NAPOLI - TOPONOMASTICA

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: 1, [2]
e646.060
00Saturday, March 27, 2010 3:36 PM
a proposito, Carità è il nome del rione abbattuto a inizio 900, la cui piazza omonima corrispondeva allo spazio compreso tra l'asse di via Toledo e i quartieri; la piazza odierna è intitolata a Salvo d'Acquisto.
CityclassR4
00Saturday, March 27, 2010 6:04 PM
[SM=g1885122] e non è manco ufficiale, perchè sullo stradario ufficiale e sulle diciture è proprio "Carità"; non fatevi ingannare dal monumento...
Cuore Flegreo
00Sunday, March 28, 2010 10:01 PM
A proposito, si conosce quale sarà la sorte della fontana del Nettuno al termine dei lavori in Piazza Bovio? Tornerà lì oppure resterà nell'attuale ed in realtà più antica collocazione in via Medina?
Augusto1
00Monday, March 29, 2010 1:13 AM
La fontana del Nettuno potrebbe andare davanti a Palazzo San Giacomo. Di certo non tornerà, ahimé, a piazza Bovio.
trammue
00Monday, March 29, 2010 1:56 PM
primo, i toponimi vanno rispettati (venezia docet), anzi andrebbero ripristinati quelli spariti dalle tabelle ma non dalla testa degli abitanti che continuano a chiamarli col vecchio nome.

secondo: chi sarebbero questi illustri che hanno dato lustro a napoli?
forse i vittorii, i filiberti, i cavour?
mi pare che anche tu sei del parere che questi stanno meglio al festival di sanremo
CityclassR4
00Tuesday, October 19, 2010 10:32 PM
Una strada per Peppino De Filippo. Dopo 20 anni
A trent'anni dalla morte, Napoli intitola una strada a Peppino De Filippo. La giunta comunale, riunita venerdì scorso, ha dato esecuzione immediata all'attribuzione del nuovo toponimo al Vico Primo Santa Maria Avvocata, nel quartiere San Lorenzo. La strada, cioè, che da via Foria (all'incrocio con via Michele Tenore, accanto all'hotel Orto Botanico) sbuca in prossimità del teatro San Ferdinando, il teatro di Eduardo, non distante da via Antonio De Curtis. Insomma, in un fazzoletto di terra, il ricordo degli uomini illustri, i più popolari e i più amati dalla città. «Anche se giunge tardiva - commenta Luigi De Filippo, figlio di Peppino - è una bella notizia e posso dire di aver vinto una battaglia iniziata molti anni fa». La proposta risale addirittura ai tempi in cui a guidare Palazzo San Giacomo era Nello Polese. «La Commissione Toponomastica del Comune - disse il sindaco nel '91 - è già al lavoro per individuare i luoghi più adatti per ricordare i fratelli di Eduardo De Filippo, Peppino e Titina». Sembrava cosa fatta. E invece sono trascorsi altri 19 anni. «Spero - prosegue Luigi - che il Comune voglia accogliere al più presto anche il mio invito a porre una targa commemorativa nella casa di via Ascensione a Chiaia, dove nacque mio padre. Un segno di attenzione per un grande attore, tra i più grandi del Novecento». Sfumato il centenario della nascita, avvenuto nel 2003, l'occasione giusta potrebbe cadere nel trentennale della sua morte, il 26 gennaio del 1980.
XJ6
00Wednesday, October 20, 2010 9:26 AM
[SM=g1885122]

[SM=x346220]
pabbamo
00Wednesday, October 20, 2010 9:44 AM
Via Peppino De Filippo
Sinceramente, è desolante notare che si ricordino di intitolare una strada al grande attore napoletano dopo ben trent'anni dalla sua scomparsa quando invece, nelle scorse settimane, hanno impiegato pochissimo tempo a intitolare un tratto di Via Comunale Margherita, alle spalle del Policlinico Federiciano, al Prof. Gaetano Salvatore, ex Preside della Facoltà di Medicina e illustre scienziato, che è morto "appena" 13 anni fa. Della serie "c'è chi può...."
aurobindo
00Wednesday, October 20, 2010 10:03 AM
Risposta per Cityclass
Nella attuale piazza ottocalli,secoli fa vi era una stazione del dazio,e la gabella imposta per aver via libera con le merci provenienti da fuori città era appunto di otto calli,che secondo me doveva essere una suddivisione forse centesimale o duodecimale della moneta allora in auge.Questa denominazione alquanto bizzarra in effetti non significa proprio nulla,addirittura qualcuno pensa che la piazza sia dedicata a qualche illustre signor Ottocalli vissuto chissà in quale epoca passata.Concludo dicendo che a poca distanza dalla piazza,in via Santi Giovanni e Paolo,c'è la casa dove il 25 febbraio 1873 nacque il grande tenore Enrico Caruso,fulgida insuperata gemma della lirica mondiale.A ricordo di lui nella piazza ottocalli è stato eretto un simulacro di momumento che sembra nato più per iniziativa di singoli ma sprovveduti cittadini che per deliberazione istituzionale.Spesso quest'opera,tra l'altro di pessimo gusto estetico,è stata bersaglio di atti di vandalismo.Io ne auspicherei la sua completa rimozione,creando nella piazza una moderna rotatoria con al centro di essa un monumento a Caruso che ne celebri degnamente il valore.Naturalmente la piazza dovrebbe essere a lui intitolata.
trammue
00Wednesday, October 20, 2010 11:56 AM
a napoli resiste ancora l'antico detto:
pe' nu' treccalle 'e sale se perde a menesta
che corrisponde al nordico: per un punto martin perse la cappa
quindi è chiarissimo che il titolo della piazza si riferisce alla gabella e non al fantomatico signor ottocalli, che povero lui, avrebbe avuto un tanto male di piedi da meritare una piazza dedicata !
Vincenzo201
00Wednesday, October 20, 2010 1:39 PM
www.fiocis.it/scisciano1/monete1.htm
Altra fantasiosa interpretazione: haute calle, alta calle.
Caravaggio_88
00Wednesday, October 20, 2010 1:57 PM
Io credo che Via stadera, Piazza Ottocalli o Piazza Carità siano nomi talmente radicati nella mente del napoletano che anche cambiandogli nome questi continuerebbe a indicarle con il nome vecchio. Per quanto riguarda Via Gramsci esso è un personaggio molto importante della storia italiana,al di là delle sue idee, è un personaggio che per esempio si studia in filosofia (e io lo ho studiato in filosofia nonostante la mia prof. fosse tutt'altro che comunista). Quindi non vedo perchè non ci debba essere una strada intitolata a lui come ci sono intitolate a Manzoni, il quale non centra niente con Napoli, oppure a Dante. Sono personaggi legati all'italianaità e Napoli fa parte dell'italia, ecco perché si intitolano le strade con i loro nomi.
trik1
00Tuesday, November 30, 2010 4:41 AM
vi ricordo che abbiamo anche "Cavone delle noci allo scudillo" [SM=x346231]
trammue
00Tuesday, November 30, 2010 8:36 AM
e addirittura, anni fa, a piscinola esisteva "via renza vascia", che con un po' di fantasia, si potrebbe tradurre in "via cattive abitudini"
CityclassR4
00Thursday, December 2, 2010 11:19 PM
Ecco la via ad Enzo Tortora
Su proposta dell'assessore alla Toponomastica, Alfredo Ponticelli, la giunta Comunale di Napoli ha approvato la delibera con la quale verrà intitolata nel quartiere di Fuorigrotta la già 'seconda traversa Consalvo' al giornalista conduttore radiofonico e televisivo Enzo Tortora.
"Si tratta di una iniziativa - ha dichiarato l'assessore Ponticelli - importante per la città per ricordare il personaggio Tortora caro a tanti nostri concittadini".


Ricordo che si voleva tanto tempo fa intitolare una strada paradossalmente a Poggioreale, dove fu rinchiuso il povero Tortora, ma tant'è.
E ho trovato anche la strada da intitolare se si vuole a Roberto Valente, il militare di via Consalvo ucciso in Afghanistan: la prima traversa Consalvo.
Augusto1
00Friday, December 3, 2010 12:40 AM
Ho abitato lì quattro anni, al 169/a.
aurobindo
00Friday, December 3, 2010 7:29 PM
Ho scoperto da qualche giorno vico Fontanelle alla Zabatteria.nei pressi di via Duomo lato Marina.....quasi non credevo ai miei occhi leggendo la targa
Caravaggio_88
00Tuesday, January 25, 2011 4:17 PM
Da "Il Mattino"
Napoli, ecco via Peppino De Filippo Omaggio all'attore

NAPOLI - Via Peppino De Filippo, attore e commediografo. È questo il nuovo toponimo che Napoli dedica all'attore simbolo della tradizione teatrale napoletana. Il sindaco Rosa Iervolino con il figlio di Peppino, Luigi, l'assessore alla Toponomastica, Alfredo Ponticelli e il presidente della Municipalità, Davide Lebro, ha scoperto il nuovo toponimo in via Foria.

La strada collega via Foria con piazza Eduardo De Filippo, creando un ricongiungimento familiare nella famiglia che con Totò ha portato la commedia napoletana in tutto il mondo.

«Almeno in morte si sono riavvicinati e per la nostra famiglia avere una strada nella sua città è un momento importante - ha detto Luigi De Filippo - mio padre è stato senza dubbio uno dei più grandi attori del diciannovesimo secolo».

Ponticelli ha ricordato come Napoli, pur arrivando in ritardo alla intitolazione di un toponimo a Peppino De Filippo, ha voluto che fosse degno della sua popolarità, individuando una arteria simbolo. «Non a caso dopo anni siamo riusciti ad individuare la giusta area e rendere onore ad un uomo che ha dato tanto a Napoli, alla tradizione e cultura della nostra città» ha detto Ponticelli.

«È stato un grandissimo attore e ha lasciato una tradizione che non ha età, infatti, il suo merito è stato che la sua comicità è apprezzata da tutte le generazioni ed ancora ora è un riferimento di buon umore - ha detto il sindaco Iervolino - ritengo che sia senza dubbio il migliore di tutti i tempi perchè sapeva divertire senza volgarità e con un totale buon gusto».

Martedì 25 Gennaio 2011
aurobindo
00Tuesday, January 25, 2011 5:11 PM
Viale Elena e non Viale Gramsci
Quando riavremo di nuovo Viale principessa Elena? In effetti per i napoletani quella splendida strada alberata non ha mai smesso di chiamarsi così,ne prenda atto il Comune.
Caravaggio_88
00Tuesday, January 25, 2011 7:35 PM
Vedo che non manchi mai di ricordare questa variazione di nome
aurobindo
00Tuesday, January 25, 2011 9:25 PM
Mai! [SM=x346228]
trammue
00Tuesday, January 25, 2011 10:11 PM
di tutti i savoia che infestano le nostre città, la povera principessa elena è stata l'unica a rimetterci il toponimo, forse perchè colpevole di aver dovuto accettare un matrimonio imposto con quella specie di vermicello d'aspetto e di fatto, e pure senza vongole chiene 'e pepe!
Caravaggio_88
00Tuesday, January 25, 2011 11:28 PM
Mah per quanto mi riguarda eliminerei tutta la toponomastica relativa ai Savoia, o quanto meno ne diminuirei l'importanza
Caravaggio_88
00Tuesday, January 25, 2011 11:36 PM
Da "La Repubblica"
Inserisco anche queste foto in cui si può apprezzare la targhetta e parte della strada via Peppino De Filippo
aurobindo
00Wednesday, January 26, 2011 12:00 AM
Ah........ma allora siete tutti repubblicani!! [SM=x346231] [SM=x346231] [SM=x346231] [SM=x346231] [SM=x346231]
CityclassR4
00Wednesday, January 26, 2011 4:06 PM
Intanto che si sperano cambiamenti che non verranno mai, la VII Municipalità approva la decisione di chiamare via Napoli-Capodimonte via Attilio Romanò, giovane vittima della camorra, uccisa a Miano nel rione Don Guanella, vicino al quadrivio di Secondigliano, che è formato proprio da via Napoli-Capodimonte.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:27 AM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com