Tram e treni in Marocco

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Paoloilfiorentino
00Thursday, July 1, 2010 11:05 PM
Rabat e Casablanca
Cari amici,

a metà giugno ho compiuto un breve viaggio in Marocco, paese piacevolissimo e di grande bellezza che ancora non conoscevo.
Sono rimasto impressionato dall’efficienza della rete ferroviaria marocchina, ispirata con molta evidenza al modello francese.
Non vi sono, almeno per ora, linee ad alta velocità, previste comunque in un prossimo futuro.
I treni che collegano le città principali sono comparabili, per la qualità del servizio e per il materiale rotabile impiegato, ai nostri Intercity. La pulizia è sicuramente molto maggiore, ed ogni treno è dotato almeno di un addetto alla raccolta di lattine e bottiglie ed al controllo delle toilettes, che ho sempre trovato perfettamente immacolate e in ordine.
I treni regionali sono sicuramente di livello superiore ai nostri, specialmente per quanto riguarda la pulizia degli interni e delle ritirate. Non ho visto neppure un vagone “sbombolettato”: c’è da immaginare che i taggers, se ve ne sono, non abbiano vita facile.
Le stazioni di Rabat, Marrakech, Casablanca e Fes sono modernissime e funzionali e danno al viaggiatore un’impressione di innegabile efficienza.

Arrivato via treno a Rabat da Fes, appena uscito dalla stazione ho notato una linea tranviaria già completa di linea aerea e segnalamento, pronta per l’inaugurazione. Si tratta della prima linea marocchina di nuova generazione, dal centro di Rabat al sobborgo di Sale: circa 20 km, lungo i quali sono previste 32 fermate. Sono stati ordinati 22 tram Alstom, attualmente in consegna, caratterizzati, come è tradizione della casa francese, da un disegno “esclusivo”.
L’inaugurazione della linea è prevista per la primavera 2012.

A Casablanca pure si sta lavorando alla costruzione della prima linea tranviaria. L’intero sistema prevede due linee per una lunghezza di 29 km, con 50 fermate. In una seconda fase si dovrebbe arrivare ad un sistema di ben 76 km. Sono stati ordinati, come prevedibile alla Alstom, 38 tram Citadis.
La data annunciata per l’inizio del servizio è il dicembre 2012.

Cordiali saluti da

Paolo





Giampi5
00Saturday, July 3, 2010 9:01 PM
Grazie Paolo per la preziosa informazione.
In effetti l'area di diffusione del tram (parlando dell'epoca moderna, escludendo quindi la prima metà del '900 in cui era un po' dovunque il principale mezzo di trasporto urbano) si sta estendendo sempre più a sud, dopo una lunga era in cui era stato quasi relegato al Centro Europa. Oggi un po' tutto il Nord Africa, con Tunisi in testa con almeno 4 linee, si sta (ri)dotando di questo bellissimo sistema di trasporto.
[SM=x346228]
Augusto1
00Saturday, July 3, 2010 10:47 PM
Molto interessante, grazie a Paolo.
XJ6
00Tuesday, July 6, 2010 3:29 AM
Grazie Paolo...

...hai cominciato a viaggiare, e chi ti ferma più! [SM=x346236]
filobustiere
00Thursday, December 13, 2012 7:11 PM
Tram a Casablanca (dopo la profezia di Paolo)
Il 12 dicembre (ieri) è stata inaugurata la rete tramviaria di Casablanca, capitale del Marocco. Si è realizzato così il progetto presentato durante una conferenza stampa nel corso del 2008 che recepiva le raccomandazioni ministeriali emanate nel 2004 per la creazione di un’alternativa al trasporto dipendente dai carburanti convenzionali.
Qualche cifra.
Lunghezza della linea (si dichiara la 1 quindi seguiranno altre) 31 chilometri, con attraversamento dell’agglomerato urbano da parte a parte e termine da un lato con una “forchetta”.
Fermate dislocate lungo la linea 48
Durata del percorso circa un’ora con una velocità media di 19 km/h
Passeggeri movimentati in un giorno 250.000 (stima dell’esercizio iniziale)
Servizio nei giorni feriali 6.30/22
Servizio nei week end 6.30/23.30
Cadenza dei passaggi nelle “rush hours” 4.5 min
Spesa complessiva 4 miliardi e mezzo di valuta locale reperiti con l’aiuto delle banche e di una sottoscrizione pubblica garantita dalla casa reale. Gestione a cura di una Società Anonima fondata ad hoc nel 2009
Numeri dell’impresa.
170000 metri cubi di calcestruzzo che avrebbero riempito 68 piscine olimpiche
126 chilometri di sottoservizi deviati per permettere la realizzazione dell’itinerario
2000 tonnellate di acciaio sufficienti a riempire 10 aerei 747 vuoti
91 imprese coinvolte direttamente o indirettamente nel progetto di cui ben 61 di vigenza nel Marocco
220000 mq di marciapiede ricondizionato

Materiale rotabile Alstom simile a quello in servizio a Madrid ma abbinabile a due, a due
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:01 PM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com