I NUOVI TRAM DI PADOVA

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, [16], 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25
MaxFrames
00Friday, May 25, 2007 2:38 PM
La vera tragedia delle Riviere (non solo quella dei Ponti Romani, ma anche le altre sul naviglio... Tito Livio, Ruzante, Businello) e' stato il loro tombinamento negli anni '50.
Se non fosse stato fatto quello scempio, oggi il tram forse correrebbe, in sede propria, in via Roma e Corso Umberto...
cesare250495
00Friday, May 25, 2007 4:20 PM
Dalla Newsletter ufficiale - Eppur si muove n°57
Articolo della Newsletter numero 57
Sulle Riviere tornerà l'asfalto

"Entro l'estate i cubetti di porfido delle riviere Ponti Romani e Tito Livio potrebbero essere rimossi e sostituiti con l'asfalto. E’ la scelta che l’amministrazione comunale sembra intenzionata a prendere per rendere più sicura la corsa del metrobus. L'assessore alla mobilità Ivo Rossi sostiene la necessità dell’intervento sia per la sicurezza di coloro che quotidianamente percorrono le riviere in moto o in bici, sia per la stabilità dei mezzi della Translohr. L’Amministrazione ha già tentato di rimediare sigillando i cubetti di porfido, ma dopo pochi mesi si muovono nuovamente. Il fenomeno dipende dal fatto che negli anni '50, le Riviere sono state tombinate con materiale di risulta che ne rende il fondo permanentemente instabile. I tecnici dicono che per rendere definitivamente stabile il terreno bisognerebbe scavare per almeno 70 centimetri. “O si lavorava prima di posare il binario - afferma l'assessore Ivo Rossi - oppure si cerca una soluzione meno costosa e invadente. L’asfaltatura" [SM=x346221]

AIUTO!!!!!!!
Si accettano suggerimenti su COSA fare COME!!!
E secondo loro l'asfaltatura, senza un sottofondo valido, tiene? Ma si riempira' di bozze, buchi, gobbe e sfondamenti, esattamente come la pavimentazione di porfido!
AIUTO!!!!!!!!! [SM=x346222] [SM=x346223]

--
Cesare
ciiv
00Friday, May 25, 2007 5:49 PM
Re: Dalla Newsletter ufficiale - Eppur si muove n°57
Il problema non sono le buche, gli avvallamenti ecc, il problema sono i cubetti di porfido che si staccano e sono pericolosissimi per la marcia del tram.
Solo che secondo me serve cemento non asfalto!!
E cmq potevano pensarci prima che deturpare adesso ancora di più una città....anche se Ivo rossi al tG ha detto che senza porfido l'aspetto può solo migliorare.

[Modificato da XJ6 27/05/2007 15.24]

Cori x
00Saturday, May 26, 2007 3:34 AM
Pavimentazione
Max,cesare e ciiv sono cose dette e stradette in pagine passate. E' vero anche che il porfido euganeo è un elemento essenziale per l'aspetto urbanistico di padova,io avrei come ho detto e ridetto le classiche lastre di pavè dalla consistenza alta( grosso zoccolo) e dalla tonalità rossiccio scuro in modo da dare un buon impatto paesaggistico e di manutenzione superiore a quella farlocca di un quinquennio...


Il cemento con tutte quelle sollecitazioni si sgretolerebbe pressochè nel giro di 2 anni non avendo che appoggi su argilla sabbia e pali di legno all'altezza delle riviere.
AleMonte
00Saturday, May 26, 2007 11:44 AM
Asfalto, puzza e pubblicità
Ciao a tutti. Comunque bisogna considerare che se tutto va bene e la linea verrà completata con l'entrata in servizio di almeno 6 - 10 tram il perrcorso dei bus sarà deviato. Questo comporterebbe una minor sollecitazione dell'eventuale asfalto con sotto il porfido, con un minor rischio di avvallamenti.
Si stava valutando se utilizzare la colla, ma i costi sarebbero elevatissimi.

Per quanto riguarda i mezzi mi auguro vengano sostituiti i filtri dell'aria (specie sull'11) perchè l'ododre interno è orrendo. Na puzza di piedi tremenda. [SM=x346221]

Vi segnalo inoltre che la pubblicità del tram sarà anche sui sacchetti del pane. Sacchetti, che verranno utilizzati dai panifici lungo tutto il percorso del tram. Sti commercianti...prima si lamentano e poi apprezzano bah chi li capisce?! [SM=x346225]
EmilTorino
00Saturday, May 26, 2007 9:23 PM
Tutte queste modifiche, seppur indispensabili, non fanno altro che aumentare il costo di impianto (ancora più conveniente del tram tradizionale probabilmente) e confermare che il sistema è delicato.

Allego delle foto del sistema di guida del VAL, che serve per superare gli scambi.
si tratta di una banale ruota che rotola all'interno di una rotaia ad U.
Così a naso sembrerebbe molto più semplice e sicuro del translhor, che dite?





[Modificato da EmilTorino 26/05/2007 21.25]

Cori x
00Sunday, May 27, 2007 1:50 PM
Eh
Emiltorino,magaaaari,maaagari anche padova si adottasse di una metro col sistema Val.Ne avrebbe anche fin troppo bisogno ma alla cecità di certe persone che si definiscono amministratori poco c'è da fare.A naso ma anche senza a naso il sistema val è piu sicuro di un playmotram. Infatti tutto il sistema di guida è completamente carenato e cordonato (prendo questo spunto improprio rubato all'arte ma per farmi capire) mentre un tram che si poggia sulla sola rotaia oggi è stabile un giorno non piu..
MaxFrames
00Monday, May 28, 2007 9:47 AM
Re: Pavimentazione

Scritto da: Cori x 26/05/2007 3.34
Max,cesare e ciiv sono cose dette e stradette in pagine passate.


Non mi pare che si sia parlato molto di stombinamento del Naviglio... gli unici post al riguardo sono i miei ;)
A parte il fatto che "repetita juvant".
Cori x
00Monday, May 28, 2007 1:17 PM
Son passate tante pagine....
Vai paaagine paagine indietro....si parla addirittura di acque e di palazzi estinti :)

[Modificato da XJ6 28/05/2007 13.52]

XJ6
00Monday, May 28, 2007 1:53 PM
Repetita juvant
Ha ragione Max, secondo me. Ripetizioni fatte con giudizio aiutano la leggibilità del forum.
Cori x
00Monday, May 28, 2007 3:09 PM
Per rendere un idea della padova che fu...
Questo cio che ho scovato in rete,sulle riviere quando erano le riviere,ed oggi ci passa il tram.




Il ponte di S.Lorenzo nel 1938 durante i lavori di ristrutturazione del Palazzo del Bo.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Foto della stessa età per lavori di ripavimentazione della piazza dopo la demolizione dei palazzi antistanti la preferttura ed isolamento all'epoca parziale e poi totale del cenotafio in onore ad antenore fondatore della città.

Ultima Foto presa da skyscrapercity.

[Modificato da XJ6 29/05/2007 18.56]

MaxFrames
00Thursday, May 31, 2007 8:54 AM
OT: la c.d. tomba di Antenore e' un cenotafio o una tomba? Perche' mi pare vagamente di ricordare che dentro ci avessero trovato effettivamente qualcosa (ossa)... insomma c'era davvero sepolto qualcuno... ma forse ricordo male o e' una leggenda metropolitana.
grandunion
00Thursday, May 31, 2007 9:41 AM
Antenore
Sì, la tomba contiene una persona, ovviamente non si tratta di Antenore, ma di un guerriero barbaro del III o IV secolo d.C (chissà cosa penseranno i leghisti: hanno un monumento che contiene la salma di un extracomunitario in casa propria [SM=x346232] ). La leggenda che la tomba fosse di Antenore nacque nel Medioevo o giù di lì per accreditare a Padova nobili origini.
Cori x
00Sunday, June 3, 2007 5:16 AM
Se quella è una tomba allora il Santo è un cimitero
Secondo altre dicerie si tratta di una tomba medioevale in ordine: un condottiero straniero,un personaggio noto in città in epoca medievale,addirittura alcuni parlarono di Irnerio,ma sono caz... La fattura è di molto anteriore all'epoca comunale,è vero invece che di epoca comunale c'è l'edicola,così come la attigua "tomba" del lovato nulla erano che cenotafi nelle sconsacrate prima e scomparse poi chiese di san marco e di san martino entrambe del primo 800 d.C.,la prima nell'attuale piazza cavour la seconda davanti al bar della patty davanti il comune.Solo cenotafi perchè non c'è alcuna storiografia ma solo iscrizioni.E'palese che dovesse essere costruito per un ambiente esterno.Se volete ridere di opere simili datate però 1500 ce ne sono a josa,meritevole tra questi begl'oggetti quella porcata di edicoletta barra capitelletto di paese illuminante di un osceno neon verde la sproporzionata statua del santo.Non c'è fine all'orrore.

Padova secondo la leggenda venne fondata da Antenore fuggito da troia con l'amico Enea...bla bla bla...in realtà padova sorse come umile necropoli ventha,poi i romani la fecero diventare città imperiale come aquileia e bla bla bla...

Vabbè a parlar di morti e di chiese me vien fame...sia lodato gesu cristo.
MaxFrames
00Monday, June 4, 2007 10:12 AM
Secondo questo sito le cose stanno un po' diversamente...
Comunque siamo - purtroppo - off topic rispetto al tram: temo gli strali dei moderatori. [SM=x346239]
XJ6
00Monday, June 4, 2007 12:11 PM
Anche i moderatori hanno un cuore ... :Sm8:
... e non sempre "stralano". Basta non approfittarsene troppo [SM=x346236]

[SM=x346219]
Cori x
00Monday, June 4, 2007 8:05 PM
Storia spicciola patavina
Ma se quel corpo dentro la tomba nulla è che un regolamento di conti dopo un furto avvenuto nell allora tribunale per questioni familiari. Andate a vedere cos'è la pietra del vituperio,li avrete le risposte. Poi ui nomi dei presunti architetti dell'epoca san di ridicolo.E' come voler dire che palazzo Strozzi padovano (Dopo la supremazia dei De Medici gli strozzi chiesero asilo a Venezia la quale in anonimato la trasferì a padova tutelandola anche economicamente)è per analogia dello stesso architetto del palazzo Strozzi fiorentino.No no non ci siamo.Quel sito della mia zona è fatto da capre,per giunta non hanno mai letto alcun libro (serio) che puoi trovare tranquillamente nei musei civici.Vabbè poi legambiente,non li prenderei mai in considerazione,MAI.han fatto troppi ostruzionismi criminali qui.La famosa chiesa di san lorenzo,bene,era in uno spazio troppo angusto ed attaccata alla chiesa di santo stefano la prima demolita non nel 1806 ma dopo il 1820 e non per ordine napoleonico ma per ordine austriaco che tassava ville,affreschi in canal grande a venezia e le chiese per le loro opere d'arte la maggior parte depredate ed ora visibili a vienna.Un luogo piu adatto a cenotafi era piazza delle legne,cioè l'attuale piazza cavour.Il libro della bevilacqua con cartografia originale del Valle la san lunga.

Insomma troppe nozioni buttate li,in tipico stile legambiente.

Max non credere a certe notizie,san di wikipedia,l'enciclopedia anche fin troppo libera.

Fine OT,grazie XJ6.
MaxFrames
00Monday, June 4, 2007 10:02 PM
Vorra' dire che verifichero' il tutto su testi cartacei [SM=x346229]
AleMonte
00Saturday, June 9, 2007 9:35 AM
Festa del Santo
Dall'11 al 13 di giugno si avrà l'occasione di poter vedere (come i giorni dell'innaugurazione) 4 tram fare la spola su e giù dal Capolinea sud sino alla stazione. Il passaggio alle fermate sarà di 15 minuti, anziché 30. Con questo test si potrà vedere l'efficenza del sistema e prepararlo all'entrata in servizio definitivo di 4 mezzi, prevista per Luglio.
Cori x
00Sunday, June 10, 2007 7:03 PM
La festa ve la facciamo noi..
Ho lasciato un polmone e mezzo nella presunzione di prendere il tram (avevo perso l'8)correndo dalla fermata dei bus davanti santa giustina fino in corso vittorio emanuele per poi leggere nella veletta:scuola guida.Non immaginate le bestemmie,l'unica volta che potevo prenderlo,e poteva essere davvero utile,no,occasione sprecata.pazienza...Ora la patata bollente è passata dalla zona sud alla zona nord della città. Speriamo bene,è li che la lohr si gioca tutto!
ProTram
00Sunday, June 10, 2007 7:38 PM
Ciao,
per me la Lohr ha perso tutto. Si tratta solo di vedere se i nostri amministratori comunali insistono ancora a progettare nuove linee con il TransLohr, invece che con il tram tradizonale.
Approfitto per chiedere a cesare250495 se e' vero che nel contratto tra il comune e la Lohr per la costruzione della SIR1 e' presente una clausola per cui il comune si impegna a costruire le altre due linee in progetto, le SIR2 e SIR3, con il TransLohr?
Grazie in anticipo e saluti a tutti
Francesco
ciiv
00Monday, June 11, 2007 12:02 AM
Se non erro si!

Così come qui a Venezia tra l'altro.

Per la cronaca il TransLohr arriverà in altre cisttà cinesi, e anche in Giapone.

Non direi che la Lohr sti perdendo niente anzi....
Io comuqnue se fossi la Lohr farei una bella caisa al comune per come ha messo giù il tram...un bel danno d'immagine!!

Perchè non sarà perfetto il mezzo, ma Padova ci ha messo di suo per creargli altri problemi!!

[Modificato da XJ6 11/06/2007 10.22]

MaxFrames
00Monday, June 11, 2007 9:03 AM
Cori x che "core" per prendere il "playmotram"... e' uno spettacolo che mi spiace davvero di essermi perso! [SM=x346236]
AleMonte
00Monday, June 11, 2007 9:20 AM
Bisognerà adattarsi
Concordo con Ciiv, la Lorh non ci sta perdendo proprio nulla.
Il problema è essenzialmente qua a Padova. Colpa del comune se adesso le Riviere sono a pezzi, perchè dovevano innaugurare prima. All'estero voglio vedere se combinano sti disastri. Di sicuro se li combinano hanno una caterba di penali da pagare. Se quella delle Riviere è una realizzazione ad opera d'arte ditemelo voi....Però non è certo colpa della ditta. Se arrivano ordini dall'alto... Per non parlare poi dei punti in cui la rotaia esce di alcuni cm dal livello della strada e in altri che sembra adare molto sotto.
Tutti lavori fatti malamente come al solito.
Comunque ora il tram c'è. L'obbligo per costruire le altre due linee mi sembra proprio ci sia, quindi il comune deve arrangiarsi o spndere un sacco di soldi per rescindere dal contratto.
La gente deve abituarsi al nuovo mezzo, non è vero che non lo prende nessuno. L'orario da luglio dovrebbe migliorare e facilitare le cose alla gente che ha necessità di usarlo, ed inoltre i bus n°8 diminuiranno.

La settimana scorsa c'è stato un incidente con un bus, che per schivare un auto è andato addosso al tram rompendo un vetro. Ma pure fra colleghi di lavoro fanno gli incidenti? :D

E poi, un cretino ha incatenato una bici ad una grondaia in modo da impedire il passaggio del tram. I vigili del fuoco hanno chiamato?!!! quando io sarei sceso e avrei distrutto bici e grondaia dal nervoso.
MaxFrames
00Monday, June 11, 2007 10:49 AM
Dove e' accaduto l'incidente con il bus? Ci sono stati feriti?
cesare250495
00Monday, June 11, 2007 4:31 PM
Per Protram
La giunta Destro (e quindi i Padovani) hanno firmato un contratto per la progettazione di SIR 1, 2 e 3. Un bel po' di soldini, che non ricordo esattamente a chi sono andati prima che si sapesse se e come il Translhor poteva funzionare. Non si sono impegnati, pero', per la REALIZZAZIONE delle tre linee. Sarebbe stato un triplo suicidio. Le parole dell'assessore Rossi sono state (testuali, raccolte faccia a faccia): "Prima e' nostro DOVERE far andare la SIR1. Sarebbe una sconfitta per tutti non riuscirci".

Per quanto riguarda la zona Nord, nulla si muove. Nessun lavoro sul capolinea o sulla catenaria (ferma per ora ai sostegni ed a qualche traverso con i ganci). Vi terro' aggiornati.

P.S. La ditta fornitrice dei sistemi tecnologici (www.enterpriseda.com) ha SOSPESO i pagamenti a tutti i fornitori, andando verso il concordato preventivo. Povera freccia blu, nasce gia' zoppa della manutenzione. Non ho parole.

--
Cesare
Cori x
00Monday, June 11, 2007 7:28 PM
Che novità!?!
E che novità sono? Si sapeva perfettamente che era una manovra per arricchire gli amici dell'allora sindaco.Lo ripeto,lo ripeterò sempre,a padova serve un solo tram,con rotaie e che sia capiente quale è un ULF viennese,164 posti sono come uno snodato di qualsiasi produzione tedesca e polacca.Peccato che costi appena dagli 800.000 euro in su e non tra opere e mezzo stesso piu di 5 milioni l'uno.Con la stessa cifra si poteva abbondantemente acquistare un intera flotta che potesse ampliare e rendere decoroso anche l'intero orario delle linee,lo ri ripeto 214 autobus in una città che gia nel 1984 aveva un bacino d'utenza di 700 mila persone sono pochissimi.Minimo minimo padova ha bisogno di 400 autobus e non di mezzi inaffidabili a maggior ragione della non chiara "mancanza di fondi"cui ogni autista come un automa recita ad ogni rimostranza. Pensare che se la fusione acegas/aps avesse coinvolto anche la divisione mobilità,al posto di sti babbei avremmo come direttore un inglesino della società ARRIVA.Che spero tutti voi conosciate..

tornando al fattore economico,non credo che mai verrà realizzata una seconda o terza linea,troppo grosso l'impatto sulla gente,troppi i rischi e troppo risicata l'offerta a fronte di una sempre maggior richiesta di mobilità da parte dei comuni vicini che sentono il peso di avere la corriera invece di un normalissimo bus suburbano.Ma Padova E' così. Si lancia tanto fumo,si costruisce a metà,al resto ci pensa sempre lo Spirito Santo,se non interviene si chiude bottega,e spero che la bottega APS chiuda il prima possibile.Dannazione al denaro,pensare che ci sono diversi precedenti azzardati..basta andare a prima del 1952 per capire come i padovani sian stati sempre presi in giro dai "contadini con la fascia tricolore".

Mi spiace dirlo,ma è così,una delle tante città dove il mezzo pubblico è ancora riservato ai privati.


Max io quel polmone ce l ho lasciato davvero.Potevano mettere una X sull'unico cliente del giorno,invece......ciccia!
ProTram
00Sunday, June 24, 2007 10:02 PM
Ciao,

non voglio discutere che la Lohr sta avendo un successo nel proporre il suo TransLohr, anzi auguro che le amministrazioni cittadine siano soddisfatte nell'aver scelto questo mezzo. Ma temo che questo successso sia solo commerciale e, per di piu', solo per la casa produttrice.

Invece sono altre considerazioni che mi fanno dire quanto scritto nel mio precedente post. Parto dal sistema di aggancio del mezzo alla rotaia. Secondo i progettisiti, questo sistema avrebbe garantito al TransLohr di non uscire dalla sua sede e, quindi, avrebbe reso piu' sicuro rispetto al tram. Invece ha sviato piu' volte, costringendo ad aggiungere altri dispositivi per rendere piu' sicura la marcia, appesantendo la gia' non semplice tecnologia. Gia' questo e' indice di cattiva scelta tecnica, perche' una tecnologia e' buona quando nella sua evoluzione si semplifica rendendola piu' affidabile. Nel TransLohr ci sono le ruote di gomma che garantiscono la marcia e c'e' il sistema di aggancio alla rotaia che assicura la guida lungo il percorso. Questo comporta che il sistema di agggancio deve essere sottoposto alle sollecitazioni meccaniche derivanti da due tipi di squilibri. Il primo e' quello dovuto dalle ruote che in curva tendono ad uscire di traiettoria. Il secondo e' dovuto al non perfetto allineamento della rotaia con la superficie dove si appoggiano le gomme. Nel tram la marcia e la guida sono assicurati da un unico dispositivo: il carrello. Questo si limita a seguire le rotaie con le sue ruote e, attraverso queste, trasmette la forza per far marciare il mezzo. In questo caso le uniche sollecitazioni meccaniche sono dovute al non perfetto allineamento delle due rotaie che, pero', lo costringono a stare in traiettoria. Quindi, secondo me, la tecnica del tram e' piu' semplice, di conseguenza piu' duratura e, alla lunga, piu' economica (per approfondimenti leggere il post di Willhem275).

L'adozione delle gomme ha influenzato sull'usabilita' del mezzo. Intanto le ruote sono piu' o meno grandi come quelle degli autobus (forse piu' grandi). Esse sono state inserite sotto i passaggi tra le carrozze. Data l'altezza delle ruote e il basso ripiano del mezzo c'e' un restringimento notevole proprio sui passaggi accentuato dalla necessita' di dare spazio alla dinamica ruota-carrozza nelle curve. Questo comporta la ridotta mobilita' dei passeggeri all'interno del mezzo. Poiche' le porte sono una sola per lato di carrozza, i passeggeri che dovessero stare in piedi perche' non ci sono piu' posti a sedere sono costretti a stazionare presso le uscite e questo comporta un intralcio al flusso di entrata e di uscita. Quindi l'usabilita' del mezzo risulta scomoda gia' a partire dalla presenza media dei passeggeri.

Passo al discorso del sitema mezzo-rotaia-sede percorso nel suo complesso. Si diceva che la costruzione del percorso sarebbe stata piu' economica perche' non occorreva scavare in profondita'. Invece si e' visto scavare per spostare i sottoservizi nelle Riviere ed in via Vittorio Emanuele. Si diceva che sarebbe stato piu' sicuro per le biciclette, perche' esse avrebbero piu' spazi di manovra visto che la rotaia e' unica e centrale. Invece si e' dovuto vietare l'ingresso di questi mezzi nelle Riviere. Si diceva che era innovativo. Ma in che senso? Che era di concezione nuova, si', ma era proprio utile? Cioe' quali erano i motivi per cui si era scelto di rischiare su questo nuovo ma ancora sconosciuto mezzo di trasporto? Mi vengono in mente due mezzi innovativi che sono stati veramente utili. Il primo e' il tram di Bordeaux: nel centro cittadino capta energia elettrica dalla terza rotaia centrale eliminando, cosi', la necessita' della catenaria aerea ed impattando il minimo possibile la visione della citta'. Il secondo e' il VAL di Torino: si e' optato per questo mezzo per superare i forti dislivelli esistenti fra le fermate. Notate che questo sistema ha due piste su cui scorrono le ruote, un canale centrale che fa da guida negli scambi e due canali laterali per imbrigliare il mezzo durante le corse. Ancora, se il TransLohr avesse avuto questo sistema di protezione laterale, sarebbe stato piu' sicuro del tram, ma avrebbe sconvolto l'aspetto e la viabilita' della citta' e sarebbe stato molto antieconomico.

Gia' il fatto che il TransLohr si sia dimostrato incompatibile con i mezzi a due ruote, la dice lunga sulla possibile integrazione dei mezzi pubblici con quelli privati. Poiche' il tram ha dimostrato di poter essere inserito anche in centri cittadini molto angusti senza per questo mettere in pericolo o impedire la mobilita' privata (soprattutto per pedoni e per le due ruote), questo non lo si puo' dire per il mezzo della Lohr. Anzi, per poter funzionare senza grosse difficolta' ha bisogno di una sede completamente separata dal resto del traffico, come e' stato fatto a Clermont-Ferrand ed in Cina. Ciiv ha riportato la notizia sul forum di www.ferrovie.it , che il comune di Venezia ha incaricato alcuni tecnici olandesi per risolvere il problema della pericolosita' della rotaia per i mezzi a due ruote, perche' vorrebbe che questi potessero circolare sulla sede del TransLohr. Ci ho pensato su', ma temo che le eventuali soluzioni saranno inefficaci o, quanto meno, di breve durata. Comunque staremo a vedere.

Ora mi domando quali sono i vantaggi nell'aver scelto il TransLohr rispetto al tram? Un possibile vantaggio e' la maggiore aderenza delle ruote di gomma rispetto a quelle metalliche, dando quindi maggiore acelerazioni e questo sarebbe stato utile per stradine con pendenze medie-alte. Ma, a parte il fatto che a Padova non presenta questo tipo di strade, non sarebbe stato piu' semplice inserire le gomme sotto il carrello senza togliere le ruote di metallo? La silenziosita' di marcia: ho l'impressione che adesso siano piu' rumorosi rispetto all'inizio e che peggiorera' ancora col tempo.

Concludo questo post con la previsione di durata del TransLohr. Dato che il mezzo presenta parti che sono molto connesse fra di loro, cioe' poco modularizzato, data la continua sollecitazione meccanica provocato dal sistema ruota-aggancio-rotaia, penso che possa durare come un filobus cioe' intorno ai 10-15 anni, contro i 20-30 del tram e non mi stupisce se dovesse durare ancora di meno.

Con questo spero di aver esposto sul perche' la Lohr ha perso proprio tutto nei confronti del tram e tenete presente che ci sono altre cose da dire ma che mi fermo qui' perche' se no non so quando finiro' di scrivere.

Ciao

Francesco

[Modificato da XJ6 02/07/2007 23.33]

Augusto1
00Monday, June 25, 2007 1:55 PM
per Francesco

Scritto da: ProTram 24/06/2007 22.02
Ora mi domando quali sono i vantaggi nell'aver scelto il TransLohr rispetto al tram? Un possibile vantaggio e' la maggiore aderenza delle ruote di gomma rispetto a quelle metalliche, dando quindi maggiore acelerazioni e questo sarebbe stato utile per stradine con pendenze medie-alte. .



Caro Francesco, il Translohr non presenta alcun vantaggio rispetto al tram tradizionale e può bastare come esempio le accelerazioni del tram Sirio sulle rampe napoletane, senza alcun slittamento. Anche il sistema Val torinese, di cui non conosco la pendenza delle rampe, forse poteva essere rimpiazzato da una metro tradizionale (quella napoletana affronta rampe del 5,5% - il massimo consentito ad aderenza naturale - senza difficoltà alcuna). Evidentemente il vero vantaggio risiede in quelle cose che, come hai giustamente detto, si immaginano ma non si riferiscono...

[Modificato da Augusto1 25/06/2007 13.56]

gf91
00Saturday, June 30, 2007 12:24 PM
Dal 1/7 frequenza da 30 a 15 minuti
Finalmente un servizio (quasi) accettabile; questi sono i nuovi orari dal primo luglio:

www.apsholding.it/mobilita/pagina.asp?ind=orari_tram_new.htm&m1=menu_1.html...

Non si capisce bene perchè proprio nell'ora di punta tra le 12.30 e le 14.00 la frequenza si riduca a 30 minuti... [SM=x346221]
Almeno il servizio è esteso fino alle 20.15.

Questi orari saranno validi fino al 4 Agosto, infatti dal 6/8 al 26/8 le rivere saranno chiuse (con Translohr sospeso e bus deviati) perchè il porfido verrà sostituito dall'asfalto[SM=x346234]
Il servizio riprenderà a Settembre: in teoria con una frequenza di 8 minuti e riorganizzazione delle linee di autobus.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:06 PM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com