Tram storico per Firenze, sul modello di quello di Parigi (T2)

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2, 3, 4
Daniele2595
00Sunday, June 18, 2006 12:45 PM
Ciao a tutti! [SM=x346219]
Intervengo con questo nuovo 3d per lanciare una proposta, forse un po' "azzardata" o forse soltanto prematura, ma che ritengo interessante.

Innanzi tutto, la mia proposta si basa su di una situazione esistente a Parigi, e precisamente sulla nuova linea tranviaria T2 (Tramway du Val de Seine): uno storico gruppo parigino di appassionati di tram e treni (il COPEF) ha acquistato dalla azienda di trasporti di Vienna la storica vettura tranviaria a due assi 4098, e la utilizza saltuariamente per corse speciali sulla suddetta tranvia, in accordo e collaborazione con la RATP.
A riguardo, vedi anche:

www.francevuedutrain.net

www.copef.org/presenta.htm

Ebbene, la rete tranviaria di Firenze conterà presto tre linee, interessanti anche zone storiche del centro cittadino, e visto che la città del giglio é uno dei più rinomati siti turistici mondiali, con un flusso incredibile di visitatori da tutto il pianeta, ecco che sarebbe una cosa simpatica offrire ai turisti (ma anche ai residenti) la possibilità di un giro su un tram storico, programmandone le escursioni in alcune date dell'anno (magari durante il Maggio Musicale, oppure durante le Notti Bianche, o durante le domeniche ecologiche).

Il fatto che la RATP parigina sia fortemente coinvolta nella realizzazione e gestione della nuova rete fiorentina é positivo, perché potrebbe portare l'esperienza che ha acquisito con l'adattamento e la gestione della vettura viennese su di una linea completamente nuova come la T2 di Parigi.

Naturalmente, si tratterebbe di una vettura non fiorentina, essendo purtroppo le vetture originali andate tutte demolite [SM=x346222] , ma in ogni caso anche una due-assi "allogena" farebbe bella figura, così come la vettura ex Tranvie Locarnesi ad Oropa ha saputo efficacemente e simpaticamente richiamare alla memoria quella che fu la vera tranvia Biella-Oropa (vedi: www.railfaneurope.net)

Candidata ideale sarebbe una vettura a due assi di Oporto:

www.railfaneurope.net

il cui truck é dello stesso tipo Brill che equipaggiò alcune serie di vetture fiorentine; proprio qualche tempo fa, la rete di Oporto (e il ricco museo tranviario aziendale, http://museu-carro-electrico.stcp.pt) aveva espresso il desiderio di cedere alcune vetture che "crescevano" dalle necessità di gestione delle due linee tranviarie storiche (1E e 18E) della città lusitana, a patto che venissero conservate e/o rimesse in funzione.
Proprio per questo, alcune vetture avevano già raggiunto la città brasiliana di Santos, per essere rimesse in servizio e circolare sulla locale tranvia storica.

Due vetture Brill di Oporto sono già presenti nella collezione storica ATC Bologna, proprio perché dotate degli stessi universali truck Brill di alcune vetture bolognesi non più esistenti.

Naturalmente la mia é solo una proposta, quasi una provocazione, ma credo che sarebbe una bella iniziativa che sarebbe molto apprezzata da turisti e residenti.

Che ne pensate?

Daniele

[Modificato da XJ6 19/06/2006 0.43]

Daniele2595
00Sunday, June 18, 2006 3:56 PM
Per completezza, inserisco gli indirizzi web delle schede delle due vetture ex Oporto della collezione storica di Bologna:

http://www.atc.bo.it(...)1954709504&l

http://www.atc.bo.it(...)0653000704&l

[SM=x346219]
Daniele

[Modificato da XJ6 19/06/2006 0.47]

AlessandroFan
00Monday, June 19, 2006 12:19 PM
mi hai fregato l'idea, ma la tua è migliore......
Avevo anche io in mente di proporre sul forum qualcosa di simile, anche se io, più prosaicamente, e forse facendo arricciare il naso a qualche purista, mi contentavo di proporre una Peter Witt milanese, che si trova anche dal fruttivendolo, anche se completamente avulsa dal contesto storico fiorentino, in cui vetture a carrelli non hanno mai circolato se si esclude una vetutra torinese portata a firenze per prova negli anni 30.
Un'alternativa potrebbe essere una vettura FIAT a carrelli torinese (o, meglio, Madrilena, se ne esistessero ancora) simile a quelle ordinate per Firenze nel 42 e mai arrivate.

Comunque, ben vengano anche i truck Brill!



Alessandro
Lucajuventino
00Monday, June 19, 2006 1:58 PM
Di vetture FIAT madrilene ne esistono forse ancora due, ma sono in condizioni peggiori delle 3100 (le FIAT torinesi) che abbiamo qui accantonate, soprattutto perché sono ferme da oltre 30 anni, mentre le nostre da molto meno (però molto più vandalizzate).

Nel complesso è un'ottima idea. Qui a Torino, l'intenzione di ATTS di creare una linea con vetture storiche prevede la possibile acquisizione di materiale da altre città. All'estero questi scambi di vetture sono molto comuni (sia in campo museale che di servizio pubblico, cito ad esempio i mezzi di Monaco in Romania oppure quelli di Vienna a Rotterdam).

Luca
Daniele2595
00Monday, June 19, 2006 3:38 PM
Per Alessandro (che saluto!!! [SM=x346219] ): ho pensato a una "due assi" lusitana perché renderebbe meglio l'idea di cosa era il tram a Firenze tra il 1900 e il 1958, ovvero corte vetturette col lucernario e truck statunitense, ma anche perché servirebbero motrici BIDIREZIONALI per fare servizio sulle nuove linee con capolinea tronchi, mentre le 28 milanesi e le 3100 torinesi sono monodirezionali.......
Tra l'altro, le vetture di Oporto sono a scartamento ordinario, come la nuova rete fiorentina.

Sul numero del febbraio 2005 di "Tramways & Urban Transit" si dà notizia della messa in vendita, da parte del Museo Tranviario di Oporto, di ben NOVE vetture a due assi; Le trattative sono riservate esclusivamente a musei o organizzazioni/società che hanno l'intenzione di rimettere in funzione le vetture.
I costi di trasporto sono a carico dell'acquirente.

Da allora sono passati 16 mesi; la città brasiliana di Santos ha già acquistato due o tre di queste vetture, mentre per le rimamenti.........chi primo arriva se le piglia!!!! [SM=x346239]

Non credo proprio che per la RATP e il Comune di Firenze sia uno sforzo insostenibile; bisognerebbe provare a sentire e sensibilizzare qualcuno nell'azienda e al Comune.

Simopa e Paoloilfiorentino, cosa ne pensate?

Daniele
lk702
00Monday, June 19, 2006 9:00 PM
Tram madrileni
Scusa la domanda Lucajuventino,
è vero che esistono ancora un pai0o di vetture Fiat/CAF madrilene?
Io sapevo solo dell'esistenza di vettura a 2 assi, utilizzata per il centenario del tram a madrid e per la scena finale del film "Il dottor Zivago", attualmente conservata presso un deposito della metro di madrid..
Se hai notizie in merito me le fai avere per favore.
Grazie mille!
Stefagin76
00Monday, June 19, 2006 9:57 PM
il tram prima del tram
Ciao, forse non tutti sanno che nei primi anni Novanta l'allora giunta di pentapartito guidata da Morales redasse un progetto per una tranvia a scartamento ridotto, a binario unico con raddoppi, che doveva transitare per le Cascine, inizialmente con fini strettamente turistici e successive estensioni che avrebbero riguardato gli abitati di Peretola e, attraverso un ponte (antesignano dell'attuale in costruzione)raggiungere l'isolotto. Questo progetto, aldilà di ogni altra considerazione tecnica, è stato molto importante perchè ha contribuito grandemente al cambio di mentalità che si determinò dal 1993 in poi riguardo le soluzioni da dare al problema dei trasporti a Firenze. Prima di allora aveva sempre prevalso l'ipotesi di metropolitana tradizionale con progetti il più delle volte deliranti (ricordo ancora con orrore un ritaglio de La Nazione nel quale si prevedevano addirittura delle linee....sopraelevate ricalcanti alcune strade cittadine, come via Toselli, sullo stile di New York!). Solo dopo il piccolo progetto sopra menzionato cominciò a prevalere l'idea di riqualificare le strade attraversate mediante il ricorso al sistema tranviario classico in sede protetta. Pertanto si può a buon diritto attribuire a tale giunta il merito di aver dato il là al nuovo sistema tranviario fiorentino. Una curiosità: buona parte dei partiti che componevano quella maggioranza confluirono poi nel centrodestra, che oggi osteggia la tranvia: chi è causa del suo mal...

A mio avviso non sarebbe male riprendere questo progetto, così da impostare un servizio tranviario turistico lungo le cascine e capolinea all'Indiano: sarebbe sufficiente istallare una coppia di scambi prima della curva che porterà al nuovo ponte tranviario e far proseguire la nuva tranvia a binario unico con raddoppi al Piazzale del Re e all'Ippodromo. In centro la tranvia potrebbe avere uno storico capolinea in piazza Davanzati, dove già i tram fiorentini sostavano prima della guerra, così da liberare definitivamente qull'area dall'attuale vergognosa sosta di centinaia di motorini. Per la disposizione dei binari nessun probelma: basta andare all'Archivio Storico Comunale e copiare pari pari la disposizione degli stessi dai piani schematici della rete STU. Tra l'altro una racchetta in centro sarebbe utilissima anche per impostare un capolinea sussidiario della linea 2 molto vicino al centro nevralgico di piazza Signoria (e infatti prima della soppressione dei tram questo era un capolinea importantissimo) come per rispondere meglio ad eventuali perturbazioni d'esercizio date da cortei o manifestazioni.

Che dici Simone, c'è qualcuno a Palazzo Vecchio in grado di accolgiere quest'idea? [SM=x346239]

Stefano

P.s. 1 Per le vetture: non ci sarebbvero dei problemi di voltaggio con i tram ex Porto?

P.s. 2 Per finire, ecco il link con la cronologia del progetto tranvia:
www.ataf.net/IT_DNA_PROGETTI.asp?F=&S=35005&C=29&L=IT&B=
simopa
00Monday, June 19, 2006 11:41 PM
L'idea di Daniele è senza alcun dubbio di grande fascino e realizzabile senza grossi sforzi anche dal punto di vista economico, comunque come ho già scritto nella discussione sui lavori la possibilità che la linea 1 venga prolungata all'interno delle Cascine (per poi magari dirigersi a Novoli) sarebbe opportuna a prescindere della linea storica che poi continuerebbe fino al ponte all'Indiano.
Se in comune potrebbero apprezzare la proposta francamente non lo so, a livello politico ho qualche dubbio, già costruire questi primi 20 km è un grossissimo impegno, poi per forza di cose avranno la priorità i 2 prolungamenti verso la parte sud della città e poi forse si potrebbe parlare di una linea ad esclusivo uso storico.
Altro discorso sarebbe l'aquisto di un tram che utilizzi la linea 2 nel centro storico, questo secondo me si potrebbe proporre.

[SM=x346219]
Daniele2595
00Tuesday, June 20, 2006 1:50 PM
Ciao Simone!
Io pensavo solo ad una vettura storica utilizzabile in occasioni particolari sull'intera rete attualmente in costruzione, anche (ma non solo) nel centro storico; una linea nuova esclusivamente esercita con tram storici mi pare invece un'idea suggestiva, ma un pò prematura.

Daniele
Ataf
00Friday, August 18, 2006 10:19 PM
idea (non so se condivisa)
ma perche invece di cercare dellevetture da altre città non proviamo a cercare gli schemi costruttivi dei vecchi tram fiorentini? con le moderne tecnologie potremmo ricostruirne uno che non sarebbe quello dei gloriosi tempi passati ma sarebbe comunque un buon monito del passato
Daniele2595
00Saturday, August 19, 2006 11:50 AM
Beh, negli USA c'é una azienda che fa esattamente quello che tu proponi:

www.gomacotrolley.com/index.html

[SM=x346219]
Daniele
Tram Verde
00Tuesday, December 18, 2007 10:32 AM
Tram storico a Firenze.
Mi chiedo perchè Firenze, o qualche altra città neo-tramviaria italiana, non richiede all'Atm di Milano la cessione di qualcuna delle vetture extra urbane, che giacciono abbandonate nei depositi di Desio o Varedo. Si tratta di materiale tramviario antichissimo e di grande pregio, che meriterebbe di essere recuperato e valorizzato e non abbandonato alla ruggine. In questo modo si raggiungerebbe un doppio scopo: preservare vetture storiche e dotare Firenze di tram storici di grande suggestione, anche a fini turistici.
Augusto1
00Tuesday, December 18, 2007 12:21 PM
per Tram Verde
A Firenze già è un problema mettere in funzione una tranvia a scopo commerciale figurati se già hanno la testa di pensare di recuperare un tram storico. Mi sorge poi una domanda: come direbbe Di Pietro, che c'azzecca un tram giacente a Desio o a Varedo sui futuri binari di Firenze?
Tram Verde
00Tuesday, December 18, 2007 4:34 PM
Tram Storico a Firenze
Per Augusto:

se è per quello "non ci azzeccano" nulla anche i tram di Milano negli USA, però è sempre meglio che circolino là, piuttosto che venire distrutti dallo sfasciacarrozze. E poi le loro foto hanno già fatto il giro del mondo e sono una grossa attrattiva turistica. Siccome non credo che a Firenze sia stato preservato materiale storico, se si vuole creare una linea turistica, cosa alla quale la città si presterebbe benissimo, bisognerà pur importare da qualche parte dei rotabili storici; quindi perchè non prelevare quelli di Milano, destinati all'abbandono?
Letimbrus
00Tuesday, December 18, 2007 5:38 PM
purtruppo fu tutto accantonato a varlungo e demolito nei primi mesi dopo la chiusura [SM=x346222]

io sarei per si, prendere del materiale storico da dove non lo vogliono (vedi Roma o anche Milano anche se, fortunatamente di meno), ma anche ricostruire, magari cannibalizzando altre vetture accantonate qua e la per l'Italia una Radiax, bellissimo tram tipico della città!
e magari tabellarla 17 [SM=x346220]
BiagPal
00Tuesday, December 18, 2007 9:55 PM
Sarebbe un ottima idea, però effettivamente preferirei anche io prima vedere in esercizio le linee in costruzione.
Letimbrus
00Tuesday, December 18, 2007 11:17 PM
quello è scontato! [SM=x346228]


birillo2000
00Wednesday, October 15, 2008 3:05 PM
Ciao e ....se noi si facesse un consorzio ( un comitato....) dove poter decidere il rifacimento o la costruzione di una vettura diciamo 'storica' che ne dite? A napoli il primo tram storico è già quasi pronto. Potremmo all'inizio lavorare in qualche capannone
dell'ataf e poi..di cosa nasce cosa!
Augusto1
00Wednesday, October 15, 2008 4:34 PM
per birillo2000
Che bello! E i soldi chi li mette? I comitati propongono, quelli che decidono sono altri...
birillo2000
00Thursday, October 16, 2008 8:10 AM
Ciao, Augusto hai ragione vangelica ma la possibilità eventualmente di aggirare questo ostacolo grosso come una montagna, bisogna alomeno virtualmente inventarla e noi siamo da meno? Proviamo!
Augusto1
00Thursday, October 16, 2008 9:04 AM
per birillo2000
Sicuramente un tentativo va fatto, e avere volontà ferma è un buon inizio...
Letimbrus
00Thursday, October 16, 2008 11:48 AM
io ho un'idea al riguardo che mi frulla in testa da un pò...sulla pubblicazione dell'ATAF "60 anni nel cuore della città" (ma anche in altri libri!) si vede lo schema di una vettura a carrelli che fu oridinata prima della guerra ma che, ovviamente, non fu mai consegnata. chissà se con quella le sorti sarebbero stare diverse (anche se sono belle le Radiax ricostruite).
a parte elucubrazioni storiche, l'ultima vettura di Genova è MOOOOOOOOLTO simile a quel progetto (900, ex 973, solo che è bidirezionale e singola, nel progetto è monodirezionale e articolata) sta marcendo in un deposito: là non hanno una linea dove può circolare e in altri posti non l'hanno richiesta...qualcuno dice che lo scartamento della vettura (1000 mm) è un problema....ma da altre parti ho letto che ci potrebbe essere la possibilità di cambiare i carrelli con quelli delle 3000 torinesi... inoltre, a parte un pò di ruggine, lo stato di conservazione è abbastanza buono, essendo stata ristrutturata poco più di una decina di anni fa...
un pensierino?
sotram
00Thursday, October 16, 2008 7:02 PM
Sarebbe un falso storico troppo grosso. caso mai in prestito a cagliari, dove non servirebbe neppure cambiare i carrelli ...
oppure meglio che mai, a far navetta tra casella e casella-deposito ...
magari cosi` prolunghi la linea di qualche centinaio di metri e la fai arrivare come tranvia urbana proprio in centro a casella
birillo2000
00Friday, October 17, 2008 5:49 AM
Ciao, è molto più semplice una 28 milanese che a parte il colore
e poca manutenzione, potrebbe liberamente circolare e all'occorrenza in seguito potrebbe saltar fuori anche la linea storica con altre due o tre sue compagne. I prezzi per quanto riguarda il loro acquisto non erano fino a qualche anno fa eccessivi. Se circolano a Milano con i Sirio,possono circolare anche sulla rete di firenze.
P.s.demose da fa!
sotram
00Friday, October 17, 2008 8:56 AM
L'idea del tram "storico" puo` essere presa in considerazione solo se:
A: esiste una linea circolare oppure una che attraversa il centro (anche l'anello stazione-duomo-s.marco-liberta`-fortezza-stazione potrebbe bastare) ;
B: non vi sono interruzione nella linea di contatto.
senza queste due condizioni non ci pensare neppure.
Augusto1
00Friday, October 17, 2008 9:52 AM
Ragazzi, per far girare un tram storico sulla rete fiorentina, a parte le decine di migliaia di euro necessarie per l'operazione (sia per restauro che per trasporto), dovete tener presente due fondamentali questioni:
1) non c'è bisogno di una linea storica, ma c'è bisogno di allestire capolinea ad anello o comunque a triangolo per girare il tram;
2) non sottovalutare la questione dell'alimentazione di rete: se vi appropriaste di una vettura alimentata a 600 c'è bisogno di montare un inverter (che non sempre è compatibile). Il suo prezzo attuale è circa 15000 euro.
Io non dico per scoraggiare, ma perchè l'entusiasmo poi cozza contro le difficoltà della realtà, per cui è meglio arrivare preparati...
simopa
00Friday, October 17, 2008 1:42 PM
Ha perfettamente ragione Augusto, se non c'è una effettiva collaborazione da parte dell'ente pubblico on finanziamenti e disponibilità di materiale, tecnici e locali credo che la sua realizzazione sia estremamente complicata. E tutto questo ovviamente non c'è e non credo sia nei piani in quanto ci sono al momento altri problemi molto più incombenti che devono essere affrontati e comunque con una sola linea la questione a mio modesto parere non può essere presa in considerazione. Al massimo si potrebbe cominciare a sondare le opinioni delle istituzioni pubbliche...

[SM=x346219]
Augusto1
00Friday, October 17, 2008 3:22 PM
Diciamo che, se trovaste i soldi, potreste vedere di farvi regalare una "28" di Milano (se disponibile) o una vettura torinese (occhio che se ne vanno quasi tutte negli Stati Uniti, prima o poi, voce di popolo...) e portarla a Firenze da qualche parte. Il resto si vedrebbe poi...
Stefagin76
00Friday, October 17, 2008 11:16 PM
libro dei sogni
La vecchia giunta Morales propagandò per qualche tempo un progetto di attraversamento del Parco delle Cascine con una tranvia a scartamento ridotto e binario unico. La mia idea è di proporre un ripescaggio di quel progetto, mantenendo il binario unico (con opportuni raddoppi) ma ovviamente passando allo scartamento ordinario e mutando leggermente il percorso.
Il capolinea centrale della linea turistica "C" sarebbe sito in Piazza Davanzati, recuperando il percorso ad anello presente fino alla soppressione delle tranvie di prima generazione; ci si immetterebbe poi nel percorso ordinario della linea 2 fino a piazza Stazione, per poi proseguire lungo l'itinerario della linea 1 fino alla fermata di Viale degli Olmi alle Cascine; di lì si abbandonerebbe la linea 1 per proseguire a binario unico nel controviale fino al Piazzale Kennedy (raddoppio) e anello finale davanti all'Ippodromo delle Mulina (dove ora gira il 17). Per le vetture, penso che le 28 di Milano andrebbero benissimo, specie nel percorso centrale.
In alternativa, esite una tesi di laurea approfondita che tratta dell'inserimento di una tranvia turistica a semplice binario con raddoppi lungo il viale dei Colli.

Ovviamente proposte del genere potranno essere fatte solo ad una Giunta non in scadenza dei mandato e che abbia già realizzato le linee 1,2,3 e relative estensioni.

Stefano

birillo2000
00Saturday, October 18, 2008 1:53 PM
Ciao, Augusto,e sono d'accordo con lui, dice che a MIlano molte 28 stanno per partire oltreoceano e.. non solo. Qindi se il prezzo è basso, possiamo se l'idea non va in porto, rivenderle noi. Ma per lo meno non ce le facciamo sfuggire. Una volta ricoverate in un binario morto penso che la voglia di dederle muovere da sole, venga un pò a tutti. Quando crcoleranno per far bella vista di se basterebbe abbassare la tensione della cabine e il dada è...tratto.E' chiaro che si fa così per fatasticare ma ...mai dire mai.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:04 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com