Hanno Rubato un Tram - Discussione sul film tranviario per eccellenza

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: [1], 2, 3, 4
XJ6
00Wednesday, March 17, 2004 7:01 AM
Forse non tutti sanno che ...c'è un film italiano che è completamente dedicato al tram.

Si tratta di: "Hanno Rubato un Tram", un film del 1954 di e con Aldo Fabrizi (tra gli altri interpreti anche Carlo Campanini).

Il film è ambientato a Bologna, città raramente toccata dal cinema. Dal 1963, inoltre, essa è anche orfana dei tram.

"Hanno Rubato un Tram" è passato in TV diverse volte , ma non esiste in videocassetta o DVD. Peccato, perché si tratta di un'opera importante per tutti gli amanti delle tranvie, ed andrebbe ricuperata in qualche modo.

Chissà se qualcuno dei partecipanti al forum ne possiede una copia, magari registrata dalla televisione. Sarebbe bello, inoltre, trovare foto di scena, aneddoti, clip sonori, e qualsiasi altra cosa legata a questo film.

Per ora, ci dobbiamo accontentare della trama e delle informazioni tecniche che si possono trovare a questo indirizzo:

http://www.cinematografo.it/bdcm/bancadati_scheda.asp?sch=9605

Antonio

[Modificato da XJ6 17/03/2004 7.55]

XJ6
00Wednesday, March 17, 2004 7:04 AM
Portici
Segnalo "Portici", rivista della Provincia di Bologna, che nel numero di Agosto del 2000 ha dedicato un articolo ai tram di Bologna e al nostro film. Il pezzo è reperibile su internet in formato .pdf al seguente indirizzo.


http://www.provincia.bologna.it/portici/2000/pdf/porticia4n4.pdf

[Modificato da XJ6 17/03/2004 8.01]

XJ6
00Wednesday, March 17, 2004 7:22 AM
Un po' di foto
Innanzitutto la locandina (dell'edizione spagnola)


E poi qualche foto di scena


(foto tratta da http://www.cineca.it/muvi/vitasociale/cinema/tram.jpg)




(le ultime due sono tratte da "Portici")

[Modificato da XJ6 04/05/2004 9.18]

XJ6
00Wednesday, March 17, 2004 11:48 PM
Per un pugno di Tram
L'aiuto regista di "hanno Rubato un Tram" era nientepopodimeno che il grandissimo Sergio Leone (che in realtà diresse circa metà film).

Originariamente il regista avrebbe dovuto essere Mario Bonnard che però, vecchio e malato, abbandonò l'impresa. Fabrizi subentrò nella direzione degli attori e Leone (che appare anche in un piccolo ruolo, come speaker) si occupò della regia tecnica.

Maggiori informazioni al sguente indirizzo (dove c'è anche una foto di scena):

http://www.associazionesergioleone.it/saggistica/ilgiovaneleone.htm
XJ6
00Monday, March 22, 2004 7:17 AM
Sequenza Animata
Sono riuscito a trovare una piccola sequenza del film che ho convertito in gif animata e che inserisco nel forum per la gioia (?) dei fan ...



Segnalo, inoltre, una cartina dei luoghi del cinema in Emilia Romagna, con la citazione, ovviamente, di "Hanno Rubato un Tram":


http://www.emiliaromagnaturismo.it/paesaggidautore/downloads/Cartina_Cinema.pdf

[Modificato da XJ6 28/05/2004 2.41]

XJ6
00Wednesday, March 24, 2004 12:07 AM
Video
Ho contattato la Cineteca di Bologna, che ha restaurato la copia del film (in 35mm), per verificare la possibilità di averne una copia in formato video.

La Cineteca, tuttavia, non ha ancora raggiunto un accordo con gli aventi diritto del film, gli eredi di Fabrizi, e mi viene confermato che per il momento non esistono versioni in home video, anche se si spera che l'accordo venga raggiunto presto e che sia possibile realizzare appena possibile la versione vhs o dvd.

Apparentemente, e questa mi sembra una buona notizia, si tratta di un film molto richiesto. Attendiamo con fiducia.
XJ6
00Saturday, May 15, 2004 4:20 AM
Arena Del Sole
Grazie all'inesauribile Roberto, ho trovato un'altra foto del film.

Ecco il tranviere Fabrizi che ha appena rubato il suo tram e scarrozza tutta notte per le belle strade deserte del centro di Bologna. Qui è davanti all'Arena del Sole, dove in quei giorni si proiettava "La Romana".


[Modificato da XJ6 16/05/2004 8.15]

XJ6
00Sunday, May 16, 2004 8:34 AM
Piazza Minghetti
Ancora una foto reperita grazie a Roberto.

L'inizio del dramma: il tranviere ha appena investito la cuoca della trattoria Leonida (esiste ancora, sotto le due torri!), e il suo capo, Testa di Cane, gli sta sospendendo la patente di conducente.

Fabrizi verrà relegato a semplice bigliettaio e per la vergogna non oserà accennarne a casa coi suoi.

La foto è ambientata in Piazza Minghetti, la stessa da dove la mattina del 3 Novembre 1963 è partito l'ultimo tram di Bologna.

[Modificato da XJ6 28/05/2004 2.42]

XJ6
00Saturday, May 22, 2004 6:37 AM
Deposito Zucca
Ormai preda della depressione il tranviere, sempre più nei guai anche come bigliettaio e capofamiglia, di notte entra nel Deposito Zucca e ruba la due assi 74 per farsi un giretto ...

XJ6
00Thursday, May 27, 2004 12:29 AM
Via Indipendenza
Proveniente dalla Zucca la vettura N. 74 rubata da Fabrizi si sta portando verso il centro della città.

Questa è Via Indipendenza, sulla sinistra è ancora presente il grosso edificio della GIL, la gioventù fascista, oggi scomparso per creare il grosso complesso della Autostazione delle corriere.

Più in fondo la Montagnola.


XJ6
00Friday, June 4, 2004 8:57 AM
Via del Pratello
Ancora una scena del film, ottenuta grazie all'inesauribile Roberto (quando si deciderà ad aprire una sezione sulla Bologna tranviaria del tempo che fu?).

Per non intralciare il regolare traffico tranviario di quei giorni, "Hanno Rubato Un Tram" fu girato per buona parte, di giorno, lungo tronchi di servizio o in tratti di rado utilizzati come Via Venezian, Via del Pratello, Piazza Minghetti, Piazza del Francia, Piazza S. Francesco. Nelle scene notturne invece, col traffico tranviario sospeso, le scene venivano girate nel cuore del centro storico.

Questa scena, appunto, è stata girata in Via del Pratello (dalla quale i binari sono stati rimossi solo una quindicina di anni, fa durante dei lavori alla rete fognaria).



La vettura 128 (che ha girato fino al 1959) era una delle sole due superstiti del lotto di 10 extraurbane del 1907 per Casalecchio. Di queste due, solo la 128 ebbe nel dopoguerra questa carrozzeria detta "Pedana".

Attiro l'attenzione sul gancio di ancoraggio della linea aerea, che si vede in alto sull'arco. Ed oggi eccolo qui lo stesso gancio, al suo posto, disarmato da oltre 40 anni (anche la persiana è sempre lì).



L'anello di Via del Pratello era uno dei due percorsi per portare le vetture al rimessaggio di Piazza S. Francesco sempre pieno di tram.

Le domeniche che il Bologna calcio giocava in casa, invece, era fortemente utilizzato dalla linea speciale per lo Stadio per tornare velocemente dal centro al Comunale.

Piazza S.Francesco è stata rimessaggio in seguito pure per i filobus per tutti gli anni '70, ed ancora oggi è presente e mantenuto in esercizio un bifilare che non vede passarci sotto un filobus da 35 anni. Sotto l'asfalto si vedono infine ancora le tracce dei due binari, con doppia bretella.
Augusto1
00Friday, June 4, 2004 11:34 AM
per xj6
Antò, ma ora se ti dico che la persiana è diversa cosa dici? [SM=x346239] Ovviamente scherzo, ma mi hai dato lo spunto per un servizio fotografico per le migliaia di ganci presenti a Napoli ovunque. Un esemplare di vettura che è nella foto è conservato, nei colori della STEFER di Roma, che l'ha utilizzata negli ultimi anni della sua vita, mi pare a Budrio.
Roberto Amori
00Saturday, June 5, 2004 3:35 AM
Bolognesi a Roma
Complimenti ad Augusto per la conoscenza dei tram di Bologna.
Dunque, il tram nella foto in Via del Pratello è una due assi mentre il tram di cui parla Augusto era la elegante vettura a carrelli n. 210 costruita a Padova dalla Stanga nel 1935. Questa vettura assieme alla 218 concluse la mattina del 3 Novembre 1963 l'era tranviaria bolognese. le suddette 210 e 218 assieme alla 201 e 228 nel 1965 furono acquistate dalla Stefer di Roma che le trasformò in unidirezionali e ridipinse in azzurro\crema per immetterle sulle sue due linee urbane per Capannelle e Cinecittà, dove ebbi il piacere di rivederle negli anni '70.
Nel corso del tempo la 210, 218 e 228 sono rientrate a Bologna, la 210 come vedete nella mia foto è in livrea STEFER mentre la 218 è ritornata bidirezionale e ridipinta nel classico bi-verde. Entrambe sono esposte nel Museo dei trasporti di Bologna. La 228 invece fa bella mostra di sè, perfettamente restaurata, nel piazzale di un ristorante vicino a S.Lazzaro non lontano da quel capolinea extraurbano che ha servito per tanti anni. La 201 è rimasta a Roma e temo molto per lei.



La 210 nei colori della STEFER, dietro la 218, più in fondo la 2 assi Casaralta 121 che chiuse nel 1959 il suo ciclo. Quest'ultima dopo essere stata per circa 20 anni sull'Appennino e trasformata pure in una specie di bar è stata anch'essa perfettamente restaurata.

[Modificato da Roberto Amori 30/09/2004 18.46]

XJ6
00Monday, June 14, 2004 12:54 PM
Piazza Minghetti (2)
Ancora Piazza Minghetti, in una bella foto di scena.



Il signore a sinistra, in piedi nel tram con occhiali ed elegante cappotto è l'aiuto aiuto regista del film, Sergio Leone, magrissimo e molto differente dall'immagine che ne abbiamo degli anni della notorietà (con barba e fisco meno asciutto).




Aldo Fabrizi e Sergio Leone lavoreranno assieme in altri tre film:

- Questa E' La Vita - 1954 (Fabrizi regista e attore - Leone aiuto regista)
- Mi Permette, babbo! - 1956 (Fabrizi attore - Leone aiuto regista)
- Il Maestro - 1957 (Fabrizi regista e attore - Leone aiuto regista)

[Modificato da XJ6 30/06/2004 4.22]

XJ6
00Friday, June 18, 2004 2:17 PM
Piazza del Francia / Via Castiglione
Ecco una foto di scena che riprende una prova della sequenza finale del film (nella quale in coda c'è il solo Fabrizi, ovviamente senza il tranviere che guarda in camera).

La foto è curiosa per il fatto che il tram sta andando clamorosamente contromano (evidentemente per esigenze sceniche); il senso giusto era l'opposto a quello della bella scena finale di "Hanno Rubato Un Tram".



Roberto mi ha inviato la foto seguente che riprende lo stesso scorcio di Via Castiglione pochi giorni fa, con il filobus articolato della linea 13 S. Ruffillo (che, manco a farlo apposta, percorre lo stesso percorso della linea 13 S. Ruffillo, ultima soppressione tranviaria del 3 Novembre 1963). Come si può notare, però, il filobus va ora nel senso giusto.



Facendo un paragone tra ieri e oggi, sulla sinistra è scomparsa la cancellata, ma è rimasto il muretto sottostante; dopo 50 anni dalla prima fotografia, l'orologio è sempre lì. Anche la lapide comunale in ceramica con il nome Piazza del Francia è al suo posto, coi suoi quasi 100 anni, così come la piccola tettoia Liberty dei negozi. Pure il disegno creato al suolo dalla disposizione dei grossi lastroni in porfido è sostanzialmente lo stesso, e anche il tombino della fogna c'è ancora.

Sull'elegantissimo e odierno cassonetto per la raccolta differenziata del vetro, sospendo il giudizio.
XJ6
00Friday, June 18, 2004 2:19 PM
1954
"Hanno Rubato Un Tram" è stato girato nel 1954, ultimo anno in cui la rete tranviaria di Bologna era ancora integra.

Per alcune scene si è fatto giusto in tempo, tipo quella in Via Indipedenza di fronte all' Arena del Sole dove Fabrizi fa salire le due prostitute (cfr. sopra, "Arena del Sole). Qui, nel 1956 era già sparito tutto.

Dove si è veramente arrivati ad un pelo, però, sono le scene di Via Saragozza, quelle dove Fabrizi (che è stato "declassato" a bigliettaio, dopo aver investito la cuoca Leontina, spericolata ciclista. Cfr. sopra "Piazza Minghetti) si scambia il posto di manovratore con Campanini ma, arrivato alla Porta Saragozza, trova ad aspettarlo il severissimo controllore "Testa di Cane", e sono altri guai. Tutta la tratta è scomparsa nel Giugno del 1955.
XJ6
00Friday, June 18, 2004 2:21 PM
Da Leonida
La cuoca Leontina, la spericolata ciclista che Fabrizi investe in Piazza Minghetti, lavora alla trattoria "Da Leonida". Per ingraziarsi la donna, ed evitare grane ancora più grosse, Fabrizi va a prenderla all'uscita dell'ospedale, e le acquista un'altra bicicletta, di seconda mano, al posto di quella danneggiata nell'incidente.

Nella foto che segue, Fabrizi è "Da Leonida", alle prese con la proprietaria del locale in attesa che arrivi Leontina, la quale accetterà di buon grado di firmargli una dichiarazione liberatoria, ammettendo di non aver subito danni a seguito dell'incidente.



La trattoria "Da Leonida" esiste ancora, in Vicolo Alemagna. Eccola, com'è oggi, più moderna, ma senza il fascino della vecchia locanda di una volta.






XJ6
00Friday, June 18, 2004 2:22 PM
Una Modesta Proposta
E se la prima cena sociale di MondoTram la organizzassimo proprio da Leonida?

Magari per festeggiare la costituzione dell'Associazione della quale parliamo da tanto.
Augusto1
00Friday, June 18, 2004 5:53 PM
cena da leonida
Io ci sto.
XJ6
00Friday, June 25, 2004 1:16 AM
Hanno Rubato Un Tram - Cineromanzo -0001

Titoli di testa (Musica di Carlo Rustichelli)
Si notino i nomi dell'aiuto regista e del responsabile della fotografia.


(voce fuori campo) Questo è il deposito dei tram che circolano nella Città di Bologna



(voce fuori campo) Oggi è domenica, ma per i tranvieri una domenica vera e propria non esiste, anzi, in certe domeniche il lavoro dei tranvieri è più gravoso del solito.



(voce fuori campo) Per questi tre, ad esempio, la domenica comincia adesso. Hanno appena finito il servizio, e la prima cosa che fanno è quella di andare al campo delle bocce, come ad uno spettacolo. La nostra storia, semplice come coloro che la vivono, ha inizio ...



(continua ...)
Francesco E.
00Friday, June 25, 2004 9:34 AM
Un'articolata a due trolley??
Augusto1
00Saturday, June 26, 2004 12:17 AM
due trolley
Eh, sì, due trolley sotto le due torri...
Roberto Amori
00Monday, June 28, 2004 2:18 AM
Avevano due trolley...
Avevano due trolley le articolate bolognesi, così come pure le carrelli. Erano tutte vetture bidirezionali, doppia cabina, porte su entrambi i lati e due trolley: uno alzato nel senso di marcia e l'altro abbassato fino al capolinea dove il tutto si invertiva.
Le articolate erano 8, le prime entrarono in servizio nel 1949, le ultime nel 1953. A Bologna si chiamavano " Sibona " dal nome dell' Ingegnere che le ideò sfruttando materiale di recupero o di riserva nei magazzini.



Come si vede bene in questa immagine ripresa durante la costruzione avevano una particolarità che le rendeva uniche: erano a tre assi, i due estremi motori quello centrale folle.
La loro carriera terminò nel 1961 quando venne chiusa la linea extraurbana 20 S.Lazzaro. Nonostante siano state solo 8 ed alcune abbiano viaggiato per soli 8 anni di queste vetture esistono fortunatamente diverse immagini per lo studio degli appassionati.
Per completezza dirò anche che le Sibona furono realizzate in una seconda versione del tutto identica a queste ma più piccole e a due assi costruite nel 1953. Uno dei grandi controsensi che non ho mai compreso è il constatare che le ultime due Sibona a due assi, assieme ad un altra vettura con differente disegno, furono costruite e messe sulla rete tranviaria nel 1957 ovvero a soppressione della rete già ampiamente avviata. Nelle officine del Deposito Zucca le maestranze vi lavorarono attorno duramente ben sapendo che la loro sorte era già segnata, erano nuovi e girarono solo tre anni essendo già soppressi nel 1960, data dalla quale fino al 1963 erano circolanti le sole vetture a grande capacità.
Un'altra cosa interessante e che una Sibona a due assi, la n. 301, è sopravvissuta sino ai giorni nostri. Venne negli anni '60 regalata dall'allora ATM ad una scuola sui colli dove rimase in giardino come gioco per i ragazzi fino alla metà degli anni '80. Della 301 esiste una famosa foto, pubblicata, scattata dall'amico Muscolino al capolinea collinare della linea 12 S.Michele in Bosco con sua sorella accanto alla vettura.
Purtroppo il sopraggiungere della ruggine, l'incuria delle lamiere rese pericolosa la presenza della piccola Sibona nel giardino della scuola. Scomparve rapidamente e purtroppo a molti non interessava neppure un eventuale recupero per il Museo, per fortuna la fotografai in lungo e in largo.

[Modificato da Roberto Amori 02/10/2004 19.02]

XJ6
00Tuesday, June 29, 2004 7:30 AM
Piazza Malpighi
Ancora due immagini della serie "Ieri e Oggi"

Qui siamo in Piazza Malpighi dove però, mi avverte Roberto, il 5 Saragozza non è mai passato.



Passata la statua della Madonna sulla sinistra, si volta per Piazza S. Francesco e quindi per Via del Pratello (già vista in una precedente foto). Proseguendo invece diritto si entra in Via Marconi.

Ecco, invece, Piazza Malpighi come si presenta ai giorni nostri.



Una volta, l'8 Dicembre i pompieri salivano con le loro autoscale per portare una corona di fiori ai piedi della statua. Oggi credo che questa tradizione si sia persa.
XJ6
00Wednesday, June 30, 2004 4:21 AM
Ancora una foto di scena ...
La foto - nella quale si vede Aldo Fabrizi alla cinepresa, osservato da Sergio Leone - è tratta da un libro su Leone, con la specifica che si tratta della lavorazione di "Hanno Rubato Un Tram".



Da quello che si vede, tuttavia, non sembra che la foto sia stata ripresa a Bologna. La targa stradale farebbe invece pensare a Roma. Nella Capitale, peraltro, sono stati girati gli interni (a Cinecittà), ed è quindi teoricamente possibile che sia stata ripresa anche qualche scena in esterna. Oppure il curatore del libro si è semplicemente sbagliato, e la foto si riferisce ad un'altra delle collaborazioni Fabrizi/Leone.
pabbamo
00Wednesday, June 30, 2004 1:24 PM
Hanno rubato un tram...
Purtroppo non vi è nemmeno una tv locale che ritrasmetta questo benedetto film...a furia di rivedere queste foto, sto letteralmente "sbavando" nell'attesa che esca la videocassetta, o meglio, il DVD. Speriamo soltanto che gli eredi di Aldo Fabrizi diano presto il nulla osta per la pubblicazione...
XJ6
00Thursday, July 1, 2004 12:47 PM
Hanno Rubato Un Tram - Cineromanzo - 0002
(voce fuori campo) ... con una appassionante partita tra il Controllore Rossi e il Capo Officina Stefanutti, contro il Bigliettario Bernasconi e il Guidatore Mancini.





XJ6
00Sunday, July 4, 2004 9:49 AM
Hanno Rubato Un Tram - Cineromanzo - 0003














(applausi)





XJ6
00Thursday, July 8, 2004 12:17 AM
Hanno Rubato Un Tram - Cineromanzo - 0004











XJ6
00Friday, July 9, 2004 1:23 AM
Via Venezian
Questa è Via Venezian, siamo a due passi da Piazza Maggiore, l'edificio sulla destra è uno dei fianchi del grande Palazzo Comunale. Nonostante la centralità della situazione urbanistica di Via Venezian, pare che esista una sola fotografia relativa al passaggio di tram in tale strada, per cui la testimonianza di "Hanno Rubato un Tram" assume ancor più valore



Ed ecco Via Venezian (ripresa da Roberto Amori) com'è oggi. L'edificio sulla sinistra, quello con la colonna, è tutto bucherellato sul fianco, così come sul fronte. Sono i segni di un bombardamento che, come ricorda una lapide, non sono stati volutamente riparati, come monito.




In realtà le differenze tra ieri e oggi non sono sostanziali nelle linee architettoniche della città se non che, come sempre, è scomparsa l'aria del quieto paesone, mentre le strade sono ovunque state trasformate in rimesse a cielo aperto per auto e scooter.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:12 PM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com