Comitato Cittadini Vittime Metrobus di PD

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: [1], 2, 3
titanio.Gino
00Sunday, January 22, 2006 9:27 PM
Salve,
mi chiamo Gino De Pauli e sono caduto sulle sconnessioni della pavimentazione il 21-10-2004 presenti su tutte le Riviere anche su Riviera Ponti Romani dove e' presente la rotaiakiller, siamo in 71 tra ricoveri,operazioni,fratture ,ingessature etc.etc.
Vi invito a visitare il sito www.rotaikiller.splinder.com per avere ulteriori e interessanti informazioni.
Ho fondato un Comitato nel febbraio 2005
che si chiama Comitato Cittadini Vittime Metrobus di PD
vi chiedo se avete qualche suggerimento, consiglio o idea per evitare che qualcuno ci possa lasciare la pelle.
Grazie
Gino De Pauli
axe81t1
00Sunday, January 22, 2006 11:47 PM
E' normale che succedano queste cose ; a Torino ad esempio sono presenti più di 100 km di binari tranviari .

Le ruote delle bici possono scivolare dentro i binari e far cadere il conducente .

La soluzione è quella di passare con le bici nelle corsie ciclopedonali .
Bisogna prendere esempio da Amsterdam dove il 70% delle strade della città ha binari tranviari. Pochi sono gli incidenti , xke la gente usa correttamente le piste ciclabili,senza invadere la corsia del tram.


Il tram a Padova , è un grande traguardo. Tenetevelo stretto.


In Francia è partito un rinnovo dei mezzi pubblici che consiste nel costruire tramvie in quasi tutte le città di Francia,anche su gomma come a Padova .

Veda l'esempio di Strasburgo (città che ormai si muove solo in tram)(nel senso buono della frase).

saluti





Paoloilfiorentino
00Monday, January 23, 2006 1:38 AM
Cose da pazzi!
Caro Gino,

ti suggerisco quanto segue:

1- pressione nelle opportune sedi perché l'amministrazione comunale curi come si deve la pavimentazione delle strade della vostra città, in particolare quelle destinate ad essere percorse
dal metrobus.

2- maggiore attenzione nell'attraversare la strada: occhi a terra, passo fermo e prudente, particolare cautela in presenza di pioggia, nevischio e bucce di banana. Vedrai che i risultati saranno immediati e che il numero delle "vittime" calerà istantaneamente.

3- un'indagine accurata, da effettuarsi in loco, sulle metodologie adottate dagli abitanti e dalle autorità di Milano: sembra infatti che in questo comune, nonostante la massicia presenza di rotaie tranviarie in strade, piazze e vialI, il numero delle "vittime" si mantenga da circa un secolo su livelli estremamente bassi, tanto che non si segnala la presenza di meritori Comitati analoghi al vostro.

Cordiali saluti,
Paolo Muraro

XJ6
00Monday, January 23, 2006 7:12 AM
La buccia di banana
Caro Gino,

se volevi coinvolgerci in una crociata contro le rotaie, probabilmente hai sbagliato forum [SM=x346239]

Al di là delle facezie, i suggerimenti di Paolo, con l'invito a tutti ad una maggiore responsabilità personale, senza dare sempre agli altri la colpa per le proprie disgrazie, mi sembrano più che opportuni.

In bocca al lupo, comunque, a Padova ed al suo mezzo tram, senza più vittime e scivoloni [SM=x346236]
Lucajuventino
00Monday, January 23, 2006 8:12 AM
Piove governo ladro
Concordo con XJ6.

Le rotaie ci sono ovunque e quella del Metrobus di Padova non è così diverse da tutte le altre. Mi sembra che tutta la questione sia stata "gonfiata" in modo esagerato (e ho la sensazione che, come "TAV" e ora "ponte sullo stretto", politicizzata)
Va bene chiedere (anzi è un diritto!) che le strade siano sicure, ma non pretendiamo ai governanti (di qualunque partito politico) che vengano ad asciugarci il naso come si fa con i bambini di 2 anni.

Perché poi non si è mai contenti...
Basta guardare quello che è successo a fine Dicembre: alcune strade innevate non sono state chiuse perché pericolose? Valanga di lamentele. Una settimana dopo, le stesse strade vengono chiuse perché ha neviacato? Ancora più proteste sul fatto che il provvedimento era esagerato... Allora?

Luca
RomaTram
00Monday, January 23, 2006 10:23 AM
In effetti un sito chiamato rotaiekiller è tutto un programma....Il nostro amico invece di lanciarsi in stupide corciate contro il costruendo translohr padovano dovrebbe prestare più attenzione quando attraversa i binari....
stefano05
00Monday, January 23, 2006 10:39 AM
Mi spiace per la caduta ma...
...Odio a morte i comitati!
A L'Aquila ce ne sono N... Tutti contro il "Tram" ed altre opere di pubblica utilità !
[SM=x346248]
Augusto1
00Monday, January 23, 2006 10:54 AM
rotaie killer o ciclisti (e motociclisti) disattenti?
Innanzitutto questo fantomatico sito non è visualizzabile. Poi dico che condivido parola per parola quanto scritto da Paoloilfiorentino, quindi non aggiungo altro a proposito di suggerimenti. Dico solo che a Napoli ci sono decine di persone che cadono ogni giorno da scooter e motociclette (qui le piste ciclabili in strada non ci sono e comunque nessuno si è mai sognato di chiedere l'eliminazione dei tram) e quasi sempre si tratta di spericolati, indisciplinati ed arroganti cavalcatori di due ruote. Condanno i comuni, però, quando fanno una cattiva (nel caso di Napoli pessima) manutenzione delle strade. Nel caso delle rotaie tranviarie, cari motociclisti, è solo colpa vostra...
BLINKY73
00Monday, January 23, 2006 5:06 PM
Se Vi può interessare ulteriormente quest'argomento potete leggerVi la copia "cache" di Google del blog del Sig. De Pauli al seguente link:

Comitato vittime della Rotaia Killer di Padova [SM=x346244]

Scoprirete che la vera colpevole del misfatto non è la rotaia (almeno per quanto riguarda il Sig. De Pauli), ma la buca intorno al tombino...

La storia del Sig. De Pauli

[SM=x346219]

[Modificato da BLINKY73 23/01/2006 17.11]

Augusto1
00Monday, January 23, 2006 7:10 PM
ho letto...
...la storia del sig. De Pauli, che ha tutta la mia fraterna solidarietà. Il suo incidente è stato causato effettivamente più dal tombino che dalla rotaia del Translohr, progetto che non ha mai riscosso la mia simpatia, ma a cui non si può imputare tutta la colpa di quanto accaduto. La vera crociata, secondo me, andrebbe condotta (l'ho già detto stamattina) contro quei comuni che fanno una cattiva politica dei trasporti e una cattiva manutenzione stradale. L'amministrazione di Padova non è nuova a intraprendere iniziative di dubbia riuscita e molto spesso in palese contrasto con larghe fette della cittadinanza interessata. Non so come sta agendo il sindaco Zanonato eletto nel 2004, ma la giunta precedente (mi pare retta da Giustina Destro) salì agli onori della cronaca, tempo addietro, per la vicenda di un maxi parcheggio la cui costruzione minò le fondamenta di un fabbricato nel quale si aprirono crepe larghe almeno cinque centimetri, provocando la necessità dello sgombero. Immagino che la stessa giunta abbia deliberato la costruzione del tram su gomma. No, quindi, al comitato anti-rotaia tout-court (anche se, ripeto, ritengo il Translohr un fiasco e una città ricca come Padova poteva certamente permettersi una tranvia tradizionale), ma sì ad un comitato avverso a chi amministra male le proprie città e fa una cattiva manutenzione delle proprie strade. Infine, ribadisco la vicinanza assoluta al signor De Pauli.
Paoloilfiorentino
00Monday, January 23, 2006 9:01 PM
Ho letto anch'io...
... la storia del Signor De Pauli, al quale, come l'amico Augusto, esprimo la mia solidarietà sul piano umano. Apprezzo anche la sua capacità, per così dire, di esorcizzare il grave incidente occorsogli facendone derivare il suo nick-name.
Detto questo, ribadisco il mio totale disaccordo sugli intenti del Comitato che presiede: come nel caso di analoghe associazioni, chi ne fa parte denota nei suoi interventi la consueta ignoranza in materia di tram, rotaie e trasporto pubblico in generale. Paradossalmente, seguendo la logica del Comitato Vittime del Metrobus, si dovrebbe chiedere il totale blocco del traffico automobilistico, visto che è stato causa diretta ed indiscussa della morte di centinaia di migliaia di persone nella sola Europa ed ha causato un numero altissimo di patologie spesso mortali a causa dell'inquinamento prodotto.
Ribadisco senza esitazione anche quanto ho affermato a proposito della responsabilità personale: attenzione e cautela sono d'obbligo quando si va in bicicletta o a piedi.
A titolo personale, concludo affermando che un'eventuale replica di Gino De Paoli sarà comunque accolta con interesse.
Paolo
Lucajuventino
00Monday, January 23, 2006 10:40 PM
Comitato vittime etc etc
Visto che si avvicina il 27/1, giorno della memoria, fate presente ai giornali del vostro comitato e delle vostre VITTIME dimenticate da tutti e da tutto (magistratura, stato, esercito, guardia forestale e chi più ne ha più ne metta!), magari otterrete il giusto riconoscimento!

Luca

PS: il messaggio mi è sorto spontaneo dalla lettura di un po' di messaggi presenti sul sito del link.
titanio.Gino
00Wednesday, January 25, 2006 8:55 AM
Rettifica sito e scuse
Scusate ma nella fretta non ho controllato il testo iniziale il sito del Blog e' www.rotaiakiller.splinder.com
Grazie e scusate
Gino De Pauli
C.C.V.M. di PD
RomaTram
00Wednesday, January 25, 2006 10:12 AM
Resta sempre il fatto che la vostra è demagogia allo stato puro e il Vs nome mi ricorda tanto quello dei baldi movimenti che negli anni'60 e '70 tuonavano contro il tram...un pò come Legambiente che esultò nel 1972 quando tolsero il filobus a Roma (un giornale titolò "Finlamente cieli puliti" ) Ergo son a priori contro questa gente che un giorno protesta contro i binari, un giorno vuole le barriere antirumore sulla ferrovia, un giorno chiama la ASL per impdire i merci notturni sulla Adria - Mestre che disturbano i loro sonni nella vileltta abusiva costruita a 2 cm dai binari sbattendosene di ogni legge tanto poi bastapagareilcondonochetuttosisistema ma che ovviamente se ne sbatte dei TIR e del traffico..al massimo si lamenta xchè non trova parcheggio x il loro SUV 4X4 modello parigi - Dakar.....che tristezza.......
Sulla validità del Translohr...beh, aspettiamo e vedremo...speriamo che non siano 4 gatti con poche idee e confuse a bloccare tutto.... [SM=x346248]
Lucajuventino
00Wednesday, January 25, 2006 10:35 AM
Tratto dal sito:


SI PRECISA CHE FINO AD OGGI 05-11-2005 NON SI HANNO NOTIZIE

DI CICLISTI DECEDUTI A CAUSA DELLA SCONNESSIONE

DELLA PAVIMENTAZIONE E DELLA " ROTAIA-KILLER ",................

MA NON POSSIAMO ESCLUDERE IN FUTURO CHE ......

" NON CI POSSA SCAPPARE IL MORTO !!!



E allora dov'è la rotaia killer?????

E se in futuro cade un meteorite che uccide un gruppo di ciclisti? Ci sarà il blog "meteoritikiller.com"?

Con tutto il rispetto, il vostro sito è patetico ed i contenuti sono così superficiali che rendono la vostra protesta solo oggetto di ilarità. Solo quando avrete serie considerazioni e proporrete suggerimenti per migliorare le strade della vostra città (senza essere a priori contro tutto e tutti), allora magari sarete presi sul serio. Al momento sembrate dei cabarettisti che non fanno neppure ridere.

Luca
RomaTram
00Wednesday, January 25, 2006 12:47 PM
Questi stanno fuori di testa....il problema è che c'è gente che gli dà anche retta....non ho parole...Però tir, auto ecc ecc...quelli non sono dannosi....Del resto...abbiamo il treno killer (quando travolge qualche imbecille che se ne sbatte dei PL), il treno con la scatola nera che non è riusicto a sterzare per evitare l'altro treno fermo sui binari (leggete i giornali quando capita un incidente)...ma poi, in Italia è tutto Killer...fa freddo d'inverno...e elggi freddo Killer sull'Europa, fa caldo e elggi Caldo Killer....quindi il binario Killer non mi stupisce affatto.....Poi vbabè, c'è il linka d un filmato di Striscia la Notizia...TV spazzatura....
titanio.Gino
00Thursday, January 26, 2006 2:45 AM
commenti.........
Ho letto i vostri commenti..........e sinceramente sono stupito del livore e poco rispetto con cui commentate una vicenda che conoscete poco. vi consiglio di informarvi bene prima di scatenarvi in giudizi affrettati se non altro per il rispetto che meritano persone anziane,studenti lavoratori architetti ingegneri e altri soggetti che sono caduti in totale siamo a quota 71 c'e' una ragazza che ha fratturato entrambi i capitelli radiali dei gomiti e ha perso il posto di lavoro...va be' potrei elencarvi i danni riportati da ognuno ma non ne vale la pena.
NON SIAMO CONTRO IL TRAM, NON SIAMO NEANCHE A FAVORE NON VI INTERESSA non vi abbiamo chiesto di schierarci con noi o contro non stiamo facendo campagne campate in aria. QUANTI DI VOI CONOSCONO PADOVA? e hanno visto le strade interessate e come sono messe, quanti di voi sono disposti una mattina qualsiasi a fare un giretto esplorativo sulle Riviere e assieme a me farsi un' idea chiara e non precostituita come i commenti e i giudizi che avete SPARATO A RAFFICA .BENE chiunque di voi prima di scrivere altri commenti e' bene che venga assieme a me che cosi' controlliamo di persona lo stato dei lavori e delle cose altrimenti rischiate di dovervi ricredere
Cordiali saluti Gino De Pauli [SM=x346248]
Roberto Amori
00Thursday, January 26, 2006 3:37 AM
Io...


SIG. ITANIO: QUANTI DI VOI CONOSCONO PADOVA?



Io conosco Padova, ci sono stato più volte. E'una bella città un po' dimenticata a causa della vicinanza con quel gigante del turismo mondiale che è Venezia. Un po' come Bologna che è una bella città un po' dimenticata a causa della vicinanza con quel gigante del turismo mondiale che è Firenze. Forse è anche la fortuna di entrambe le nostre città: le orde di scolaresche, di turisti fai da te, di viaggiatori mordi e fuggi e gli sciami di torpedoni coi giapponesi frettolosi ci lambiscono solo lasciandoci in pace nelle nostre consuetudini e sollevandoci dalla vista di migliaia di negozietti coi souvenir tutti uguali.
Tutte due le nostre città avevano giunte seriamente impegnate a dotarci di autentiche reti tramviarie moderne al passo dei tempi e delle tecnologie, entrambe le nostre città avevano già ricevuto dagli allora governi le prime rate di emolumenti per la realizzazione di queste importanti strutture, entrambe le nostre città hanno votato ( con la complicità di migliaia di cittadini che ignorano ossia ignoranti ) giunte di incapaci che hanno al volo cambiato i progetti nel nulla che è sotto gli occhi di tutti.
Padova dopo 6 anni di disagi e un fiume di miliardi scialacquati si ritrova con cantieri aperti all'infinito e un sistema che è lungo a finire come la Fabbrica di S.Pietro...Bologna ha uno o due giganteschi filobus con la proboscide sul tetto che viene spacciato per un Tram su Gomma ( con la complicità di altri cittadini che ignorano ossia ignoranti ).
La sua città dopo tutti questi anni avrebbe potuto avere la propria reale rete tramviaria che, come capitò in una situazione analoga a Strasburgo, ora farebbe comodo ad una felice intera collettività di persone ricredute.
In Italia, ahimè, grazie anche alla presenza di tutti questi comitati abbiamo 6 città Tramviarie nelle quali spesso è impossibile proporre un solo Km di estensione senza scatenare il finimondo, presto saranno 7 ma 3 di queste hanno una sola linea...In Germania esistono 60 città con grandi ed efficienti reti tramviarie e le assicuro che in nessuna sono sorti comitati come il vostro, in nessuna sono iniziate raccolte di firme e in nessuna i giornali definiscono i tram ' assassini ' ' killer ' o quant'altro. State attenti a dove mettete le ruote delle vostre bici esattamente come state attenti a dove mettete il vostro corpo quando attraversate, come tutti, la strada.
La patria delle biciclette è la piccola Olanda dove sistono 6 città con sviluppate reti tramviarie e anche qui, ci vado spesso perchè mia moglie è di quelle parti, vi assicuro che in nessuna sono sorti comitati come il vostro, in nessuna sono iniziate raccolte di firme e in nessuna i giornali definiscono i tram ' assassini ' ' killer ' o quant'altro.

Sono stato a Padova a fotografare i lavori del vostro discutibile ibrido che, non so lei, vi hanno appioppato sfruttando i vostri voti con la promessa di modernità, celerità, scarsità di cantieri...dopo 6 anni siete si e no a metà e l'unica cosa che non è pericolosa è, basta stare attenti un minimo, la rotaia ( che fra l'altro è una sola ).

http://www.freeforumzone.com/viewmessaggi.aspx?f=30764&idd=189&p=3

[Modificato da Roberto Amori 26/01/2006 8.55]

XJ6
00Thursday, January 26, 2006 7:32 AM
Una nota di cautela ...
Va bene il contraddittorio, anche animato, ma cortesemente non scadiamo nell'insulto gratuito. Non è la prima volta che lo dico, ed intenderei mantenere questo sito un luogo di ritrovo tra persone cortesi.

Benvenuto a Gino Titanio che espone un suo punto di vista, anche se esso non è condiviso dalla quasi totalità dei frequentatori di MondoTram. Coerentemente con la famosa citazione (spesso erroneamente attribuita a Voltaire) "I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it." (Beatrice Hall - The Friends of Voltaire, 1906).

Apprezzo comunque la misura della risposta di Roberto, e a tutti gli altri raccomando di riservare le consuete cortesie per gli ospiti. Grazie. A
BLINKY73
00Thursday, January 26, 2006 10:56 AM
Secondo me la discussione andava centrata sulla effettiva pericolosità della rotaia che, bisogna ammettere, ha una conformazione più "agganciante" rispetto a quelle tradizionali.
Tuttavia, un'adeguata campagna informativa da parte del comune avrebbe risparmiato molte vittime.
Gli abitanti di Padova farebbero comunque bene, visti i soldi spesi e i vantaggi che ne trarrebbero, a sollecitare unanimemente il completamento della tramvia e l'entrata in servizio del Translohr.
Paoloilfiorentino
00Thursday, January 26, 2006 3:10 PM
Risposta a Gino De Pauli
Caro Gino,
nel mio precedente messaggio, scritto senza livore anche se in pieno disaccordo con il Vostro comitato, auspicavo una tua risposta. Ti ringrazio quindi di averci esposto il tuo punto di vista.
Ho già scritto in precedenza che sarebbe opportuno da parte vostra far pressione sull'amministrazione comunale perché provveda alla manutenzione di strade e piazze in modo adeguato, in particolare laddove sono in attività i cantieri per la costruzione del"metrotram"; se avete riscontrato carenze nella messa in opera di recinzioni dei cantieri, segnalazioni luminose e quant'altro normalmente viene adottato in presenza di lavori stradali, potete rivalervi in sede legale.
In entrambe i casi credo che nessuno vorrà darvi torto.
Dove invece a mio giudizio avete torto in pieno è nell'attribuire ogni colpa alle rotaie, anzi, all'unica rotaia del metrotram. E' perfettamente inutile che tu faccia una lista dei danni riportati dagli sfortunati (o disavveduti?) tuoi concittadini: sul piano umano, è ovvio, me ne dispiace, ma il punto non è questo.
Ti rivolgo due domande precise:
1- Il vostro comitato ritiene incompatibile la presenza delle rotaie in alcune strade e piazze di Padova con la sicurezza dei cittadini?
2- Quali soluzioni proponete per risolvere la situazione di grave pericolo per l'incolumità pubblica venutasi a creare, a vostro giudizio, a seguito dei lavori attualmente in corso?
Ti ringrazio dell'invito a renderci conto di persona di quanto succede a Padova, ma ti invito a mia volta a renderti conto di persona di come la presenza di rotaie tranviarie non sia affatto pericolosa per i pedoni ed i ciclisti nelle tante città ove tram e tranvie sono in funzione.
Se poi si pretende di camminare o andare in bicicletta senza guardare ove si mettono piedi o ruote, senza fare attenzione al traffico, a buche e tombini, allora è ovvio che qualsiasi strada si trasforma in un potenziale pericolo, con o senza rotaie. Se si scendono le scale del proprio condominio di corsa, diventano pericolose anch'esse, e gli incidenti di questo genere non sono rarissimi, Ti chiedo: sosterresti un Comitato per l'abolizione di scale e scalinate killer?
Abbiamo certamente il diritto di chiedere che chi ci amministra lo faccia con cura e competenza e questo non sempre succede, ma cerchiamo di non scaricare sempre la responsabilità di quanto facciamo su qualche altro.
In bicicletta ci vado da tantissimi anni, ho sempre fatto attenzione ai tombini, alle buche, alle pozze d'acqua, e, per fortuna, sono ancora intero...sarò stato più fortunato di te, che devo dirti.
Resto in attesa di una tua replica,
Cordialmente
Paolo



Settantaquarantuno
00Thursday, January 26, 2006 4:18 PM
Feriti vari

Scritto da: titanio.Gino 22/01/2006 21.27
Salve,
mi chiamo Gino De Pauli e sono caduto sulle sconnessioni della pavimentazione il 21-10-2004 presenti su tutte le Riviere anche su Riviera Ponti Romani dove e' presente la rotaiakiller, siamo in 71 tra ricoveri,operazioni,fratture ,ingessature etc.etc.
[...] per evitare che qualcuno ci possa lasciare la pelle.
Grazie
Gino de Pauli


Esprimo la mia simpatia al signor De Pauli che ha scelto proprio Mondotram per convincere i suoi frequentatori del fatto che le rotaie in città rischiano di ammazzare la gente; ammetto che è una sfida difficile, complimenti a chi decide di mirare in alto. E' un po' come andare in un sito di vegetariani a proporre mille modi di cucinare la carne di maiale.
***
Detto questo, mi chiedo soltanto: com'è possibile che in un anno e mezzo settantuno, dico settantuno persone si siano fatte male lungo qualche chilometro di rotaia? Spaccandosi questo e quello e rischiando addirittura la pelle?
Se anche la rotaia può essere più insidiosa di quelle del tram, seguendo una semplice proporzione a Milano, per esempio, in un secolo le centinaia di km di rotaie dovrebbero aver provocato più morti di un conflitto nucleare. Nè credo che a Milano le strade siano perfettamente livellate come tavoli da biliardo.
Per cui, nonostante la mia ovvia solidarietà coi feriti, mi domando se una protesta di questo tipo non sia un filo pretestuosa o forse esagerata.
EDOARD
00Thursday, January 26, 2006 4:39 PM
Binari killer
Ho degli amici a Padova ma non mi risulta delle vittime e dei feriti gravi per i binari...
Non voglio fare paragoni con la zona centrale di Milano o Torino veramente a rischio di cadute, incidenti, fratture... città con binari e strade "vecchie" con manutenzione scarsa o assente e rotaie veramente killer che "escono" dalla strada come una lama... però feriti gravi e morti non se ne contano neppure nelle giorante di neve!
A Padova ritengo che i lavori sono stati fatti male e non a norma se si verificano tutti questi continui incidenti.
Non voglio neppure pensare che gli abitanti siano imbranati e non vedono i binari e cadono apposta...
Nelle "nuove" o imminenti città tranviarie non mi pare di aver letto feriti per rotaie... Messina, Firenze, Nizza...
e tanto meno nelle storiche Milano, Torino, Roma, Napoli e nel resto d'Europa e del mondo...
Anche nei pericolosi attraversamnenti pedonali ai passaggi a livello ci sono effettivamente i binari molto pericolosi e le donne rischiano quasi sempre di infilarci anche i tacchi normali... pensiano ai bambini in passeggino o un anziano in carrozzella che rischia forte... senza tenere conto che la pavimentazione è sconnessa quasi sempre...
Cito alcuni passaggi a livello... ad esempio tutti quelli della Liguria a binario unico da Finale ad Imperia o il più trafficato adiacente alla stazione di Collegno pluribinario...
Questi sono veramente binari killer anche passando sopra con un auto...


Augusto1
00Thursday, January 26, 2006 4:57 PM
per titanio.gino
Sparato a raffica...chiunque di voi...quanti di voi conoscono Padova... A me sembrava di aver espresso solidarietà, e non solo io. E per condividere un malessere non bisogna necessariamente condividere tutte le motivazioni. Anzi, magari con un minimo di lucidità (pur comprendendo - e ci mancherebbe altro - la rabbia) si possono trovare le responsabilità in maniera più mirata. Non sono d'accordo col fatto delle rotaie siano assassine in sé, semmai lo può diventare chi non fa manutenzione. Altrimenti a Napoli, Milano, Roma, Torino e Trieste, le città dove c'è il tram (quello vero, non questa specie di aborto che stanno costruendo lì) da più di un secolo, i binari avrebbero dovuto causare un bollettino di guerra (e a Napoli negli anni '70 il rischio veramente c'è stato, dato il passato degrado delle sedi tranviarie). Ancora qui a Napoli, il morto c'è scappato davvero (anche in tempi recentissimi, a via Vannella Gaetani), ma mai nessuno ha parlato di rotaie killer o tram assassini, ma si è data la colpa a chi non ha curato la manutenzione o (quando era acclarato) a chi è stato causa del proprio mal. Il problema, ripeto, è la cattiva manutenzione. Che poi, lo ripeto ancora, il tram padovano sia poco affidabile progettualmente è un altro discorso. Chiudo ripetendo ancora una volta: solidarietà a Gino De Pauli (ma chi non lo farebbe?) e a tutte le vittime delle sconnessioni stradali, e si continui a combattere le giunte comunali che non lavorano per il bene dei cittadini. A mio parere bisognerebbe ridenominare la vicenda "stradekiller", altrimenti sembra che i problemi li creano solo le rotaie, e non è così.
Roberto Amori
00Thursday, January 26, 2006 7:07 PM
In effetti...

Visto che non vogliamo passare per intransigenti poco inclini ad analizzare a fondo le questioni direi di osservare bene questa rotaia.





Insomma, oltre alle discussioni tecniche riguardo un sistema ibrido che ha sinora raccolto pochi consensi in qualche città francese, questa rotaia oltretutto è pure più ingombrante e sporgente della comune Phoenix. Le due scanalature laterali annegate nella gomma sono molto ampie e certo non si può prevedere siano ora e sempre perfettamente allineate al suolo, la rotaia sporge di almeno un centimetro oltre il piano stradale: il tutto è circa il doppio più ingombrante di uno dei dei due binari tramviari classici, né può consolare il fatto che sia singola e molto spostata al centro della carreggiata lontano quindi dalla zona di calpestìo delle biciclette.
Torno dunque al discorso che ho fatto ieri: se Padova avesse proseguito nella strada pareva intraprendere riguardo una vera tramvia su ferro a quest'ora, forte di una tecnologia diffusissima e affidabile, avrebbe la propria rete tramviaria molto migliore che questa e meno insicura.
Agli amici padovani dunque non rimane altro che sperare la tramvia su gomma possa essere comunque all'altezza delle lunghe e costose aspettative e fare buona attenzione pedalando a dove si mettono le ruote.
titanio.Gino
00Friday, January 27, 2006 6:52 AM
Informazioni e chiarimenti da Padova
Vi fornisco utili chiarimenti e informazioni in modo che possiate poi commentare, giustamente, essendo pero' informati.

1 ) non abito a Padova non ho votato quindi il Sindaco precedente che era di destra Signora Giustina Destro ( Forza Italia ) non ho votato il Sig. Zanonato Flavio Sindaco attuale di sinistra ( D.S. ) se non ho votato vuol dire che ho solo subito le decisioni di altri,poiche' io lavoro a Padova ma abito e quindi voto Montegrotto Terme a circa 12 KM. da PD.non sono responsabile di sprechi o altro e come me ci sono altri che sono caduti che abitano in periferia e usano la bici dalla stazione dei treni fino al posto di lavoro passando purtroppo sopra alla rotaia.


2 )LA ROTAIA..... che vedo Sig. Amori lei purtroppo non conosce e' una rotaia pericolosissima di nuova concezzione. Abbiamo fatto assieme ad un Ingegnere sabato scorso una PERIZIA misurando tutto cio' che era possibile misurare questa si e' resa necessaria sia per la caduta dell'Ingegnere con un motorino,che per l'uso che ne faranno le persone che si sono infortunate seriamente , i cittadini che come me hanno subito danni alla propria SALUTE e qui non scherziamo proprio PIU'!!
non e' che si puo' fare a meno di passarci sopra si e' costretti dal traffico e da altri fattori che vanno assolutamente visti sul posto.non e' un optional passare o non passare sopra.

3 ) Lei dice che sono 6 anni che la storia va' avanti di chi la colpa forse nostra che siamo caduti? lei mi dice dei milioni di euro spesi e' forse colpa nostra? mia? o dei politici che si sono via via succeduti alla guida del Comune? qui ci sarebbe da aprire un Capitolo doloroso che e' meglio per tutti lasciare li dove sta'.

4 ) lei mi parla di paesi come la Germania L'olanda ....ma non vorra'mica paragonarli a noi sono paesi di un 'altro pianeta e ho girato anch'io l'europa non possiamo confrontarci con loro e se proprio vogliamo perche' non proviamo a prendere un vagone di Trenitalia con uno delle ferrovie Tedesche o svizzere? e facciamo un confronto con la pulizia ...e poi e' meglio che iniziamo subito a vergognarci NOI COME ITALIANI e a questo punto vi piacerebbe che accusassi voi di questo servizio da terzo mondo come qualcuno accusa noi degli sprechi e di tutte le porcherie combinate dai politici. Ricordo a Berna una fantastica filovia dove un cortesissimo autista avvisava attraverso un microfono che eravano prossimi alla fermata di ROSENGARTEN piuttosto che quella del comune a quando in italia?
Intanto mi fermo qui.
Buonagiornata a Tutti
Gino De Pauli [SM=x346242]
XJ6
00Friday, January 27, 2006 7:57 AM
Sarei tentato di chiudere questa discussione ...
... visto che non mi sembra si stia andando da nessuna parte, come pure mi pare che il Sig. De Pauli forse non abbia letto con la dovuta attenzione la risposta garbata di Roberto, e quelle precedenti, tutto preso, verosimilmente, a misurare il misurabile per fare, assieme all'amico ingegnere, la perizia della rotaia (cito testualmente) "pericolosissima di nuova concezzione".

Ciò detto, procrastino la chiusura, in vista di qualche eventuale ulteriore intervento cortese. Se vedo che invece i toni si inaspriscono, cancello gli interventi offensivi e chiudo.

Scusate l'atteggiamento probabilmente un po' autoritario, ma non amo le intemperanze [SM=x346225]
XJ6
00Friday, January 27, 2006 8:07 AM
Dire a Roberto che non conosce una rotaia ...
... è come accusare un Eschimese di non sapere che cosa sia la neve (foss'anche una neve "pericolosissima di nuova concezzione" [SM=x346236] ).

Ahi ahi ahi, Sig. Titanio, credo che oltre che al Forum sbagliato, lei abbia indirizzato i suoi strali alla persona sbagliata.

Robbé, calma, non te la prendere [SM=x346222]
stefano05
00Friday, January 27, 2006 9:08 AM
Soluzione
Ho una soluzione per questa pericolosissima rotaia:



(Scherzo ovviamente per sdrammatizzare...)
Con simpatia
Stefano
titanio.Gino
00Friday, January 27, 2006 9:13 AM
Abbiamo sbagliato Forum
Temo proprio di aver sbagliato Forum, vogliate scusarci, pensavamo in un aiuto per risolvere questo problema ci siamo sbagliati, scusate di nuovo, interrompiamo i contatti e vi ringraziamo comunque per i commenti che ci avete dato.
Cordiali saluti
Gino De pauli [SM=x346248]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:31 AM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com