00 5/6/2007 4:25 PM
Ricordo che durante una gitarella a Rimini a carattere fotografico assieme ad altri appassionati fra cui l'amico Roberto Renzi, di TRAM Servizi, proprio Roberto ci fece notare come i filobus, mentre effettuavano la stretta curva che dal capolinea consente loro di fare inversione di marcia, abbiano le aste che si posizionino in posizione asimmetrica fra loro grazie allo stretto raggio di curvatura del bifilare e all'altezza della catenaria che aumenta nel tratto dove i bifilari curvano.