo sito internet:
    www.stcum.qc.ca

    [Modificato da pabbamo 19/10/2004 22.04]

  • sottostazione
    00 11/20/2004 5:07 PM
    Trolleybus guidé
    In Francia (paese in cui é già operante) la definizione ufficiale di questo mezzo di trasporto è "Filobus a via guidata". Personalmente sono daccordo: soprattutto alle luce delle considerazioni già espresse a proposito della sede stradale![SM=x346219]
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 11/21/2004 1:53 PM
    Il Translohr, ripeto, non può viaggiare senza rotaia (se non trainato, cosa che succede praticamente solo dalla fabbrica al carrello e poi alla rete finale, o dalla fabbrica al circuito di prova).

    Le metropolitane su gomma sono relativamente diffuse... Lilla, Tolosa, Parigi...Singapore (?)...e in futuro Torino e Losanna. E molte altre.
  • sottostazione
    00 11/21/2004 4:38 PM
    Certo, ma il translohr non ha nulla a che vedere, secondo me, con un metro' su gomma. E' vero che ha una guida senza la quale non puo' viaggiare, ma è un mezzo stradale, non un mezzo su rotaia.[SM=x346219]
  • sottostazione
    00 11/21/2004 5:13 PM
    Al contadino non far sapere quanto è buono il translohr con le pere.
    Comunque la possiamo pensare, sono sicuro che sarà un ottimo sistema di trasporto per la città.
    Come dice il contadino:"non bisogna chiedersi se il mulo è più cavallo o piu' asino...l'importante è che sia un buon mulo!"
    [SM=x346219] [SM=x346219] [SM=x346219]
  • AL PAÇIO
    00 1/3/2005 12:31 AM
    MONOROTRAM
    La definizione di sottostazione é molto simpatica, nonché azzeccata al caso.
    Beh, io lo vedo a priori come mezzo ferroviario... Lo ribadisco riferendomi a quella foto delle ruote sul pezzo di rotaia presa dal sito del metrobus pd. Può darsi che il suffisso -bus e le ruote di gomma creino questo dubbio, ma (come detto) suppongo (e penso di non sbagliarmi) che le ruote siano il mezzo più pratico ed economico per tener bilanciato il translohr. Dei cuscinetti (fermi) di gomma sarebbero poco pratici e si consumerebbero dopo 1 viaggio, nonché delle "zeppe" di ferro gratterebbero il suolo stradale, e tanto varrebbe fare la linea a 2 binari. Un' altra utilità delle ruote gommate la vedo nel fatto che, per eventuali trasporti di manutenzione, l'operazione sarebbe assai più semplice. Insomma, se fosse un bus una rotaia in mezzo non avrebbe alcuna utilità.
    Più che altro ci si potrebbe chiedere ? Lo classifichiamo come tram o come monorotaia ? Vi sono vari mezzi ibridi... Il tram si é già "ibridato" con la funicolare (a Llandudno, Genova, Trieste), col metrò e la ferrovia maggiore (tecnicamente difficile come la tazzina col manico a sinistra [SM=x346239] ), oppure si vedono altri ibridi ferroviarii come la schwebebahn di Dresden (ringrazio LHB per il link e le ottime foto). Guardando sopratutto la foto della stazione superiore e la forma del mezzo, sembra una funicolare, salvo il fatto che a terra non c'e' alcun binario.
    Insomma, per come la vedo, non dubito che il mezzo appartenga a quelli ferroviarii... Cioé, non penso altresì che, avendo l'abilità a camminare su gomma, effettui il tratto su ferro dalla stazione centrale alla tito livio, e magari stacchi li la morsa e se ne vada per fatti suoi, chessò, a Noventa Padovana o ad Abano Terme. Quindi, é abilitato per un servizio passeggeri su strada ferrata.
    Il dubbio, andandosene per sofismi, a me rimane con la "monorail".
    Comunque, speriamo che il mulo parta presto e non diventi una mortadella prima dell'inaugurazione. Ho una curiosità, mi piacerebbe vedere com'e' fatto (proprio fotografato), pur ipotizzandolo abbastanza chiaramente, l'ago dello scambio di una monorail che usa una rotaia classica.
    PS: Ma a Padova quando si parte ?
  • OFFLINE
    Paoloilfiorentino
    Post: 938
    Registered in: 7/3/2004
    tranviere senior
    00 1/3/2005 6:39 PM
    Da metrobus a metrotram
    Ribadisco che la denominazione ufficiale adesso in uso per definire il nuovo mezzo di trasporto è la seconda: almeno di nome, se non di fatto, si tratta quindi di un tram.
    Saluti a tutti,
    Paolo
  • Roberto Amori
    00 1/7/2005 1:07 AM
    Aghi: della bilancia, nel pagliaio, degli scambi ecc.

    Ecco gli scambi della rotaia utilizzata dai tram su gomma: gli aghi, anzi, l'ago si posiziona di volta in volta, mediante impulso radio dalla vettura, nella posizione desiderata.

    Differenze sostanziali: a sinistra il sistema adottato da Nancy, ossia rotaia non attraversata dal polo elettrico negativo ed entrambe i poli nella linea aerea filoviaria. A destra il sistema adottato a Jamelle Rochefort ma anche a Caen, Padova e L'Aquila con rotaia negativa e filo tranviario aereo positivo.
    Il sistema di Nancy ha un forte impatto visivo tra rotaia e rete filoviaria ma alle, non rare, sospensioni del servizio permette l'uscita di normali filobus articolati sulla linea.

  • Stefano
    00 1/10/2005 10:10 AM
    Translohr
    Salve a tutti, sono di L'Aquila e volevo porvi due punti, che a mio avviso rendono il sistema Translohr completamente differente da un tram:
    il fatto che il Translohr sia su gomma gli permette di superare pendenze fino al 13%, cosa che un classico tram non può
    assolutamente fare. (A L'Aquila il TL percorrerà una lunga strada in forte pendenza, che in inverno sarà oltretutto soggetta a ghiaccio...).
    Inoltre il Translohr può, all'occorrenza, scollegarsi da rotaia
    e linea elettrica e andare come fosse un semplice autobus per brevi
    tratti. Altra cosa che un tram non può fare.

    Secondo me sarebbe il caso di coniare un nuovo termine per questo
    mezzo di trasporto.
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 1/10/2005 6:44 PM
    Come detto poco sopra, il Translohr non può assolutamente viaggiare senza rotaia, neanche per 10 m, da solo. Può essere rimorchiato come trasporto eccezionale, smontando tutte le ruote di guida e con molta attenzione, come succede fra la fabbrica e il circuito di prova della Translohr, distanti qualche km.
  • Stefano
    00 1/11/2005 8:49 AM
    Obiezione
    Scusami Krokodil se ti contraddico, ma non è così.
    Il Translohr può staccarsi dalla rotaia e dalla linea aerea
    e camminare da solo come fosse un autobus, anche se per brevi tratti, utilizzando le batterie interne come fonte energetica.
    Per poi riagganciarsi alla rotaia.
    Questo permette al TL di aggirare eventuali ostacoli.

    Ti posso dire questo con sicurezza perchè ho visto i filmati della Lohr Industrie, sottotitolati in un italiano "quasi" pefetto (bidireZZionale...) :-)

    Saluti
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 1/11/2005 11:06 AM
    No. Tale possibilità era stata pensata, ma poi, da quello che ho sentito, non è stata applicata. Per lo meno, nel caso di Padova. Il TVR invece può staccarsi e viaggiare da solo, per questo più simile a un filobus che a un tram.
  • Stefano
    00 1/11/2005 11:14 AM
    *
    Guarda, in questa foto che ho trovato si vede il TL in fase di aggancio.



    Inoltre, se puoi capire il francese, su www.strasbourg.cci.fr/point_economique/199/nouvelles.html
    dicono che il TL può staccarsi dalla rotaia ed andare in giro
    come un bus.

    Comunque tra qualche mese nella mia città la "bestiola" comincerà
    a girovagare per le strade. Così potremo vedere se può effettivamente andarsene a spasso senza ferro, e se hai ragione
    ti pago un caffè. :-)