New Thread
Reply
 
Facebook  

I VECCHI TRAM DI MILANO

Last Update: 7/10/2019 10:47 PM
Author
Print | Email Notification    
4/8/2013 11:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 12
Registered in: 2/19/2011
apprendista tranviere
Come distruggere le 28!
La scorsa settimana in piazza Ovidio una 28 rimorchia una 4900 fuori servizio.
Mi chiedo se operazioni di questo tipo siano salutari per la meccanica delle povere 28 che penso non siano state progettate per trainare vetture di peso inimmaginabile a quei tempi.
Spero di sbagliarmi e lascio la parola agli esperti.

TW vs WOWAnkie & Friends - L&#...62 pt.9/19/2019 12:57 PM by Inklings
Valentina BistiTELEGIORNALISTE FANS FORU...37 pt.9/18/2019 10:41 PM by docangelo
Lecco vs Monzablog191235 pt.9/19/2019 2:25 PM by palazziforever
4/8/2013 11:34 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 70
Registered in: 3/25/2009
apprendista tranviere
traino
I tram sono anche sempre fatti per essere atti al traino entro le loro peculiari potenze, semmai è stata una mania di ATM far sparire i rimorchi urbani a traino di vetture, decenni prima che lo facessero altri tipo Austria e ovviamente...non solo. Tutti i tipi di vetture costruiti a epoche anteriori erano quindi progettati in tal senso...magari a differenza di oggi. Con quel peso una '28 fa' un po' di fatica, eccede un po', in linea non sarebbe adatta oltre una vettura sua pari a pieno carico, ma visto che trattasi di vetture scariche a ritmi di velocità e potenza data continuativa ridotta si può tranquillamente.
Sottolineo invece un'altro aspetto -doveroso-su come ATM distrugge i '28: circa la metà di tali vetture del parco sono inutilizzate; siedono in ATM anche appassionati consulenti che con tali vetture ce l'hanno a morte, mentre hanno costi d'esercizio inferiori a tutte le altre vetture, autobus compresi. Un tecnico in ATM ha detto che viste le loro caratteristiche non avrebbero problemi d'esercizio per almeno altri 50 anni...ma ci sentiamo così in gabbia al sistema che dobbiamo sprecare e consumare, tenendole sottoutilizzate...Ecco...questo è un aspetto in corso della loro distruzione
4/8/2013 11:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 36
Registered in: 1/17/2007
apprendista tranviere
A Genova fu molto peggio: i tram a carrelli Casteggini, che erano in tutto 103 e che erano per Genova l'equivalente delle 1500 di Milano, vennero totalmente demoliti (senza nemmeno pensare a preservarne qualcuno per motivi storici) entro i primi anni '60, diversi anni prima della soppressione del servizio tramviario in città (27/12/1966).

Ci fu una tragica coincidenza: l'ultimo tram progettato dal grande Casteggini venne radiato, nel 1964, proprio lo stesso giorno in cui lo stesso Casteggini moriva a 93 anni.

I reggitori attuali della città sono ancora peggio: ad Augusto Pedullà (il Sindaco che disastrò il trasporto pubblico genovese sopprimendo i tram) è stata intitolata una strada, di intitolarne una a Casteggini non se ne parla nemmeno.
6/12/2013 9:58 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 791
Registered in: 5/4/2004
tranviere senior
Una foto acquistata su e-Bay: un tram della seria 600 trasformato nella 700 presso gli stabilimenti della Caproni di Milano, nel 1948.

Giovanni Kaiblinger
6/13/2013 12:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
traino
chi soffre di più in questa operazione è il reostato in fase di avviamento, che comunque è facilmente sostituibile
invece ha ragione costa nel dire che la cosa che distrugge di più è proprio l'abbandono e l'inoperosità: il metallo si arruginisce e il legno s'infracita, e questo vale per ogni veicolo, dal tram alla bicicletta, ma vale anche per l'uomo!
6/13/2013 9:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 530
Registered in: 11/19/2012
tranviere senior
6/15/2013 2:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 397
Registered in: 8/1/2011
tranviere senior
ma per riattivare il servizio nooooooo è1?
6/16/2013 4:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 277
Registered in: 11/2/2011
tranviere junior
Rotaie e ciclisti
Per qualche ragione, in Italia abbiamo i ciclisti (e includo i motociclisti) piu' stupidi al mondo: viaggiano con il naso per aria, possibilmente guardando i negozi o le ragazze sul marciapiede, oppure ascoltano la musica sull'iPod, e non si avvedono degli ostacoli sul loro cammino, con il risultato che le loro ruote finiscono invariabilmente nelle rotaie, in uso o dismesse, dei tram (ma non nelle buche, che pure sono dappertutto e in gran numero, guarda caso), con gran danno e dolore. I ciclisti di Amsterdam, Varsavia, o Francoforte, oppure di San Francisco, invece, devono essere delle intelligenze rare, persone in grado di accumulare diversi premi Nobel in altrettanto diverse discipline, il tutto perche' riescono a evitare con perizia le insidie di rotaie presenti da un secolo e non proditoriamente installate la notte prima. Possibile che per la demenza di pochi in Italia si debbano gettare al vento patrimoni? C'e' qualcuno che possa insegnare a questi avventurieri delle due ruote come si fa a evitare le rotaie? Sono andato in bicicletta in giro per Milano per 30 anni e non sono mai incappato in una rotaia, nemmeno quando ero bambino. Sono forse un genio? Un plurilaureato di Oxford? Un discendente di Leonardo da Vinci? La sua reincarnazione? Ma dove hanno imparato ad andare in bicicletta questi qui? Per corrispondenza? Ci facciano il piacere e si trasferiscano in qualche isola sperduta del Pacifico (ammesso che li vogliano), dove possano scorrazzare in assoluta assenza di rotaie, e ci lascino in pace.
7/1/2013 3:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,822
Registered in: 8/22/2010
maestro tranviere
La Vettura a Carrelli 1503 "Servizio Speciale", in Piazza Castello; Via Ricasoli, e Foro Buonaparte (1 Luglio 2013).
Buongiorno a Tutti.
Domenica 30 giugno ho passato un piacevole pomeriggio in bicicletta, pedalando in città, tra parchi (Cave; Trenno; Sempione), e Tram.
Stavo fotografando il ritorno (purtroppo solo provvisorio causa lavori in Piazzale Baracca) delle Vetture a Carrelli della linea 19 "Cairoli-Roserio", al Capolinea di Piazza Castello, quando per un colpo di fortuna mi sono imbattuto nella mitica 1503, in "Servizio Speciale"!
Avevo già fatto varie foto dei Tram della linea 19 in Piazza Castello, e mi ero spostato davanti alla fontana del Castello (la "torta degli sposi"), per cambiare prospettiva.
Ad un certo momento vedo da lontano che arriva un Tram che viene fotografato da tutte le parti da turisti, e bimbi festanti, era la 1503, ricostuita nel 1995 come all'origine nel 1928 (vernice bicolore; due sole porte anteriore, e centrale; e salottino posteriore con sedili imbottiti; ecc..).

Legenda Foto:

1= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", in Piazza Castello.

2= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", in Piazza Castello, passa davanti a Via Beltrami.

3= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", in Piazza Castello, con il monumento a Giuseppe Garibaldi di Largo Cairoli, sul fondo a sinistra.

4= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", in Via Ricasoli, con il manovratore che apre con "la gugia" a mano lo scambio, per svoltare a sinistra.

5 e 6= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", è seguita dalla 1636 della linea 19 "Cairoli-Roserio", in Via Ricasoli, con il Castello Sforzesco sullo sfondo.

7= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", svolta da Via Ricasoli, in Foro Buonaparte, passando in fianco alla sede dell'ATM (Foro Buonaparte 61).

8= La Vettura a Carrelli 1503 in "Servizio Speciale", in Foro Buonaparte.

Per fortuna ero in bicicletta, e correndo da Piazza Castello dietro al Tram, complice la fermata in Via Ricasoli per aprire a mano gli scambi, sono riuscito a fare altre belle foto, che spero piacciano agli appassionati di MondoTram.

Un dato interessante ho visto che i turisti si facevano fotografare con molto piacere davanti alle Vetture a Carrelli al Capolinea del 19, in Piazza Castello, mentre i Sirio sul binario in fianco non suscitavano particolare interesse.

Mi auguro quindi che Piazza Castello torni in futuro il Capolinea del Tram 19 (con il ripristino della circonvallazione 29/30), e il RistoTram venga spostato in Via Armorari/Cordusio, riattivando il breve tratto di binario dismesso.

Saluti a Tutti.
[Edited by Pertegheta 7/1/2013 4:06 PM]
7/1/2013 4:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 70
Registered in: 3/25/2009
apprendista tranviere
“tweetbombing”
Scusa ma se siamo tutti professori d'inglese poi gli stessi non hanno più ragione d'esistere perché nessuno deve più imparare...
A parte i soliti inglesismi facili, semplicemente, mi hai lasciato curiosità su quello che vuoi intendere.
Tornando a Desio,vista la ocmbinazione,chi si fa' una nozione di cause a quella costruzione non ci crede poi tanto e comunque durerebbe una mezza infinità. Ce in ballo il Rozzano da 5 anni quando aprirono i cantieri, per soli 2km, eppure non ce un binario posato, solo un breve cantiere di poche centinaia di metri abbandonato. Al 7 è andato anche peggio, visto che lo scambio nuovo per l'anello del capolinea già posato è stato pure rimosso,il tutto da quasi 4 anni,che si parla di questo anello inesistente. E 16km quando impiegherebbero a farli? Stando ai tempi medi una ventina d'anni ci stanno, tanto che 2 o 3 ditte fallirono per certo. Sempre se i lavori partono. Oppure partono e finiscono a Cusano-Calderara. Viste le tranvie in Svizzera funzionano ottimamente e non hanno né doppi binari né sede del tutto separate dalla carreggiata veicolare, sono tranvie e basta e le si vede anche d'aspetto. E' interessante che non solo ATM ma anche associazioni d'appassionati hanno respinto "una tranvia" per la megalomania, così mi sa' che nessuno si prende nulla
10/27/2013 5:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 256
Registered in: 8/17/2009
tranviere junior
convogli tramviari urbani ATM
Ciao a tutti,

facendo riferimento alla bella foto pubblicata da Giovanni Kaiblinger, sto cercando qualche immagine relativa al "grembiule" che veniva interposto nei convogli M+R urbani, ed in particolare la dicitura esatta che era presente sullo stesso.

Grazie in anticipo! [SM=x346220]

Enrico N
10/28/2013 10:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 277
Registered in: 11/2/2011
tranviere junior
Convogli tranviari urbani ATM
Ecco un'immagine piu' vicina del grembiule - in realta' dei veri bidoni e cosi' erano conosciuti al pubblico. Servivano semplicemente a impedire che i "portoghesi" si infilassero tra la motrice e il rimorchio. Erano posti da un solo lato, in genere.
Qui un 22 serie 700 (una 600 ricostruita dopo il periodo bellico) con un rimorchio serie 1300 in servizio tra piazzale Corvetto e piazza Durante. Siamo gia' nei primi anni 60, visto che ci sono gia' gli indicatori di direzione (dal 1959) e il 22 e' gia' stato prolungato da piazzale Loreto a piazza Durante per via dei lavori M1 (quindi siamo dopo il novembre 1960). La linea verra' chiusa definitivamente nel 1964. Ironicamente, fino alla deviazione dal suo asse storico (Vittorio Emanuele/San Babila/Venezia/Corso Buenos Aires) era stata la linea piu' redditizia per l'ATM dopo la circonvallazione 29/30.
10/29/2013 4:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 277
Registered in: 11/2/2011
tranviere junior
Convogli tranviari urbani ATM
Ecco un'altra immagine di una 700 (la 716) con al traino una 1300 e tanto di bidoni in mezzo. Qui sulla linea 13 (Corvetto-Viale Molise) in largo Augusto.

10/29/2013 4:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 256
Registered in: 8/17/2009
tranviere junior
Bidoni
Ringrazio sinceramente Yid26 per le informazioni e le belle foto che ha voluto condividere con noi! Ora resta solo da appurare quale fosse la dicitura esatta della scritta presente sui "bidoni".

Enrico N
10/29/2013 4:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 277
Registered in: 11/2/2011
tranviere junior
Bidoni
Francamente, dalle mie foto (principalmente dalla prima, la seconda e' un po' sfuocata) non si intravvedono scritte di qualche rilevanza (Azienda Tranviaria Municipale? A.T.M.? Comune di Milano?) e pare anzi che quello che sembra un'etichetta con scritta da lontano altro non sia che un pertugio per assicurare i "bidoni" tra le due vetture. Infatti, nelle mie foto, in cui le vetture sono in servizio, il pertugio e' rivolto verso l'interno mentre nella tua, chiaramente fatta in un deposito, e' girato verso l'esterno ed e' quindi possibile che fosse ancora in fase di installazione al momento dello scatto.
[Edited by Yid26 10/29/2013 4:22 PM]
10/29/2013 6:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 256
Registered in: 8/17/2009
tranviere junior
Bidoni 3
...purtroppo la foto che ho inserito io proviene da una scansione scadente da originale stampato (ma era l'unica di cui disponevo [SM=x346240] ), ma più di un appassionato mi ha confermato la presenza di una scritta monitoria nella posizione indicata.
Nelle foto pubblicate da Yid26 invece sembrerebbero effettivamente del tutto assenti [SM=x346235] .
10/30/2013 8:46 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
un sistema simile era in uso anche a roma, ed era costituito da due semigusci articolati e veniva montato da entrambi i lati
io ho sempre creduto che fosse un sistema antinfortunistico, non avevo mai pensato ai portoghesi, anche perchè sistemi del genere erano completamente assenti a napoli, proprio dove era molto più consueto viaggiare a sbafo
10/30/2013 2:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 277
Registered in: 11/2/2011
tranviere junior
Bidoni & Portoghesi
Ecco un paio di foto del periodo immediatamente successivo alla fine della guerra, da come si puo' desumere dal compensato al posto dei vetri sui finestrini, quando il trasporto privato era ancora qualcosa di la' da venire:
Largo Cairoli, linee tranviarie periodiche per lo stadio e l'ippodromo (il 56 era una di queste)

Passeggeri prendono d'assalto l'1, luogo imprecisato


Come si vede, i portoghesi non erano un'esclusiva napoletana :) Quanto ai bidoni, le uniche scritte che potevano esservi (plausibilmente) sono abbastanza prevedibili: "Non oltrepassare", "Non viaggiare tra le vetture", "Azienda Tranviaria Municipale", "Comune di Milano", "A.T.M.", ecc. Ma e' un fatto che non si vedano nelle vetture in servizio.
10/30/2013 2:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
vedo che nel 1946 le edison erano ancora lungi dall'essere radiate
10/30/2013 2:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 277
Registered in: 11/2/2011
tranviere junior
Le radiarono a meta' anni 60. Comunque, dalla seconda foto si vede anche perche' sul respingente posteriore venne applicata una lamiera sagomata che lo rendeva impervio, come nel retro del 18 nella foto:
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:36 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com