Freeforumzone mobile

I nuovi tram di Venezia

  • Posts
  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 3/4/2005 8:47 PM
    Da ciò che si legge sul sito del comune di Venezia i lavori sembrano avviati e viene scritto che procedono speditamente, anche se non ho trovato nessuna data sulla fine dei lavori che comunque dovrebbero essere ancora all'inizio. Le prime immagini si riferiscono a settembre 2004.
    Da quelo che si vede le linee sono 2 e i mezzi utilizzati sono i
    translohr.

    sito ufficiale

    vendita on-line di modellini e binari tranviari in scala H0 e H0m, autobus, filobus e...---> www.modellinitram.it
    AMT Toscana ---> www.amt.toscana.it
  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 3/4/2005 10:08 PM
    Mappa linee


    Per Ingrandire L'Immagine Clicca Qui

    [Modificato da XJ6 06/03/2005 8.12]

  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 3/4/2005 10:12 PM
    Esempio di inserimento
    TRAM - VIALE SAN MARCO



    Per Ingrandire L'Immagine Clicca Qui



    Altre immagini sul sito ufficiale

    [Modificato da XJ6 06/03/2005 8.13]

  • OFFLINE
    simopa
    Post: 1,189
    Registered in: 6/22/2004
    tranviere veterano
    00 3/4/2005 10:13 PM
    Tutto questo magari è di incentivo a qualche Veneziano di farsi avanti come è successo in questi giorni con Bergamo.

    [SM=x346219]
  • stefano05
    00 3/5/2005 9:25 AM
    Translohr e gondole
    Un bel connubio...
    che c'è di più romantico che fare un giro
    in laguna col Translohr ?
    :-)
  • OFFLINE
    Stefagin76
    Post: 1,602
    Registered in: 12/3/2004
    tranviere veterano
    00 3/5/2005 1:10 PM
    translohr e bus
    Ben venga il translohr anche a Venezia, anche se sarebbe stato meglio il TRAM (quello vero).
    Non so se il ponte della Libertà che unisce Mestre a Venezia sia spesso congestionato, ma l'ultima volta che sono stato a Venezia il cityclass su cui mi trovavo ha tenuto senza problema gli 80 all'ora, seguito da presso da un mercedes interurbano rosso fuoco delle OBB, che espletava (con mio grande stupore) il servizio autobus sostitutivo per le...FS! (scritto anche in tedesco: "sonderfharqualchecosa.....")

    Dubito che il Translohr potrà tenere queste velocità...

    Stefano

    Mal voluto un'è mai troppo
  • OFFLINE
    XJ6
    Post: 9,239
    Registered in: 2/22/2004
    maestro tranviere
    00 3/6/2005 8:05 AM
    Il Tram, quello vero ...

    Scritto da: Stefagin76 05/03/2005 13.10
    Ben venga il translohr anche a Venezia, anche se sarebbe stato meglio il TRAM (quello vero) (...) Dubito che il Translohr potrà tenere queste velocità...

    Anch'io continuo a non capire il senso di questo strano mezzo con una sola rotaia e con le gomme. Mah [SM=x346235]

  • OFFLINE
    sottostazione
    Post: 603
    Registered in: 2/23/2004
    tranviere senior
    00 3/6/2005 9:04 AM
    Re: Il Tram, quello vero ...

    Scritto da: XJ6 06/03/2005 8.05
    Anch'io continuo a non capire il senso di questo strano mezzo con una sola rotaia e con le gomme. Mah [SM=x346235]


    Immagino che (come del resto è scritto nel sito del comune di VE) il vantaggio di questo singolare mezzo è quello di poter avere dei veicoli più lunghi e capienti rispetto ai filobus tradizionali senza dover affrontare i costi di una infrastruttura tranviaria.
    Comunque ben vengano questi cugini del filobus, se il loro arrivo significa sostituire le attuali linee di autobus rumorose ed inquinanti...soprattutto in una città dall'equilibrio delicato come Venezia. Speriamo solo che funzionino bene!!!
    [SM=x346219]
  • OFFLINE
    XJ6
    Post: 9,239
    Registered in: 2/22/2004
    maestro tranviere
    00 3/6/2005 9:18 AM
    Re: Il Tram, quello vero ...

    Scritto da: sottostazione 06/03/2005 9.04

    (...) il vantaggio di questo singolare mezzo è quello di poter avere dei veicoli più lunghi e capienti rispetto ai filobus tradizionali senza dover affrontare i costi di una infrastruttura tranviaria. (...) Speriamo solo che funzionino bene!!!

    Finora le prove non sono state sempre esaltanti. Quale sarebbe, comunque, secondo gli amministratori, il vero risparmio? Quello di mettere a terra una rotaia sola invece di due? Sarei curioso di vedere degli studi comparativi, se esistono, sui vantaggi di questo filobus monorotaia rispetto ad una tranvia tradizionale o a una tranvia "moderna". Nel frattempo, ribadisco il "mah" ... [SM=x346239]

  • OFFLINE
    sottostazione
    Post: 603
    Registered in: 2/23/2004
    tranviere senior
    00 3/6/2005 9:43 AM
    Re: Re: Il Tram, quello vero ...

    Scritto da: XJ6 06/03/2005 9.18
    Sarei curioso di vedere degli studi comparativi, se esistono, sui vantaggi di questo filobus monorotaia rispetto ad una tranvia tradizionale o a una tranvia "moderna".


    Sono perfettamente d'accordo.
    Se degli studi comparativi esistono, temo che siano quelli forniti dalla casa costruttrice...e non da un'organismo indipendente. Come dici giustamente, il vero risparmio non è quello che si verifica all'atto dell'acquisto ma nel lungo periodo...staremo a vedere!
    [SM=x346219]
  • stefano05
    00 3/6/2005 10:49 AM
    *
    Quando a L'Aquila si decise di "comprare" il Translohr, lo
    si fece tenendo conto del territorio (forti pendenze e strade piccole), del contesto urbanistico e storico, della bassa "invadenza" rispetto ad una tranvia tradizionale ecc...
    A Venezia si sarebbe certamente potuto optare anche per altri sistemi, ma credo che ci siano anche motivi non strettamente tecnici dietro alla scelta fatta, come ad esempio l'estetica.
    Non so, forse dico una stupidaggine, ma è anche vero che il TL
    ha una linea molto bella e moderna, che si addice molto alla
    città lagunare.
  • OFFLINE
    Augusto1
    Post: 25,501
    Registered in: 2/5/2004
    maestro tranviere
    00 3/6/2005 12:17 PM
    per stefano05
    Il Translohr ha una linea moderna, ma a rigor di logica una linea moderna non dovrebbe andare d'accordo con l'architettura della città. Credo che la scelta del Translohr, come quasi tutte le scelte in questo campo, sia dettata più da fattori economici che tecnici. Il fatto di avere una sola rotaia non vuol dire che i lavori siano meno "invasivi", visto che va anche realizzata la "pista" di rotolamento delle ruote (la resistenza all'usura della quale è tutt'altro che rassicurante...) e a Padova hanno chiuso intere strade per la costruzione del percorso. Tanto valeva costruire una tranvia tradizionale, meno infarcita di incognite...[SM=x346219]

    [Modificato da Augusto1 06/03/2005 12.19]


    1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
    P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
  • OFFLINE
    XJ6
    Post: 9,239
    Registered in: 2/22/2004
    maestro tranviere
    00 3/6/2005 1:03 PM
    Io infarcisco, tu infarcisci, egli infarcisce ...

    Scritto da: Augusto1 06/03/2005 12.17
    (...) infarcita di incognite...

    Bellissimo Augù, il tuo scriver forbito ... Sono senza parole, imperciocché [SM=x346236]

  • stefano05
    00 3/6/2005 4:41 PM
    *
    Ripeto, non conosco i motivi della scelta e mi piacerebbe sapere.
    Forse un tram tradizionale avrebbe sofferto troppo di... umidità !
    Scherzo.
    Forse la silenziosità, la leggerezza del mezzo (altrimenti S.Marco sprofonderebbe)...
    Poi, è vero che per fare la sede con rotaia bisogna chiudere tutta la strada, ma l'esecuzione dei lavori è più rapida.
    Ad ogni modo, vedendo le immagini, tra l'estetica del TL e l'architettura veneziana mi sembra ci sia un buon accostamento.
    Comunque, avendo il 70% di superficie vetrata, forse era meglio se lo installavano a Murano.

    [Modificato da stefano05 06/03/2005 16.49]

  • OFFLINE
    Augusto1
    Post: 25,501
    Registered in: 2/5/2004
    maestro tranviere
    00 3/6/2005 4:54 PM
    murano
    Buona questa![SM=x346239]

    1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
    P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 3/6/2005 5:20 PM
    I tram su ferro possono essere molto silenziosi, e penso che la differenza di peso rispetto ai Translohr sia trascurabile, pensando anche al fatto che non sono i soli veicoli che circoleranno in zona.

    Infine, i Citadis (per esempio) sono diffusissimi in Francia ma non ostante questo all'esterno diversi, e potrebbero (loro o altri tram) portare la linea dei Translohr.
  • OFFLINE
    Nicola M.
    Post: 710
    Registered in: 12/9/2003
    tranviere senior
    00 3/8/2005 11:20 AM
    Venezia ........ si fa per dire!

    In realtà il Translohr percorrerà le vie di Mestre o Marghera.
    E' pur vero che il comune è sempre quello ma vi assicuro che i cittadini di Mestre non si qualificano come veneziani.

    Ho spostato la discussione nelle "Future città tranviarie"
  • OFFLINE
    Krokodil
    Post: 748
    Registered in: 6/2/2004
    tranviere senior
    00 3/8/2005 10:14 PM
    Ho sentito effettivamente parlare di un'idea di una linea in galleria fino a Murano, con Translohr o people mover su gomma. Non so dove, ma alla fine sarà solo qualche idea di qualche amministratore o progettista, nulla di concreto.
  • OFFLINE
    MauroP
    Post: 1,238
    Registered in: 2/7/2004
    tranviere veterano
    00 4/9/2005 8:42 PM
    Venezia sotterranea

    Scritto da: Krokodil 08/03/2005 22.14
    Ho sentito effettivamente parlare di un'idea di una linea in galleria fino a Murano, con Translohr o people mover su gomma. Non so dove, ma alla fine sarà solo qualche idea di qualche amministratore o progettista, nulla di concreto.



    Anch'io ho letto di quel progetto, e mi è parso di capire che c'è tutta l'intenzione di realizzarlo, sebbene non mancheranno le proteste di ambientalisti, sovrintendenza e quant'altro. La linea di circa 8 km dovrebbe collegare l'aeroporto di Tessera con l'Arsenale attraverso Murano, il Cimitero e le Fondamenta Nuove, tutto questo in 14 min. contro gli attuali 65. E' previsto un eventuale prolungamento al Lido. Trattasi di tranvia in galleria, SOTTO il fondale lagunare...[SM=x346231] Da definire il tipo di mezzo. Staremo a vedere...

    [Modificato da MauroP 09/04/2005 20.43]


    Mauro
    T.J. Team
  • OFFLINE
    LHB
    Post: 89
    Registered in: 8/3/2004
    apprendista tranviere
    00 4/13/2005 4:44 PM
    Tratto della Repubblica:

    Il progetto, un tunnel di 8 km, inizierà l'iter tra pochi giorni
    Il sindaco lo caldeggia, i due candidati alla successione frenano
    Via al metrò sotto la laguna
    il sogno che divide Venezia

    dal nostro inviato ROBERTO BIANCHIN


    Il sindaco Paolo Costa

    VENEZIA - Attesa come la manna e temuta come la peste, amata e odiata come tutte le grandi opere progettate nella fragile città dei Dogi, la metropolitana sublagunare, "sognata sin dalla fine dell'800", come sostiene la giunta comunale uscente, finisce di essere un miraggio, una chiacchiera da bar. Il progetto, sette fermate da Tessera all'Arsenale in un tunnel di otto chilometri che corre venti metri sott'acqua, esce a sorpresa dai cassetti polverosi del Comune e comincia ufficialmente il suo viaggio burocratico per diventare realtà.

    Giovedì 21 aprile, tre giorni dopo il ballottaggio che darà a Venezia un nuovo sindaco, ma dodici giorni prima del suo insediamento, il progetto del metrò, sostenuto dalla maggioranza di centrosinistra in scadenza pur tra contrasti e polemiche, verrà esposto nell'aula magna dell'università di architettura. E sarà tutt'altro che una passerella. Perché la "pubblicizzazione dell'intervento" è il primo atto ufficiale della valutazione di impatto ambientale dell'opera, che va a così a incominciare. I cittadini avranno cinquanta giorni di tempo per presentare le loro osservazioni.

    Il progetto, approvato dal Comune, e caldeggiato dal sindaco uscente Paolo Costa, è sostenuto da una "associazione temporanea di imprese" capitanata dalla Actv, l'azienda di trasporto pubblico locale, e realizzato, dice l'amministrazione, con una "procedura innovativa", quella del "project financing". Il Comune, in sostanza, "non spenderà un euro". Il costo dell'opera, stimato in 340 milioni di euro, verrà sostenuto per metà da un finanziamento del governo, e per l'altra metà da fondi anticipati dalle imprese costruttrici.

    Il Comune ha inviato il progetto al ministero delle infrastrutture per l'inoltro al Cipe con la richiesta del "finanziamento aggiuntivo" a integrazione degli investimenti programmati dai promotori. Questi ultimi (Actv, Bnl, Mantovani, Sacaim, Arsenale Venezia, Net Engineering, Studio Altieri, Save Engineering, Metropolitana Milanese) contano di rientrare dall'investimento con l'incasso dei biglietti.

    Il metrò, per la cui costruzione sono previsti cinque anni e mezzo di lavori, dovrebbe partire da Tessera, nella terraferma veneziana, accanto al nuovo stadio e al nuovo casinò, progettati anch'essi ma entrambi ancora da costruire. Correrà fino a Venezia per 8 chilometri e 300 metri in un tunnel sottomarino a binario unico di 5,8 metri di diametro, venti metri sott'acqua. La seconda fermata dovrebbe essere all'aeroporto "Marco Polo", la terza ai bordi della terraferma, al terminal di Tessera, dove dovrebbe incontrarsi con le nuove linee della ferrovia e dei tram urbani di Mestre. Quindi attraverserà la laguna fino all'isola di Murano, quella famosa per i suoi vetri (quarta fermata) e approderà in centro storico alle Fondamente Nuove, all'altezza della Misericordia. Le ultime due fermate, sempre a Venezia, saranno all'ospedale civile (dieci minuti a piedi da piazza San marco), e quindi all'Arsenale, semiabbandonato da decenni, che si conta in questo modo di rivitalizzare.

    Per collegare le stazioni alla superficie, vi saranno delle "zone di risalita" con passaggi pedonali, scale mobili, fisse e ascensori, e attività commerciali, servizi e biglietterie. Il tempo totale di percorrenza, da Tessera all'Arsenale, sarà di 14 minuti, la metà di quello impiegato oggi con i normali mezzi acquei. Si prevedono otto corse all'ora, capaci di trasportare ciascuna 300 passeggeri, con convogli lunghi trenta metri di vetture su gomma, per una capacità totale di 30-40 mila passeggeri al giorno, e di 6 milioni di passeggeri l'anno: la metà dei turisti che annualmente intasano Venezia.

    Ma non mancano le polemiche, sia sull'utilità che sui costi dell'opera, come sui rischi statici e ambientali per un'opera che potrebbe mettere a repentaglio la stabilità del sottosuolo della laguna.

    (13 aprile 2005)

1 / 13