New Thread
Reply
 
Facebook  

I VECCHI TRAM DI FIRENZE

Last Update: 10/14/2015 12:08 AM
Author
Print | Email Notification    
12/31/2011 11:42 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1
Registered in: 12/31/2011
apprendista tranviere
La Pira tolse i tram?
visto che lo fanno beato, sarà bene sapere anche questo, altre alle note attività di carattere sociale portate avanti.... questa di togliere i tram non fu certo da "beatificazione".....
12/31/2011 2:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 249
Registered in: 8/4/2011
tranviere junior
Si ma la situazione "tecnica" di quei tempi era diversa se guardiamo i rendimenti dei vari mezzi disponibili.
12/31/2011 3:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,290
Registered in: 1/27/2008
tranviere veterano
Rimane il fatto che se di base non c'è la mentalità di investire nel tpl anche a livello di rinnovo dell'infrastruttura - sia per la normale usura, sia per l'evoluzione tecnologica che avviene anche in questo campo - non c'è nulla di più facile per un politico di giustificare la dismissione con tante scuse come l'obsolescenza, la necessità di investimenti cospicui, la disponibilità di alternative più "economiche" (solo apparentemente...), ecc.
12/31/2011 5:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 497
Registered in: 10/24/2008
tranviere senior
Al di là di La pira, a volte mi sebmra che Firenze e di il trasporto pubblico abbiano sempre avuto un rapporto tormentato; è vero che alla fine degli anni cinquanta la tendenza era di soppromere le vecchie reti tramviarie, ma la storia di Firenze è stata: rinnoviamo, compriamo nuove vetture a carrelli, ecc.., poi niente, anzi la fine del tram, speriamo solo che la storia non si ripeta...
1/1/2012 9:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 73
Registered in: 1/9/2008
apprendista tranviere
La Pira tolse il tram, quindi era il diavolo!
Ma non si possono giudicare le scelte del tempo di La Pira con le ragioni del ventunesimo secolo! Come se il tram fosse stato eliminato solo a Firenze. Citando volutamente da Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Trasporto_Pubblico_Locale) e non da articoli della stampa specializzata;

"Il punto massimo dello sviluppo tramviario si raggiunse nel 1920. Complici i miglioramenti del manto stradale, la sempre maggiore economicità degli pneumatici in gomma, e l'aumento del traffico privato, indussero molte città ad eliminare i binari per sostituire le carrozze con filobus e poi anche con autobus. Dopo la seconda guerra mondiale anche i filobus furono via via eliminati lasciando posto agli autobus, soprattutto quando a causa dei sempre crescenti sensi unici nelle strade si avrebbe dovuto riorganizzare le linee di alimentazione, al che si preferì smantellarle del tutto".
1/1/2012 11:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 177
Registered in: 2/15/2011
tranviere junior
Mi spiegate allora come mai nei paesi civili, ossia Nord Europa, Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Olanda le cose andarono ben diversamente. Solo tram, metrò per il trasporto urbano.
1/2/2012 1:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 73
Registered in: 1/9/2008
apprendista tranviere
Non saprei dove questa curiosa idea sia nata; il successo del tram, come si può leggere dappertutto sul web, ha subito una contrazione intorno alla metà del ventesimo secolo in tutto il mondo, civile e non, per tornare in auge a partire dagli anni '80. per non citare altro, vedere il seguente testo, tratto dalla wikipedia inglese (http://en.wikipedia.org/wiki/Tram)

''Tramways with tramcars (British English) or street railways with streetcars (American English) were common throughout the industrialised world in the late 19th and early 20th centuries but they had disappeared from most British, Canadian, French and U.S. cities by the mid-20th century.[33]
By contrast, trams in parts of continental Europe continued to be used by many cities, although there were contractions in some countries, including the Netherlands.[34]
Since 1980 trams have returned to favour in many places, partly because their tendency to dominate the roadway, formerly seen as a disadvantage, is now considered to be a merit. New systems have been built in the United States, Great Britain, Ireland, France and many other countries.''
1/3/2012 11:27 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 307
Registered in: 1/19/2007
tranviere senior
aggiungo che anche nell'Europa dell'Est il tram ha rischiato il declino (si preferivano i filobus...tantochè, in molte città anche medio/piccole c'è una rete...e nella stessa Berlino Est si voleva eliminare il tram per sostituirlo con filobus e metropolitana...piano non attuato poi perchè la cronica mancanza di fondi nella DDR e gli alti costi di costruzione non l'hanno permesso) e anche oggi rischiano molto, quelle tramviare sopravvissute (anche nella stessa Mosca...Tblisi l'ha chiusa ad esempio)

LaPira, aldilà di quello che ha fatto in città nel periodo difficile che si è trovato ad amministrare (20mila libretti di povertà, nuovi quartieri come Isolotto e Sorgane ma anche tantissima edilizia scolastica)...sul tema trasporto è veramente da dimenticare, anzi...da trattare alla stregua di Augusto Pedullà (il sindaco che tolse i tram da Genova)...ricordiamo che non fu una crisi di pochi mesi, ma l'operazione strade iniziò nel 1954...io penso sempre male...non è che per aiutare i bisognosi, creare strutture sociali etc. furono dirottati i soldi destinati alla rete tramviaria? e non mi si venga a dire che sarebbe costato...per comprare nuovi autobus i soldi li trovarono! e per qualche anno si sarebbe potuti tranquillamente andare avanti con le Radiax ristrutturare, le viareggine e comperando a poco prezzo le vetture da reti recentemente chiuse (Bologna o la stessa Genova, previo adattamento)

ho un libriccino scritto da Fabrizio Pettinelli in cui si racconta un fatto: due persone, mi sembra di ATAF e del consiglio comunale, proposero il sistema Bruxelles, ovvero tram in sotterranea in centro e a centro strada nelle periferie (GIA' NEGLI ANNI 50!). ora, in comune questi due signori erano gli unici sostenitori del trame e furono, ovviamente, silurati...e la storia ha preso il corso che tutti sappiamo...il 20 gennaio 1958 la rete chiuse, l'alluvione del 1966 dette il colpo di grazia ai filobus e nel 1972 chiuse definitivamente.

i mezzi poi, come sapete, tramviari furono demoliti al varlungo, senza salvare niente, quelli filoviari ceduti ad Atene ed utilizzati per anni.

alla cittadinanza, ma anche a molti forestieri, andrebbe rinfrescata molto la memoria...
1/6/2012 12:29 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 73
Registered in: 1/9/2008
apprendista tranviere
Visto che giustamente è un fatto appurato che in quegli anni il tram era in bassa fortuna in gran parte del mondo non capisco come si possa imputare al solo La Pira la ferma e malvola deteminazione a sttrangolare il sistema tranviario fiorentino; quasi che La Pira ce l'avesse proprio singolarmente col tram! In quegli anni nelle commissioni preposte ai trasporti di tutto il mondo si riteneva che il tram fosse il passato e gli autobus il fututro. Punto. Agli amministratori che hanno seguito questa opinione possiamo solo rimproverare di non avere avuto il dono della chiaroveggenza. Se poi dovevano tenere duro perché a noi (60 anni dopo) piace il tram, bé, che vi devo dire, [SM=x346247]
1/6/2012 10:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 307
Registered in: 1/19/2007
tranviere senior
bastava seguire l'esempio che avevamo anche in in casa, ovvero Milano...ma ormai è andata...tocca rimboccarsi le maniche e lottare per far tornare il tram in tutta la città :)
1/6/2012 10:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 307
Registered in: 1/19/2007
tranviere senior
e aggiungo: anche la stessa Napoli...bastava tenere ALMENO il 17!
1/6/2012 9:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 177
Registered in: 2/15/2011
tranviere junior
Pedullà, l'incapace, dilettante antisindaco democristiano che ha rovinato la mià città, per colpa del quale ne stiamo pagando le conseguenze ancora oggi. Vergogna, e gli hanno anche intitolato una via, tra l'altro nella zona in cui abito. Pagherei per vederla togliere; vergogna, solo tram e basta. Ricordo che l'ultima linea venne chiusa il 27 Dicembre 1966, quindi molto più avanti che a Firenze. Solo tram, tram ed ancora tram, sarà qualche anno che non prendo le ciminiere Breda and company, vado soprattutto a piedi, talvolta in auto, funicolari, tram a cremagliera di Granarolo, Genova Casella, poi quando vedrò i binari in vallata, solo tram.
[Edited by naricemirko 1/6/2012 9:47 PM]
1/9/2012 10:30 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 253
Registered in: 9/17/2009
tranviere junior
Credo che le città italiane che hanno mantenuto i tram hanno caratteristiche particolari. In città come Torino e Milano la larghezza delle strade principali, è in genere maggiore a quella dei viali fiorentini ( nei corsi torinesi il tram viaggia, per quello che mi ricordo, quasi sempre in uno spazio ricavato tra viale e controviale, cosa che a Firenze ci sognamo...). Anche queste città negli anni 50 e 60 hanno certamente ridimensionato la rete. Ho memoria di binari interrati in varie parti nel centro di Milano.
Pensare di poter utilizzare ancor oggi linee su sede promisqua, spesso a binario unico con deviatori semaforizzati per lo scambio dei tram nelle due direzioni, com'erano quasi tutte le linee fiorentine è illusorio. Con l'avvento della motorizzazione di massa, se si voleva mantenere il tram, si sarebbe dovuto ristrutturare pesantemente le linee, ridurne il numero e renderle molto simili a quelle odierne. All'epoca si è ritenuto conveniente investire, i pochi denari, sui mezzi su gomma, con considerazioni estetiche spesso discutibili (per esempio quelle sui fili che hanno portato l'eliminazione dei filobus). Certo si sarebbe potuto mantenere la linea per il piazzale, quale attrattiva turistica, visto che viaggiava interamente sul controviale, e forse salvarne qualche altra, ma pensare di poter utilizzare oggi una rete tranviaria nata nell'ottocento è veramente illusorio.

Tutte le novità ed altro sulla tranvia fiorentina
Firenze: nascita di una tranvia
1/9/2012 6:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 73
Registered in: 1/9/2008
apprendista tranviere
Sono molto grato a macromix per il suo intervento col quale concordo perfettamente; data la mia scarsa competenza tecnica non sarei mai riuscito a replicare con uguale efficacia, ma non posso resistere alla mia vocazione di professorino rompiscatole e devo rilevare che promiscua si scrive senza la Q! [SM=x346240] [SM=x346240]
1/9/2012 8:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,704
Registered in: 1/30/2008
tranviere veterano
nel 1954 quando il 13 venne trasformato in autobus parlare di una linea tranviaria come attrattiva turistica era fuori dal mondo. c'erano tranvie a bizzeffe, con mezzi pure più datati, quindi valore zero.
Torino, Milano, roma, Napoli, am anche la stessa Genova, avevano mezzi più moderni e linee a doppio bianrio. a firenze a doppio binario erano solo il 17, il 19 e l'8 che infatti furono le ultime a essere chiuse.
1/9/2012 9:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 177
Registered in: 2/15/2011
tranviere junior
Genova infatti aveva tutte le linee a doppio binario(altro che strade strette, come invece a Firenze o Bologna)a scartamento metrico, con vetture direi le più moderne d'Italia e non solo, le mitiche Littorine 900, della quale solo una è superstite e che la vedremo, restaurata, presto sfrecciare in Val Bisagno, ma anche le Casteggini(larghe 2m.09) non erano male. Comunque resta il fatto che non ci sono scusanti per i dilettanti amministratori dell'epoca, solo incapacità e soprattutto grande sperpero di denaro pubblico, quindi dei contribuenti; ricordo poi che già all'epoca, nelle città civili del Nord Europa, Germania, Austria vi erano musei dei trasporti, come a Monaco, Vienna, tra i primi ad esistere. Solo tram a Genova, tra un anno i primi cantieri.
[Edited by naricemirko 1/9/2012 9:47 PM]
1/9/2012 10:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
naricemirko, ma che stai addì!Il tram ha conosciuto un declino finoa i primi anni '80 in tutte Europa- In Italia in particolare, si trattava di ridisegnare da zero moltissime reti nate e pensate con criteri ottocenteschi.Le stesse linee filoviarie han chiuso quando si trattò di ammodernare il aprco emzzi ormai giunto alal frutta...se andiamoa vedere molte chiusure risalgono proprio alal fine degli anni '60/primi anni '70....Con la visione di adesso è facilissimo blaterare su un forum...ma si ignora volutamente che negli anni '60, specie in Italia, assistevamo al boom della motorizzazione di massa, con l'automobile che diventa un oggetto per tutti...ed alla portata di tutti...Oggi certe scelte appaiono sconsiderate..all'epoca sembravano opportune, anche in termini di risaprmio (gli autobus avevano csti di gestione ifneriori ai tram e si adattavano meglio allo sviluppo delle città)
1/9/2012 10:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
Quanto al tram a Genova...finchè non vedo non cic redo...in uan città famosa per avere la metropolitana più corta e più costosa d'Italia ed una rete filoviaria che per anni è stata agonizzante..non mi aspetto molto...
1/9/2012 10:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 397
Registered in: 8/1/2011
tranviere senior
ma perchè sono state approvate le tranvie?a 2 binri?e la littorina come la faranno marciare?
1/9/2012 10:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 397
Registered in: 8/1/2011
tranviere senior
ma perchè sono state approvate le tranvie?quali e a 2 binri?e la littorina come la faranno marciare?
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:16 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com