New Thread
Reply
 
Previous page | « 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 | Next page

FILOBUS DI GENOVA

Last Update: 9/19/2021 7:06 PM
Author
Print | Email Notification    
1/28/2021 1:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 248
Registered in: 7/22/2005
tranviere junior
A meno che l'asse protetto valga anche per i bus come busvie...tuttavia anch'io nutro qualche dubbio e sarebbe la prima volta che dopo aver ottenuto un finanziamento lo si riduca a posteriori. A Genova ci fu un'aspra polemica tram-filovia e quindi il progetto si immiserisce di momento in momento:- tram-filovia-autobus... e niente?
1/28/2021 3:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,588
Registered in: 2/21/2010
tranviere veterano
A Torino anche la giunta Appendino, prima di spirare per scadenza elettorale, propone le busvie: dev'essere anche questa un'epidemia!
1/28/2021 8:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,934
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
Da "amante" filoviario sto maturando un pò di razionalità ed intelligenza economica...
Dissi già tempo fa qui come il progetto fosse FARAONICO fatto probabilmente per dare in pasto alla gente numeri strabilianti, che sottendono invece una visione tecnica per alcuni versi allucinante...
Parliamo di 400 MILIONI e passa, di cui una buona metà per "opere complementari" che, tradotto, significa in buona sostanza attingere al finanziamento per sistemare quelle cose della città che il comune non poteva fare....
Il progetto è stato basato sulle linee di forza principali che dovrebbero utilizzare mezzi da 24 metri e per questo necessitanti - per legge - di una sede protetta.
Pali e fili per decine e decine di km anche nel centro cittadino; viali e strade rifatte daccapo e su cui spendere a pioggia... migliorie varie, interventi compensativi....e soprattutto anni ed anni di lavori in ogni punto della città.
E tutto questo partnendo da 0, nel senso di un TPL mai fondato sul sistema elettrico se non con due modeste linee che in vent'anni son state più sospese che utilizzate...

Oggi vogliono modificare (in parte) l'idea licenziata dal MIT ideando il bus full electric con ricarica volante...
ovviamente perchè hanno capito L'ENORMITA' dei lavori e l'impatto abnorme sul tessuto cittadino.

Detto che sarebbe vero il risparmio economico concreto (sul breve periodo) di tale soluzione, ma altrettanto vero che proporre e-bus da 24 mt attualmente, salvo Ginevra, è un azzardo tecnico, tra manutenzione batterie, forza trainante ed altro.
Se a qualcuno venisse in mente di trasformare le linee di forza con mezzi da 18 mt allora verrebbe meno l'intero progetto perchè non avrebbe un senso economico-strutturale di esercizio...

Come ha detto Lor336 allora la cosa più intelligente sarebbe utilizzare la tecnologia IMC dei filobus per risparmiare in parte sull'infrastruttura aerea là dove se ne può fare a meno. Ed io in questo caso penso - CON UN ATTO DI ERESIA - al centro storico, dove la selva di pali e fili effettivamente (siamo una volta onesti) sarebbero un cazzotto in un occhio..

Concludo dicendo, che questa idea è ancor più folle del progetto complessivo e alla fine potrebbe partorire la giusta stangata del Mit...

p.s: genova, verona, vicenza. ma adesso si sono intrippati tutti con sto flash charging???? e pensare che i cinesi, primi a sperimentarlo, lhanno abbandonato malamente, per inziare a riempire, loro si, le città di filovie......

1/29/2021 12:13 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 404
Registered in: 3/28/2007
tranviere senior
per legge al momento i filosnodati di lunghezza superiore ai 18 m in regolare servizio di linea non possono circolare, nemmeno in sede protetta, salvo specifiche deroghe (v. VanHool parmensi)

non a caso al momento il progetto prevede classici filobus articolati a due casse, con l'ipotesi di mezzi più lunghi qualora a Roma recepiscano la richiesta di autorizzazione dei 24 m

quanto al passaggio filovia > IMC mi sembra l'ennesima piroetta dell'ennesima smidollata giunta genovese
nessun coraggio nel proporre il tram, hanno tirato fuori il filobus
per non parlare del colpo di genio di ricorrere a un sistema proprietario per la linea in val Bisagno
1/29/2021 3:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 248
Registered in: 7/22/2005
tranviere junior
Tra l'altro da un interessante (e non influenzato) studio relativo a Berlino-Spandau si rileva che il filobus IMC in un arco di tempo trentennale costa di meno dell'autobus a batteria puro (molto costoso)ed al bus flash charging (fate conto il bus diesel sui 2,73 cent.euro passeggeri km, bus a batteria 3,8, flash charging 3,6 e filobus 3,2 all'incirca prevedendo bifilari sul 63% dei percorsi).
La "mania" del flash charging non tiene conto dei tempi di ammortamento pluridecennali a sfavore di questo sistema...aggiungo anche che Savona, Bari e Taranto se ho ben capito chiederanno al MIT questa tipologia. A Bari tra l'altro dopo aver speso una cifra piuttosto bassa (rispetto agli attuali progetti faraonici) per la linea filoviaria fino a Carbonara e Ceglie attualmente ne prevedono la demolizione e questo è un controsenso se poi domandano al MIT 160 mln di euro per busvie flash charging.
Concludo che anche a Praga hanno provato questo sistema di ricarica rapida e si sono orientati ai filobus IMC dei quali è in corso la gara di appalto. Quello che è positivo è che esiste un gran fermento nel settore elettrico!
1/29/2021 6:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,934
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
Lor hai perfettamente ragione.
Il problema rimane, come ripeto sino alla nausea, con i costi "aggiuntivi" della filovia vera e propria.
Per me il sistema "elettrico" è comunque il benvenuto. In realtà urbane medio piccole, là dove non è già presente una infrastuttura filoviaria, la soluzione economicamente più giusta rimane quella del flash charging, nel momento in cui tale sistema diventerà più affidabile.
Nelle città già filoviarie invece si dovrebbe puntare sull'estensione della rete con IMC e relativo risparmio di linea di contatto.
In quasi tutta europa si stanno evolvendo ed ampliando le reti urbane proprio con questo sistema
1/30/2021 3:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 35
Registered in: 1/26/2008
apprendista tranviere
Nel caso di Genova, le opere aggiuntive alla filovia vera e propria sono la ristrutturazione di rimesse/officine esistenti, il nuovo deposito nell'area di Levante ed i parcheggi di interscambio.
Tutto sommato, potrebbero anche essere considerate opere propedeutiche al sistema filoviario che si vuole impiantare.
Una buona fetta di spesa va nel materiale rotabile, ovvero sui 145 filobus da 18 metri (dovrebbe essere circa 1/4 (un quarto) della spesa totale) che andranno a coprire le varie direttrici.
Con tale rete estesa, una quota considerevole di costo andrà per gli "interventi stradali", che saranno in molti punti della città.
Del resto, il progetto dovrebbe anche "riqualificare la città dal punto di vista del trasporto e non solo", offrendo migliorie sulla puntualità dei servizi, ma anche una sorta di riqualificazione urbana.

Poi se devo ribadire il mio pensiero, riguardo la bontà del risultato, nutro seri dubbi.
Da progetto, infatti, le "sedi protette" si avranno solo in alcuni punti intervallati da tante "sedi riservate" (strisce gialle), e purtroppo, anche da inevitabili sedi promiscue con il traffico privato. Questo perchè, sulla famosa direttrice si attraversano diverse delegazioni cittadine, dove ognuna ha una sua peculiarità differente dall'altra per vincoli di viabilità; in una rete estesa come quella progettata (che non copra solo una direttrice, ma 3) per quello sopra descritto, il vettore di trasporto rimarrebbe poco fluido, nonostante gli interventi per gli impianti e le sistemazioni stradali.
9/4/2021 9:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 226
Registered in: 12/10/2005
tranviere junior
filobus 24 m
alfin è arrivata la modifica al CdS che autorizza l'impiego dei mezzi da 24 m, presumo che ne beneficieranno il TRC Rimini Riccione (interamente in sede protetta) Milano e Genova, che tempo dietro sperimentò un mezzo di Linz.
Da "Genova24"

SVOLTA
Trasporto pubblico, dal Governo via libera ai mezzi da 24 metri anche per Genova
Col decreto Mims cambia il codice della strada: il ministero dovrà autorizzare i percorsi "in sede riservata"


Genova. Arriva nel decreto legge Mims, insieme a tante altre novità che riguardano il codice della strada, la norma che sdogana l’utilizzo di veicoli da 24 metri per il trasporto pubblico locale. Un provvedimento molto atteso a Genova, visto che il Comune aveva in programma di acquistare questi mezzi per attrezzare i quattro assi di forza, che si tratti di filobus (come prevedeva lo studio di fattibilità secondo i termini del bando) o bus elettrici flash charging (come vuole fortemente il sindaco Bucci).

Il testo del decreto, approvato dal Consiglio dei ministri in vista della conversione in legge da parte delle Camere, dice che “gli autosnodati e i filosnodati destinati a sistemi di trasporto rapido di massa possono raggiungere la lunghezza massima di 24 metri su itinerari autorizzati in sede riservata dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili“. Una formulazione che lascia in verità qualche dubbio, visto che i tracciati previsti dal progetto di Tursi prevedono una sede riservata al 70% ma anche tratti in sede promiscua. L’autorizzazione preventiva del ministero dovrebbe comunque fugare ogni dubbio nel caso specifico.

“Il sistema dei trasporti ne guadagnerà sia in efficienza che in maggiore rispetto dell’ambiente – è il commento di Raffaella Paita (Italia Viva), presidente della commissione Trasporti -. Una maggiore lunghezza dei mezzi significa infatti, attraverso una maggiore capacità di trasportare passeggeri, la possibilità di ridurre e razionalizzare le corse. Questa innovazione permetterà dunque sia una maggiore efficienza del servizio che un suo minore impatto ambientale”.

“Si tratta di una norma che le aziende del trasporto pubblico locale attendevano da tempo in contesti dalla viabilità particolarmente complessa come quelle in cui opera la genovese Amt. Grazie al lavoro di Italia Viva e alla sensibilità del governo Draghi questa criticità del tpl trova finalmente una risposta, rendendo il sistema del trasporto pubblico più moderno e pulito”, prosegue Paita.

Col via libera ai 24 metri rimarrebbe l’intenzione di acquistare lo stesso numero di veicoli (145 quelli necessari a coprire il bacino di utenza previsto sui quattro assi di forza) aumentando quindi la capacità di carico. La decisione verrà presa in seguito quando sarà definitivamente chiaro che tipo di tecnologia verrà utilizzata, in attesa che il ministero dia il via libera alla “variante” chiesta dal Comune di Genova.

link https://www.genova24.it/2021/09/trasporto-pubblico-dal-governo-via-libera-ai-mezzi-da-24-metri-anche-per-genova-274263/
9/5/2021 9:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 404
Registered in: 3/28/2007
tranviere senior
non mi pare esistano a oggi autobus elettrici da 24 m, quindi inevitabilmente filobus
sempre che l'attuale giunta non si ri-mangi anche questa (e non mi stupirebbe)
9/6/2021 8:32 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 248
Registered in: 7/22/2005
tranviere junior
In realtà esistono a Nantes, prodotti da Hess (22 in tutto il Mondo!..), figuriamoci il rischio di averne 145 con difetti di gioventù...una scommessa da 470 mln di euro!!
9/6/2021 7:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 404
Registered in: 3/28/2007
tranviere senior
me li ero persi...
non hanno nulla né di light né di tram
9/13/2021 9:24 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25
Registered in: 2/13/2008
apprendista tranviere
Speriamo non commettano l’errore di scegliere gli e-bus 24mt flash-charge : considerando lo stress del mezzo nell’utilizzo ordinario , 3 climatizzatori sempre in funzione, peso delle batterie su quel bus … tempo 5 anni e si torna al bus a combustione
9/13/2021 7:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,934
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
intanto a nantes hanno deciso di ridar vita ai filobus tradizionali posponendo a data da destinarsi il "light tram"
_____________


perdonatemi. me ne sono accorto giorni dopo. ma volevo dire appunto Nancy....
[Edited by TROLLINO59 9/17/2021 11:36 PM]
9/13/2021 7:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25
Registered in: 2/13/2008
apprendista tranviere
Anche a Nancy !!!!
9/17/2021 9:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 16
Registered in: 3/31/2016
apprendista tranviere
A Nantes hanno già più di 40 km di linee tramviarie.
A Nancy devono sostituire quel misto di tram + filobus.
9/19/2021 1:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 35
Registered in: 1/26/2008
apprendista tranviere
Bè, vedrete che alla fine non saranno filobus, ma autobus elettrici da 18 metri.

Segnalo il link di una delle ultime interviste fatte al presidente di AMT.
LINK

Parla di "mezzi elettrici" lasciando sempre vago l'intendimento di quali possano essere, ma alla fine la notizia termina con i "bus elettrici".
Ed a conferma, un'altra intervista inoltre, l'assessore della mobilità del Comune si era sbilanciato affermando che non saranno filobus.

...comunque ancora se ne sentiranno perchè mai nulla è scontato, così come il progetto iniziale che di fatti è riveduto e, scommetto, ancora sarà corretto....
9/19/2021 7:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 404
Registered in: 3/28/2007
tranviere senior
continuo a sperare che in tal caso il MIMS rigetti la richiesta di finanziamento
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | « 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:29 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com