New Thread
Reply
 
Facebook  

AUTOBUS DI BOLOGNA

Last Update: 3/19/2017 12:44 PM
Author
Print | Email Notification    
3/25/2007 8:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
Diotrie mancanti e flame graziosi ma non volermene a male

Scritto da: Augusto1 25/03/2007 15.58


Non so se quando fai certe affermazioni sei convinto veramente o, più semplicemente, vuoi far passare per veri dei concetti che veri non sono:


Allora mi scuso ho omesso Napoli,oltre che Parma filoviaria.Ma guardando altrove...io mi metterei le mani nei capelli.E' inutile difendere un mezzo fatto con la canapa e platica. Su photorail si vede anche una foto di un bussotto a fianco di un tram che in condizioni come le descrivi tu eccellenti proprio non sono.Molte plastiche le hanno sostituite,come si dice in termini volgari:ricambi.
La Bibbia è stata manipolata?Testimoni di Geova Online...67 pt.10/14/2019 9:53 PM by (SimonLeBon)
Monza Vs Albinoleffeblog191230 pt.10/14/2019 6:42 PM by Monza72
QVC - Presentatrici e ModelleTELEGIORNALISTE FANS FORU...23 pt.10/14/2019 6:42 PM by Sir_Anthony
3/25/2007 9:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25,472
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
per Cori
Scusami, non sapevo che ti mancassero diottrie...
La foto di cui parli (ciccare qui) è stata scattata ad agosto del 2000, e quell'autobus in quel momento aveva tre anni e quattro mesi: quello che tu chiami "cattive condizioni" sono semplicemente delle macchie di sporco. L'autobus era (ed è) in ottime condizioni. Non te ne voglio, comunque, ci mancherebbe, ed il tutto rimane grazioso.

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
3/26/2007 12:32 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
Ibridi
Nei giorni scorsi si è accennato alla flotta degli ibridi bolognesi, al momento composta da 39 autobus di dimensioni medio\piccoli.
Queste macchine, interessantissime come tipologia d'uso adottano un propulsore diesel Euro 4 che ricarica durante la marcia gli accumulatori ( in alcuni bus vistosetti peraltro e racchiusi in un poco bello armadione sul retro ) per la marcia in elettrico nelle aree più sensibili del centro.
Purtroppo queste macchine, fra l'altro molto costose, sono quasi sempre in mano a dipendenti poco propensi a distinguere un ibrido elettrico da una Apecar... morale della favola viaggiano quasi sempre in diesel sparando per tutto il centro polveri ( qualora non ce ne fossero già abbastanza ) ancorchè in parte trattenute da Fap o imbuti vari: troppo noioso girare un commutatore, guardare display, ricordarsi di cifre incomprensibili... moderni autisti con bluetooth o MP3 non c'hanno voglia di star lì troppo a pensare se fuori dal centro vanno così, dentro al centro andranno cosà...
Quando sono in centro faccio sempre caso, al passaggio degli ibridi, a quale marcia sono dedicati: 8\9 volte su 10 sono in diesel tanto che non ho ancora preso familiarità col sìbilo che emettono in elettrico. Tenendo conto che sono arrivati da oltre 6 anni si possono facilmente fare due conti su altre cifre male investite ma penso comunque che non avranno seguito visto anche l'arrivo dei nuovi piccoli tuttometano Vivacity.






Ecco un ibrido BMB in Via Rizzoli nel 2005, di fronte è anche abbastanza grazioso ma sul retro insomma... rimangono lodevoli gli sforzi dell'Atc di dotare le proprie macchine di tecnologie a basso impatto olfattivo: tra metani, filobus, ibridi, bus con FAP, vecchi bus riconvertiti al FAP e al gasolio bianco le emissioni saranno certamente inferiori a quelle di solo 10 anni fa. Probabilmente bisognerebbe solo meglio formare, sensibilizzare e forse retribuire di più i propri dipendenti.
3/26/2007 6:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
OT: Rose e fiori ai Bussotto
hahahahahhahahahahahaha,guarda bene,le plastiche ai lati della forma porta targa sono sempre state un cruccio per gli autisti in quanto angoli ciechi ed infatti anche li non c'è dello sporco ma spaccate prorpio.Così come nelle plastiche anteriori non sempre tenute bene. Al grezzo poi le stesse non sono grigie scure ma color fango.Bisogna rivedere anche attorno le porte scheggiature varie. Quel bus è stato creato in economia si,ma con materiali che lo rendessero il piu leggero possibile. Ecco i guai.Napoli è evidente,da pochi anni sta avendo vera cura dei propri mezzi,cosa che all'epoca dei filobus alfa,proprio non aveva. Ricordo anche bus a cui mancavano pezzi,così come accade oggi a Roma ed in tempi remoti anche all'amt di verona.Altro punto critico fu l'imperiale e le plastiche sopra la cintura interna della finestratura traballanti e mal sistemate,così come gli appigli sigillati e inchiodati su plastica viva all'altezza della prima porta. Ci sono molte cose che non vanno su quel mezzo.

Allego foto del mezzo patavino che dalle foto (a parte una platica rifatta in alluminio) potrebbe apparire in eccellenti condizioni. In realtà non lo sono. Occhio non vede augusto non duole. hahahhahahhaha

3/26/2007 6:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
OT: Rose e fiori ai Bussotto
Tutto molto interessante, condivisibile, opinabile... che c'entra poi Augusto non so... Ma soprattutto che c'entra nella discussione su Bologna ? Semmai apriamone una patavina.
3/26/2007 7:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
Foto vintage di Bologna
No roberto,te ne prego,è un chiaro Ot partito dal tuo mini reportage sui bussotto e dei piccoli flame boanri tra me e augusto. E'vero ho sbagliato,ma per rimarcare la bonta del progetto Cam disastrosamente finito in costruzioni di modellini viaggianti. Per i Bus patavini c'è gia una che ho aperto sui cityclass. Piu o meno volontariamente riguardante la flotta della mia città natale.

Invece ripropongo foto del signor Tavolare riguardo ai fiat 410 e dei suoi rimpiazzati iveco 490

trasportiitaliani.fotopic.net/p39604888.html

trasportiitaliani.fotopic.net/p12613961.html

trasportiitaliani.fotopic.net/p39604887.html

trasportiitaliani.fotopic.net/p17229762.html

questo perchè blu e bianco?!

trasportiitaliani.fotopic.net/p39604885.html

e questo menarini?

Roberto pensaci tu!!!
3/28/2007 3:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
In vettura
Ieri pomeriggio ero in centro quando ho visto di fronte alla Questura un vecchio Menarini 201 del 1982 ( non è nemmeno il più vecchio in città )...
Ho fatto qualche foto poi ho deciso di salirci su per fotografarne gli interni, quindi una volta partito ne ho pure filmato un minuto di viaggio lungo via Ugo Bassi.
Per chi ama gli autobus sarà un piacere ascoltare l'inconfondibile suono del motore di queste gloriose macchine, suono che da 28 anni ha accompagnato milioni di persone ogni mattino al lavoro, a scuola...


3/28/2007 4:14 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 0
Registered in: 4/17/2006
apprendista tranviere
Mitico! [SM=x346220] Ormai ne sono rimasti pochissimi in circolazione, qui a Roma più nessuno!!
3/28/2007 11:52 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 30
Registered in: 1/14/2007
apprendista tranviere
Non mi interesso di autobus, però pochi giorni fa ho letto un articolo di "Diario" (di qualche settimana fa) che ha attinenza con gli autobus e si riallaccia ai primi post di questa discussione.
L'articolo si intitola "Il più comunista del mondo" e racconta la vita e le stranezze di Agide Melloni, il conducente che guidò l'autobus-carro funebre dopo la strage di Bologna. Oltre ai ricordi di quel giorno doloroso, Agide racconta anche della vendita di bus a Cuba per ilo trasporto pubblico dell'Avana, partendo dalle trattative con l'ATC fino ad arrivare al viaggio verso l'imbarco a Genova: una lunga colonna di autobus in marcia in autostrada, con i finestrini tappezzati di bandiere cubane e di Che Guevara, con i casellanti che si facevano fare qualche foto e chiedevano di spedirle. C'è anche una foto di Melloni all'Avana qualche anno fa (2002, mi pare), nel deposito degli autobus insieme ai 30 bus ancora in servizio, grazie alle parti di ricambio cannibalizzate da altri mezzi.
Curiosa anche la storia di un uomo appassionato radioamatore, che per anni ha seguito le trasmissioni di Radio Mosca, Radio Rebelde, Radio Pechino e persino Radio Teheran, imparando, poco alla volta, le relative lingue.
Melloni non è un ideologo, non è un leader politico, è un personaggio, a volte poco coerente, deluso da alcune esperienze e ancora fedele ad altre, ormai così lontane dal marxismo (vedi la Cina). Il giornale racconta la sua storia, senza trarne una morale, senza insegnare, senza cercare una qualche forma di coerenza. E' solo una storia...
Ciao
Roberto
3/28/2007 9:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 269
Registered in: 2/24/2006
tranviere junior
A proposito del banner di Alejandro.roma
"Molti autobus entreranno e usciranno dalla tua vita, ma soltanto gli Esagamma 718 lasceranno impronte nel tuo cuore".
Attribuita a un autista della Washington Transit Authority, spesso sul turno impiegato da Eleanor Roosevelt per andare all'Esselunga Pennsylvania Avenue
3/29/2007 1:11 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
2 AGOSTO 1980
Sono contento che STIE41 abbia introdotto questo argomento a Marzo, noi altre volte l'abbiamo fatto il solo 2 Agosto in occasione dell'anniversario della strage...
Agide Melloni è un emiliamo che più emiliano non si può: il suo nome sembra uscito da una delle tante e belle commedie messe in scena da Vito. La sua vita fino ad allora caratterizzata, come tanti quaggiù, dall'amore per la politica sindacale e gli hobby da radioamatore fu bruscamente scossa da quella bomba che, per quel giorno di grande eroismo, gli caratterizzò assieme al collega Bonfiglioli per sempre l'esistenza. Una razza di inconsapevoli grandi uomini che si vorrebbe non sparisse mai...
L'autobus Fiat 421 n.4030 è stato tanto fotografato e le sue immagini con a bordo prima i vivi e poi i morti hanno fatto il giro del mondo: anche uno dei miei più cari amici, oggi chirurgo ortopedico allora studente universitario che vedrò stasera a cena a casa sua, prese parte al gruppo dei soccorsi sanitari, è entrato e uscito più volte da quell'autobus fra la stazione e l'obitorio che in quegli anni si trovava ancora in Via Irnerio.



L'autobus 4030 e il suo autista con accanto il corpo di una delle tante vittime della strage...
Proprio sabato scorso mi sono recato in visita nella sala d'aspetto, anni fa c'ero stato anche con Antonio Verde, dove esplose l'ordigno: i miei figli di 10 e 11 anni avendone parlato a scuola mi hanno chiesto di andarci e di spiegargli quanto fosse successo in quegli anni ormai lontani. Mi ha fatto piacere questa loro sensibilità, eravamo lì perchè partivano col treno per una caccia di due giorni a Reggio Emilia con gli Scouts ma hanno comunque trovato il tempo per questa visita: li ha colpiti molto il fatto che ancora oggi nella nuova sala d'aspetto vi sia lo stesso grande quadro raffigurante il teatro Comunale di Bologna miracolosamente intatto. Il quadro rimase affisso al suo posto in quell'unico pezzetto di muro ancora in piedi fra quel finimondo di macerie accatastate e sparse ovunque. Ed oggi è ancora lì...




Una foto che feci al bus 4030, al Deposito Battindarno, qualche anno dopo la strage. Come tutti i 421 ha avuto una vita lunghissima: il giorno della strage era già da sette anni in servizio all'ATC e dopo l'eccidio rimase in servizio per ben altri 19. L'ho visto, preso e fotografato tante volte fino al 1999... Ovviamente non ne ho alcun merito e certamente l'ATC ne aveva già preparato con cura la custodia storica presso il Museo dei trasporti bolognesi, dove oggi si trova, ma quando i bus di questa serie cominciarono in massa a partire per Cuba mi prese la paura che pure questo potesse per sbaglio finirci dentro: contattai così alcuni esponenti dei Verdi bolognesi che conoscevo che a loro volta contattarono alcuni giornalisti di Repubblica per un articolo evocativo su questo importante autobus di cui forse nemmeno tutti i bolognesi ricordavano l'esistenza.
3/29/2007 8:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
2 AGOSTO 1980
Manco a farlo apposta, mi sa che ieri abbiamo pensato tutti la stessa cosa. Sto leggendo un libro quasi giuridico: Bologna criminale, e la pagina ieri è caduta proprio sulla strage del 2 agosto. Trammofili telepatici. Beh per il resto il mio avatar parla da se.

Nella nuova sala d aspetto ci sono stato una sola volta, e credo che non ci rimetterò piu piede, anche perchè - diciamolo - fa parecchia angoscia. Una bomba colpì anche la stazione di Modena se non sbaglio...

Antonio Bagnoli-Nathalie Anne Dood- Bologna Criminale Ed: Newton Compton Editori Prezzo 14.90 euri





che magone ogni giorno...

[Modificato da XJ6 30/03/2007 9.46]

3/30/2007 1:52 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
Foto al volo
Ieri pomeriggio prima di andare a Firenze ho fatto un po di foto..ed una piccola sorpresa.



Un altro rinnovato iveco turbocity 490 sulla linea 20 per casalecchio alla fine di viale indipendenza,all'altezza dell'H&M...



Un man lioncity 2 serie snodato s'appresta a correre in viale indipendenza stracolmo di gente che li porterà a corticella, ignari "fattoni" che mi chiesero 200 metri indietro la monetina per un improbabile treno non sanno che nella prossima fermata ci saran due controllori in borghese pronti a sfiocinargli 41 euro di multa.... Entrambe le foto fatte in attesa della linea A come anziani.

E stamattina sotto gli occhi straniti di un obeso autista ho scattato la foto al nuovo vivacity mignon al cui interno in filodiffusione mandavano un pezzo dei motley crue da paura. Credo che la linea D verrà usata spesso dal sottoscritto. Il mezzo è il numero 2555 gia fotografato da me e da roberto.



infine na strunz.. la mia decadente facoltà,in via zamboni trafficatissima strada (buttiamola li) tramviaria e bussistica fino al 1976 cui roberto non mancherà di aggiungerti un commento.vero?

3/31/2007 4:33 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
Via Zamboni


CORI: la mia decadente facoltà,in via Zamboni trafficatissima strada (buttiamola lì) tramviaria e bussistica fino al 1976 cui Roberto non mancherà di aggiungerci un commento,vero?



Innanzitutto nella foto di Via Zamboni postata da Cori vediamo il fianco della bella chiesa di S.Giacomo, ossia uno dei due punti di Via Zamboni in cui a causa del restringimento della strada i binari dei tram fino al 1960 si interallacciavano senza scambi: proprio recentemente abbiamo trovato una splendida foto della motrice tramviaria 104 ripresa proprio lì e che teniamo inedita in previsione, chissà, di una terza e ancora più ampia edizione di Quando a Bologna c'erano i Tram.
Via Zamboni rappresenta un dolore per chiunque sia un bolognese di oltre 40 anni: è stata la prima via, bella e importante, a degradarsi e purtroppo dopo tante decisioni politiche, tutte sbagliate, quello che era il problema è solo diventato uno dei problemi...
Quello che è stato uno dei più eleganti salotti della città, sede della più antica Università del mondo così come del Teatro Comunale dove hanno suonato e cantato tutti i più grandi artisti degli ultimi due secoli, è ormai diventata una strada insicura, spessissimo al centro della cronaca nera, sede storica dello spaccio a cielo aperto... Quella che era una via costellata di bei negozi e caratteristici ristorantini è ora una brutta strada da percorrere in fretta osservando solo le antiche colonne dei portici e i muri ricoperti di manifesti e murales uno più brutto dell'altro: la parte finale poi verso la Porta è ancora peggio con le sue facce pochissimo raccomandabili, gruppetti di miniband dedite ad ogni tipo di traffico sconsigliano vivamente il solo incrociarne gli sguardi... fossi una ragazza mi guarderei molto bene dal percorrere via Zamboni dopo le 9 di sera ma purtroppo quello che non dovrebbe mai accadere è già accaduto più volte.
Io venni ad abitare da queste parti nel 1986, in Via Marsala appunto verso l'angolo con Via Zamboni e ci sono rimasto per sette anni. Tutto sommato mi sono trovato benissimo e ne conservo un caro ricordo, quel mezzo kilometro che mi divideva da Via Zamboni fortunatamente mi isolava del tutto da quello che già allora era un problema anche se solo, a quel tempo, circoscritto a Piazza Verdi: i tossici comunque sconfinavano e talvolta rientrando a casa li ho visti iniettarsi le loro dosi a sedere sulla mia amatissima Suzuki 750 lasciandomi in ricordo le siringhe per terra. Mah... una totale assenza delle istituzioni, la mancanza di una sorveglianza attenta e punitiva, un disinteresse al recupero e alla rivalutazione del territorio storico e delle sue risorse culturali e turistiche ne hanno sancito il passaggio definitivo al degrado: gente che dorme per terra negli scatoloni, escrementi, stranieri senza fissa dimora, punkabbestia e sfaccendati sono cornice ormai quotidiana, eccetto sotto elezioni, delle stradine limitrofe o nei famigerati Giardini del Guasto...
Una delle decisioni più sbagliate, anche se in buona fede, fu quella di chiuderla al traffico: non ne ho mai capito il senso ma quello che doveva essere in teoria un elegante salotto di portici, cultura e atenei divenne invece un casino. Evidentemente auto, taxi e autobus non permettevano svacchi e assembramenti di varie nature... sarebbe stato bello, nelle intenzioni, se ristorantini e passeggiate all'ombra dei portici fossero stati protagonisti di quel vivere che allora si definiva a misura di uomo. Non fu così, la gente col tempo iniziò a rimpiangere il caos e l'inquinamento delle auto anche perchè oltre al non vivere a misura d'uomo avevano pure perso le linee degli autobus. Qualche passo indietro venne coraggiosamente intrapreso, sotto la Giunta di Renzo Imbeni, col ritorno dei minibus dopo quasi 20 anni lungo le strette viuzze di quella che un tempo fu la gloriosa Circolare Interna e poi il mitico 17... più avanti ancora, sotto la Giunta di Giorgio Guazzaloca, venne anche in piccola parte riaperta al traffico veicolare Via Zamboni seppure non più nuovamente percorsa da quelle linee di autobus un tempo addirittura percorse dai bipiani Aerfer.



Una mia foto di 36 anni in Via Zamboni proprio di fronte al Teatro Comunale: il Fiat 410 Menarini n.3055 in servizio a Bologna dal 1969 al 1987, qui ripreso in biverde originale sulla linea 20 S.Donato. Inutile tornare a sottolineare che era una strada del tutto differente da quella odierna, mi basta guardare le foto... sotto il bus si vedono incatramate le rotaie dei tram della linea 8 soppressa solo 11 anni prima. In fondo alla fotografia, sulla sinistra, c'è il palazzo a ridosso della Chiesa di S.Giacomo dove si trovava il famosissimo ristorante " Al Cantunzein " ( il cantoncino perchè nell'angolo ) un tempo molto frequentato a tarda notte anche dagli artisti del Teatro Comunale al termine delle loro rappresentazioni. Venne devastato e saccheggiato nel 1977 durante i sanguinosi giorni dei Fatti di Marzo ma questa è tutt'altra storia.


3/31/2007 5:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
La mia via zamboni
La mia strada universitaria è un misto tra ormoni (donnine mica male) e torsioni di stomaco (fattoni che fan male).Via zamboni ogni giorno è sempre peggio. La chiesa a lato,di san giacomo l'ho scoperta l'anno scorso quale nuova strategia per passare l'esame (preghiere) e per ritemprarsi dal gelo assurdo che fino a questo mese bisogna abituarsi alle 7 e mezzo di mattina fino alle 8.30 quando una minuta quanto alterantiva operatrice univ.ha il buon senso di aprire quel pesantissimo portone di palazzo malvezzi per poter ospitare tutte le angoscie e speranze di centinaia di studenti o meglio di turisti dell'università dediti alla falcionata universitaria.Il fatto che colpisce di piu in tutta la via è quell orrendo restauro che han fatto in quell'hotel in palazzo bentivoglio ma che ha tolto dalle scatole quell'ammasso di cartine dove gli studenti da una vita appiccicavano al muro per offerte di alloggi. Le altre sono la costante presenza di zingari e tossici che stazionano urlando sbraitando e insultando i passanti tra via zamboni,piazza verdi e quello spiazzo a lato del teatro sempre stracolmo di bottiglie piene o vuote di vinello scrauso e localetti dove l'educazione è un optional,la cortesia una cosa da via farini.Il locale che dice roberto ora è una copisteria per gente da giurisprudenza dove trova le dritte per passare gli esami a fianco c'è un locale che fa a dir poco schifo frequentato da chi trova leccata la frequentazione delle "scuderie" sempre in piazza verdi e notevole low cost universitario. In via delle moline si trova l'attrazione notturna maggiore: bombocrep un posto dove fanno ogni ben di dio a prezzi onesti.Ambientazione super anni 80. Il fatto è che mi dicono tutti quanti che il centro di bologna la notte è sconsigliato al pubblico femminile,e non è un caso che dei grebi abbian pedinato 3 nostre amiche per un buon pezzo prima che io ed un mio amico le caricassimo alla fine di via marsala all'angolo con via indipendenza. La vita notturna felsinea per me inizia dai colli poi roberto non so te.Se hai dritte per portare una mia "neosbavamica" in un localetto soft intorno ai quartieri galvani o malpighi sono tutto orecchie sbav!!!




3/31/2007 11:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
La tua Via Zamboni
Molto bella la foto che hai messo a corredo di quanto scrivi, è tua?
Ora purtroppo sono di fretta ma stanotte scriverò e metterò qualcos'altro al riguardo dell'antica via di S.Donato...
3/31/2007 7:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
Via Zamboni
No,non è una mia foto,vedendo il palazzo sede del "cicu" e sullo sfondo sia un vespino 125 con targa d'epoca e vestiario dei viandanti col bomber credo che la foto risalga a non meno di 10 anni fa,il sito da cui l ho presa è uno dedicato ai barboni bolognesi,alcuni si vedono ancora in giro mi pare che il sito sia piazza grande e le foto sono davvero notevoli....e poi secondo te mi metto a fotografare zingari in tranquillità? Minimo minimo di rapinano..però ecco volevo dare un idea di come la vita cambi ed uno scenario cambi..

però roberto,chissà chi è costui che passa col la 24 h e woolrich beige...mi sa che aveva appena passato dir.provato..sembra di conoscerlo...



Tornando a via zamboni riprendo una foto di XJ6 in quanto se si passa in quel punto oggi il pavè è stato aggiunto posticciamente alle rotaie le quali sembrano interrate da uno strato di malta che le fa risaltare in strada,appena posso fotograferò con il mio cell da 3 mpxl tiè hahahahaah

4/1/2007 11:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
Via Zamboni
Incredibile casualità... ti ho fotografato senza saperlo... a farlo apposta non ci saremmo mai riusciti. Ricordo bene: era il Gennaio del 2005, Antonio Verde mi aveva mandato una bella cartolina dell'identica inquadratura ed io ero lì per un fotoconfronto.
Che tu fossi un azzeccagarbugli l'avevo immaginato sentendoti parlare di Palazzo Malvezzi e comunque la zingara, ammesso lo fosse, non ti avrebbe ferito... basta allontanarsi di qualche passo.
Per non andare troppo in OT ho postato una foto di Via Zamboni, coi tram, nella sezione sui vecchi tram di Bologna.
Per quanto riguarda localini soft dove portare ragazze non sono più attendibile... a 50 anni fortunatamente non si hanno più di questi dubbi: quando i ragazzi sono via con gli Scouts io e mia moglie andiamo a mangiare il pesce oppure tipicamente bolognese in qualche trattoria qui attorno. Antonio sorriderà nel leggere che sono riuscito a convincerla, quest'ultima volta, ad andare dopo il cinema al ristorante giapponese Asahi e che le è piaciuto moltissimo.
Ai miei tempi si andava all'antichissima Osteria del Sole, tuttora aperta ininterrottamente dal 1400:

4/2/2007 2:35 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,928
Registered in: 4/3/2006
tranviere veterano
via zamboni, foto, musica e barboni..
Stranamente quel brutto giorno non ero dotato di pantografi auricolari cui molti sono abituati a vedermi per le strade bolognesi un po incuriositi,un po origlianti cosa ascolto,specie sul 27.Quel giorno ho guadagnato un esame ed ho perso una str..e non ultimo la valigetta della munari con fibbia dorata rigorosamente anni 80,il woolrich chiaro che non uso piu da 6 mesi,la prossima volta se vedi un cretino con delle cuffie argentate e flat scuri fermami eh!

Quella era una barbona,una dei tanti che giran per bologna,io mi sono affezionato al john candy di viale marconi,dovevo fare dei regali per natale,i controllori lo trattarono male perchè non aveva il biglietto (gratuito per chi nullatenente),lo difesi e per ringraziarmi mi dette una dritta per regali natalizi e mi portò in un angolo delle meraviglie anni 50. Inutile dire che i miei amici rimasero stupefatti,ed anch io visto lo scambio di dritte feci un mio piccolo regalo dandogli cio che mi richiedeva.Non lo dimenticherò piu.

Io vado per osterie,le preferisco a locali alla moda ma senz'anima,cosa mi dici del ristorante don camillo? Se magna ben?



PER INGRANDIRE CLICCARE SULL'IMMAGINE


Linea A e linea C s'incrociano in viale indipendenza dopo che quest'ultimo ha percorso via zamboni,delle moline ed via via alla stazione per lo piu studenti. Foto A.Pedretti.

Altro Cam Alè sulla linea C intestazione e autore nella foto



ascoltando 3 pietre miliari new wave:

dead or alive - you spin me round
depeche mode - new dress
new order - true faith

Nonnino roberto avevi poco piu della mia attuale età li ricordi?io li ascolto dal 1990.

notte!

[Modificato da XJ6 02/04/2007 10.58]

4/2/2007 11:00 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Nonnino Roberto?
Oh, oh ... qui tra un po' scoppia la rissa [SM=x346236]

New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:14 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com