Film di Virzì "La prima cosa bella"

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
danilazz
00Saturday, January 30, 2010 12:48 PM
Ho visto l'ultimo film di Virzì La prima cosa bella. A parte la gradevolezza della pellicola che consiglio a tutti, ho visto nella ricostruzione della Livorno degli anni '70 un filobus marciante con tanto di aste in tensione. La scena è brevissima e potrebbe trattarsi di una finzione solo ad uso cinematografico. Inoltre ci sono delle riprese degli interni che sembrano realmente di un mezzo vero.
Qualcuno sa darmi qualche notizia in più al proposito?
Vi seguo sempre, sono un appassionato da sempre di tram filobus e trasporto pubblico in generale. Sono di Roma, ho circa 50 anni e per andare a scuola prendevo il 47 nero o rosso quando erano esercitati con filobus. Che nostalgia!
Saluti a tutti Daniele Lazzaretti
Letimbrus
00Saturday, January 30, 2010 1:15 PM
gli ultimi filobus livornesi furono acquisiti da Parma, che non so se li abbia ristrutturati!
a tal proposito si racconta un gustoso aneddoto: appena giunti da Livorno, tanta era l'esigenza di avere i mezzi in servizio che furono utilizzati subito, senza nemmeno togliere le pubblicità all'interno, che reclamavano attività commerciali labroniche!
pensa ai parmigiani che, inutilmente, si affannarono nella ricerca di tali negozi! :)
filobergamo
00Saturday, January 30, 2010 7:31 PM
a livorno si trovano 4 fiat 2411 cansa conservati dopo avere prestato servizio anche a modena e non a parma. rientrati a livorno negli anni novanta 2 di questi sono stati restaurati dal dopolavoro ferroviario e ogni tanto esposti in citta x qualche occasione.ce da precisare che livorno la linea aerea e stata completamente smantellata da una trentina d anni.
Augusto1
00Saturday, January 30, 2010 8:06 PM
Ho spostato la discussione nel thread dedicato al cinema.
danilazz
00Sunday, January 31, 2010 11:20 AM
Chiedo scusa, l'inesperienza a muovermi nel forum mi ha giocato questo scherzo. Grazie comunque dell'attenzione e se avrete occasione di vedere il film fatemi sapere, ci tengo. Saluti Daniele
Roberto Amori
00Sunday, January 31, 2010 11:44 AM
Modena, 44

Esistono diverse immagini dei filobus livornesi ritratti nella loro città. A Modena i quattro che vennero acquistati svolsero un intensissimo servizio, il che comprova sia la bontà di queste macchine, sia l'assurda frettolosità di altre città italiane a sbarazzarsi delle proprie reti filoviarie. A Livorno ci furono a suo tempo roventi polemiche: a differenza di aziende che dismisero i propri filobus nella totale indifferenza cittadina, lì vennero invece reclamati a gran voce. In piena Austerity furono costretti a fermarsi per cedere il passo ai bus a gasolio. Sembrava che potessero riprendere servizio proprio a causa del prezzo del greggio e dell'inquinamento ma come sappiamo bene la saggezza non è certo una delle prerogative migliori dei nostri Amministratori...



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


A Modena i quattro Fiat 2411 vennero rinumerati da 42 a 45: vennero comprati da Livorno nel 1958 e qui circolarono per 16 anni fino al 1974.
A Modena vennero utilizzati per altri 12 anni fino al 1986... Macchine strepitose dunque giunte a 28 anni di incessante lavoro. E' vero che giunte in Emilia vennero subito utilizzate così com'erano. Bei tempi, oggi ci sarebbe la normativa, l'adeguamento, il perito, il collaudo, l'Ustif... invece gli tirarono su le aste e partirono in giro per la città. Con calma vennero comunque, risistemati e ben consolidati dalle brave maestranze delle officine aziendali: le macchine giunsero infatti parecchio consunte, dal mare livornese, dalla salsedine nelle casse.
Letimbrus
00Sunday, January 31, 2010 1:11 PM
roberto, sei sempre una fonte inesauribile di foto e storia!

chiedo scesa del mio errore...ho sbagliato città! :)
XJ6
00Sunday, January 31, 2010 9:20 PM
Grande, Roberto ...

... come sempre [SM=x346220]
Enrico N3C
00Monday, February 1, 2010 8:29 PM
X Danilazz
Gent. Amico,

in merito al filobus che hai visto nel film di Virzì si tratta di uno dei due Fiat 2411 Cansa ex ATAM restaurati e di proprietà di un noto studioso di trasporti livornese. Le scene riprese a bordo sono state girate effettivamente all'interno del filobus in oggetto, mentre la ripresa in esterno del mezzo in movimento è stata realizzata con l'ausilio di un veicolo spintore posto in coda e non visibile. La linea aerea è stata realizzata successivamente al computer.
Insomma attrezzature futuristiche per riprodurre una tecnologia di mezzo secolo fa. Comunque viva il Cinema che ci permette di rivivere epoche ed emozioni ormai irripetibili! [SM=g8902]

EN
danilazz
00Monday, February 1, 2010 11:19 PM
filobus livorno
Carissimo Enrico sei stato più che mai esaustivo. Complimenti e non ti dico che quella è stata la cosa che più mi abbia entusiasmato nel film ma.... quasi.
Non so se tu sia più un appassionato di cinema o di filobus ma mi sembri veramente un addetto ai lavori in entrambi i campi.
Il film piuttosto ti è piaciuto? Io sono di Roma e nei primi anni '80 ho frequentato il GRAF e ho fatto alcuni viaggi con il gruppo di De Grisantis e company, tra cui uno proprio a Livorno.
Ti ringrazio ancora Daniele
Trammax
00Tuesday, February 2, 2010 5:23 PM
Bel film, ambientazione stupenda, bel cast ed interessanti spunti trasportistici...io ho vaghissimi ricordi risalenti ai primi anni '70 (sono genovese ma mia madre era livornese purosangue)e mi sembra che ci fosse rimasta una sola linea filoviaria, il 2 per Montenero, esercita proprio con i 2411 Cansa. Non ricordo se le varie circolari (4 e 6 se non ricordo male)fossero ancora filoviarie, mentre l'1 per Antignano era sicuramente un bus (411 con due porte "e mezza").

In un altro momento del film (ambientazione successiva, attorno al 1980) si vede chiaramente un bel 409 in livrea giallo ATL [SM=x346227]. Bellini i filobusse, dè!! [SM=g8806]
Enrico N3C
00Tuesday, February 2, 2010 6:25 PM
per Danilazz

Carissimo, ti ringrazio per i calorosi complimenti, veramente graditi!
Ti confesso che il film non l'ho ancora visto, ma ero stato a suo tempo informato dal legittimo proprietario del filobus delle varie lavorazioni in cui era coinvolto.
Io sono di Sanremo e sono cresciuto a bordo degli indimenticabili Fiat 2411 Cansa-CGE bianchi e blu della STEL, all'epoca dominatori incontrastati di tutta la rete da Taggia a Ventimiglia, a tutt'oggi mai troppo rimpianti. Da qui l'origine della mia passione per i filobus e per questo modello in particolare, cosicchè quando ci si sente con il caro Amico di Livorno si parla dei "nostri" filobus (i livornesi sono suoi nel vero senso della parola, mentre il sanremese è mio solo in senso adottivo) con lo stesso calore che si può avere per un familiare caro!
L'interesse per il cinema (ovviamente italiano) è arrivato in epoca molto più recente, e cioè quando ho capito che nelle vecchie pellicole erano immagazzinate una serie enorme di sequenze che avevano protagonisti i nostri beniamini sia su gomma che su ferro ritratti nella loro quotidianità, ossia come normalmente ce li ricordiamo, cito ad esempio la serie dei "polizieschi all'italiana" che tanto scalpore destarono negli anni '70 e che solo recentemente sono stati molto rivalutati.
Quello che invece mi entusiasma, senza purtroppo essere un addetto del settore, è la meticolosità con cui attualmente si ricostruiscono ambientazioni di 40/50 anni fa, che porta a risultati sorprendenti come quello del filobus che torna a circolare per le vie di Livorno a quaranta anni dalla sua scomparsa, dove con la computer grafica si sostituiscono addirittura gli armadietti delle centraline semaforiche attuali con quelle verdi tipiche di allora e si ricostruisce la linea aerea.
Ti confesso che la sequenza del filobus in movimento è per me un grande catalizzatore nei confronti di questa pellicola, comunque di grande pregio al di là degli interessi puramente trasportistici, che mi ripropongo di andare a vedere al più presto.

Ciao! [SM=x346219]

Enrico
danilazz
00Tuesday, February 2, 2010 9:09 PM
Per Enrico e tutti gli interessati
Carissimo, sono veramente contento di aver acceso questo dibattito e sarò ancora più contento quando avrò un tuo o vostro commento sul film in questione.
Sono anch'io un fan del cinema italiano e sono d'accordo con te che di materiale ce n'è veramente tanto, soprattutto degli anni '70. A me tutto sommato piace anche rivedere vecchi modelli d'auto ormai rarissimi sulle nostre strade, come per esempio, la Giulia Alfa Romeo o le prime Ritmo. Quello che mi affascina di più è notare come ad ogni periodo corrisponda un certo di tipo di Design e come per certi aspetti sia tutto consequenziale. In parole povere ogni forma o disegno è figlio del suo tempo. Chissà quante volte abbiamo immaginato quali forme avrebbero potuto avere i tram e i filobus del 2000 e oggi ci possiamo togliere comunque questa soddisfazione. Perché, come li definisci tu, i nostri beniamini, sono ancora vivi e vegeti sulle nostre strade!
Sai quante volte sono stato bonariamente preso in giro per questa mia passione quando ero piccolo? Non sai la gioia quando a vent'anni ho scoperto che di appassionati ce n'erano migliaia e a Roma ovviamente ce n'era una grande percentuale.
Da allora ho cercato di collezionare libri, foto, film e ogni materiale in genere che riguardasse tutto il trasporto pubblico nel mondo. Ho viaggiato tanto per lavoro e mi vanto di aver preso le metropolitane di tutte le maggiori città del mondo, sfidando anche qualche pericolo. (Vedi San Paolo del Brasile).
A proposito, quanti anni hai tu? Io ne compio 50 ad Aprile, ma per questo argomento mi sento così ragazzino.....
A questo punto aspetto anche un tuo commento sul film che mi auguro tu veda al più presto. Sbrigati perché i film oggi durano poco al Cinema, purtroppo!
A presto e grazie ancora della tua attenzione. Daniele Lazzaretti
danilazz@tele2.it
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:41 PM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com