New Thread
Reply
 
Facebook  

NAPOLI - Rete Ferroviaria

Last Update: 9/13/2019 5:08 PM
Author
Print | Email Notification    
9/9/2008 4:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,939
Registered in: 2/12/2008
tranviere veterano
x Gjemon e Biagpal: struttura non identificata
Innanzitutto benvenuto a Gjemon anche da me! [SM=x346253]

La struttura indicata nell'immagine non è una sottostazione elettrica ma è l'edificio che ospita le apparecchiature di controllo del posto di movimento "Doppio Bivio Cassino" ; se allarghi l'inquadratura si nota infatti che è posto proprio in corrispondenza dei deviatoi del bivio che permette ai treni di entrare a Napoli Centrale sottopassando la linea proveniente da Aversa (itinerario storico, in deviata a 60 kM/h di velocità massima) o di imboccare in corretto tracciato la nuova variante verso Gianturco (con la nuova fermata di Traccia) oppure di entrare nello scalo merci di Napoli Traccia:



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

Tieni comunque presente che queste immagini sono abbastanza datate: nella zona asfaltata antistante l'edificio sono stati posati i 2 binari della linea a monte del Vesuvio, percorsa dai treni veloci da/per Salerno, mentre le zona che si vede subito a destra della linea ferroviaria è stata ripulita dalle sterpaglie e ospita il raccordo ferroviario dei magazzini FS, adiacente al muraglione curvo.


Marco B.
TW vs WOWAnkie & Friends - L&#...56 pt.10/15/2019 6:00 PM by anklelock89
MatrimonioTestimoni di Geova Online...55 pt.10/15/2019 10:53 PM by (SimonLeBon)
HOSTESSIpercaforum14 pt.10/15/2019 5:39 PM by mitor1
9/9/2008 8:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,125
Registered in: 7/15/2006
tranviere veterano
x Gjemon: oggi le cose mi sono state più chiare, sono andata a vedere dopo il ponte di via Cupa San severino e ho capito perchè questa stazione di interscambio di Stadera non è mai stata costruita. Io ero convinta che con la costruizione della linea3 tutta la tratta della circum era stata interrata fino alla fermata Botteghelle, in realtà non è così, in quella tratta la circum circola ancora sul ponte,mi sono trovata proprio con un treno circum che passava, davanti ci sono i binari FS dove sono stati messi i pannelli fonoassorbenti e dietro ci sono i binari circum, le fermate non sono state mai realizzate perchè in realtà i lavori su quella tratta non sono mai stati effettuati, hanno fatto soltanto il ponte per aprire la strada via cupa San Severino nel 2004 in effetti. Quindi se ipoteticamente dovrebbe essere costruita una fermata doppia dovrebbe essere realizzata una struttura sul ponte con un attraversamento pedonale perchè la zona è molto pericolosa per i pedoni, corrono macchine all'impazzata, il progetto prevede una fermata doppia, FS+CIRCUM, ma alle spalle non c'è nessun abbozzo di struttura che somiglia ad una fermata per il momento. Chi sà se sarà mai realizzata, anzi trovo indecente che in una zona così grande, ci passano 3 linee ferroviarie e nessuna fermata.
[Edited by @Rubi@ 9/9/2008 8:21 PM]

Il canale di Mariacristina
https://www.youtube.com/channel/UC_zJnAS6nuYiM_QM79z568A
"O' teng e to dong in Campania", cercami su fb e chiedi l'iscrizione.
9/9/2008 8:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,125
Registered in: 7/15/2006
tranviere veterano
X e646.060: la tua foto è un pò vecchiotta, risale a quando via Cupa San Severino era una strada chiusa, adesso le cose sono cambiate, non è più una strada chiusa, l'hanno aperta con un sottopasso.

Il canale di Mariacristina
https://www.youtube.com/channel/UC_zJnAS6nuYiM_QM79z568A
"O' teng e to dong in Campania", cercami su fb e chiedi l'iscrizione.
9/9/2008 10:37 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 588
Registered in: 6/21/2008
tranviere senior
X @Rubi@ e e646.060
X @Rubi@ secondo me ti stai confondendo, la foto che ha inserito e646.060 non riguarda via Cupa San Severino, ma una strada parallela ad essa, l'ho spiegato anche nel post precedente.
Per farti capire meglio per arrivarci devi imboccare la stradina che sta vicino ad "Esente Arreda" su via Stadera.

X e646.060 grazie mille, ora non ho più dubbi, credo tu abbia risolto il problema!

https://projecteuler.net/profile/Gjemon.png
9/10/2008 12:12 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,125
Registered in: 7/15/2006
tranviere veterano
XGjemon: Allora di sicuro quella che hai visto non era nessuna stazione perchè il progetto prevedeva che le 2 stazioni stadera non dovevano venire lì, ma sull'asse viario che collega via De Roberto con via Cupa San Severino la stazione circum affianco a quella FS e mi sembra che nella zona citata da te la circum è interrata per uscire fuori sul ponte di Via Cupa San. Severino.

Il canale di Mariacristina
https://www.youtube.com/channel/UC_zJnAS6nuYiM_QM79z568A
"O' teng e to dong in Campania", cercami su fb e chiedi l'iscrizione.
9/10/2008 12:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,939
Registered in: 2/12/2008
tranviere veterano
La foto non è mia, è presa da Microsoft Live (ancora non mi sono dotato di un elicottero!); comunque la zona inquadrata è poco più avanti del Palastadera, che si riconosce nell'angolo in basso a sinistra.

Marco B.
9/10/2008 8:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,125
Registered in: 7/15/2006
tranviere veterano
Xe646.060
Ancora più mi confermi che la zona del palastadera non ha niente a che vedere con la fermata Stadera, in quella zona la circum circola ancora in maniera interrata, quindi non può fisicamente nascere nessuna stazione stadera doppia, quella struttura che hai visto non si tratta assolutamente di una fermata, ma comunque è impossibile perchè i pannelli fonoassorbenti sulla linea FS sono stati messi su tutta la tratta di via Stadera. Mi dispiace, anche io miro alla costruzione di questa fermata che ne sento parlare dal 1986, nessuno sa che la fermata nuova della circum di Poggioreale è dal 1986 che la vedevo già costruita, quando andavo a prendere il treno alla fermata Poggioreale quella scoperta di una volta, si vedeva di fronte e mi chiedevo sempre perchè era abbandonata e non adava in funzione, peccato che all'epoca non pensai a fare una foto. Chi sà forse nel corso degli anni hanno cambiato i progetti. Una fermata Stadera che sia Fs o circum anche a me farebbe molto comodo, abito viciono e ho grossi problemi con gli autobus.
[Edited by @Rubi@ 9/10/2008 8:27 PM]

Il canale di Mariacristina
https://www.youtube.com/channel/UC_zJnAS6nuYiM_QM79z568A
"O' teng e to dong in Campania", cercami su fb e chiedi l'iscrizione.
9/26/2008 10:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Al via il bando per la stazione "Vesuvio est". Cascetta: altro importante tassello della linea ad alta capacità

25/09/2008 - “La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e su quella dell'Unione Europea del bando di gara internazionale per il progetto preliminare della stazione “Vesuvio Est”, è un altro importante tassello dei collegamenti ferroviari nazionali e regionali, che consentirà di collegare direttamente all’alta capacità l’area dell’agro nocerino-sarnese, quella a est del Vesuvio e la penisola sorrentina senza passare necessariamente per il nodo di Napoli”.

E’ quanto dichiara oggi l’assessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta.

“Il bando internazionale – dice ancora l’assessore - prevede la progettazione, anche architettonica, dell’opera (secondo quanto già sperimentato per la stazione di Napoli/Afragola della linea Tav Roma-Napoli, affidata al noto architetto anglo-iracheno Zaha Hadid), ed è il frutto di un protocollo d’intesa firmato da Regione, RFI (Rete Ferroviaria Italiana, gruppo FS) e Circumvesuviana.

La stazione verrà costruita nella zona di Striano, Poggiomarino e Sarno sulla linea ad alta capacità ferroviaria a monte del Vesuvio, la bretella di collegamento attivata di recente fra la linea Tav Roma-Napoli e la vecchia linea FS Salerno-Battipaglia-Reggio Calabria, che rappresenta il proseguimento della linea ad alta velocità da Salerno a Battipaglia”.

Il costo della nuova stazione – circa 30 milioni di euro – sarà a carico della Regione (per circa 12 milioni di fondi europei del POR – Programma Operativo Regionale) e del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture (per circa 18 milioni di fondi europei del PON – Programma Operativo Nazionale), stanziati con l'accordo preliminare del 28 febbraio 2007 tra Ministero e Regione, e confermati dall'accordo integrativo sulle grandi opere tra Governo e Regione del 1° agosto scorso.

Da Sarno a Roma, grazie alla nuova stazione e alla linea diretta ad alta velocità, si risparmieranno ben due ore (circa 65 minuti, invece delle 3 ore necessarie oggi complessivamente per raggiungere prima Napoli da Sarno con la Circumvesuviana e poi Roma).

Inoltre, la stazione sarà direttamente inserita nel sistema della metropolitana regionale: in essa, infatti, confluiranno anche le due linee esistenti della Circumvesuviana Napoli-Ottaviano-Sarno e Napoli-Pompei-Poggiomarino-Sarno, e la linea regionale di Trenitalia Napoli-Salerno.

Notevole la riduzione dei tempi di viaggio anche per le linee regionali: grazie alla nuova stazione, ad esempio, da Sarno a Napoli si risparmieranno 25 minuti (40 minuti invece di un’ora e 5), mentre da Pompei si potrà raggiungere Roma (anche qui senza passare per il nodo di Napoli) in circa un’ora e mezza anziché due ore e un quarto (- 45 minuti).

All’interno della struttura sono previsti anche servizi commerciali, bancari e postali, ristoranti e un parcheggio auto da mille posti e aree per taxi e terminal bus: la stazione, infatti, sarà raggiungibile anche dall’autostrada A30 e dalla statale 268.

“La Campania – conclude Cascetta - sarà l’unica regione con ben 4 fermate dell’alta velocità ferroviaria (Napoli-Afragola, Napoli centrale, Vesuvio Est e Salerno-Avellino), tutte collegate direttamente alla metropolitana regionale. Inoltre, grazie al ricorso al sistema del concorso internazionale di progettazione e alla qualità professionale dei componenti della commissione aggiudicatrice, del calibro del celebre architetto Mario Botta, otterremo sicuramente una infrastruttura di grande livello architettonico, come già avvenuto per le altre stazioni della rete”.
9/27/2008 4:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 437
Registered in: 12/15/2006
tranviere senior
Indiscrezioni
Riferensosi alle infrastrutture di collegamento al costruendo policlinico della Seconda Universita di Napoli, nella zona est di Caserta, il sindaco Nicodemo Petteruti ha dichiarato:
«L'Ente Autonomo Volturno ci ha comunicato che entro pochi giorni sarà finalmente perfezionato l'iter per l'ubicazione della stazione metropolitana che rappresenta il punto di partenza per l'avvio delle opere di infrastrutturazione. Il progetto preliminare redatto da questa amministrazione è infatti pronto da lungo tempo, attendiamo soltanto il via libera della Regione»

Si tratterebbe di un primo passo per la realizzazione del sistema ferroviario della metropolitana di Caserta, che sarà connesso ed integrata alla cosiddetta metropolitana regionale, quindi alla Linea2 di Napoli.

amo il trasporto collettivo, amo viaggiare in compagnia, la tecnica, amo le ferrovie
9/30/2008 4:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 437
Registered in: 12/15/2006
tranviere senior
Stazione Tav, trenta milioni di costi in più
(da IL Mattino)

FRANCESCO VASTARELLA Novanta milioni. Tanto è stato stimato dai tecnici il costo della progettazione esecutiva e dei lavori per la stazione Tav di Afragola. Ben trenta milioni in più rispetto ai sessanta del primo appalto del 2005 ormai andato a farsi benedire dopo la rinuncia di ben due raggruppamenti di imprese. Non c’è ancora però il nuovo bando di gara, ma solo un preavviso di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea: un documento che informa sia i responsabili della Gazzetta che gli imprenditori interessati in maniera tale che possano prenderne visione e partecipare. Ma finora il materiale dettagliato non è stato inviato alla Gazzetta da parte dei tecnici dell’Italferr, la società che si occupa delle opere infrastrutturali della Rfi (Rete ferroviaria). Impressiona la cifra: 90 milioni, 30 milioni in più, vale a dire un terzo in più di quel che era stato preventivato nel 2005. La conferma delle contestazioni che erano state fatte dalle imprese che hanno rinunciato per l’impossibilità di sostenere i costi dei lavori. In ogni caso, sia chi ha concesso l’appalto che chi ha accettato poteva far meglio prima i conti, evitando così una perdita di tempo che si ripercuote sul programma dell’Alta velocità ferroviaria. L’ultima stima del governo sulla messa in funzione della stazione Tav di Afragola era il 2011, termine diventato inattendibile visto il ritardo della nuova gara. La conferma dello slittamento in avanti viene dagli scarni dati che si possono leggere nel preavviso dell’Italferr. A cominciare dai 52 concessi alle imprese per presentare le offerte quando ci sarà la pubblicazione sulla Gazzetta europea degli appalti. Poi, passeranno i giorni (si può arrivare anche a due-tre mesi) per l’assegnazione. Aggiudicata la gara, l’impresa vincitrice dovrà consegnare entro 150 giorni il progetto esecutivo, ovvero come sarà attuato il piano elaborato nel 2003 dall’architetto di origini irachene Zaha Hadide, vincitrice di una selezione internazionale. Di questo passo si arriva già oltre metà del semestre 2009. Sono 852 i giorni indicati nel preavviso di gara per l’esecuzione delle opere architettoniche a partire dalla consegna del cantiere. C’è però un termine che nel preavviso di gara anticipa la funzionalità dei binari Tav che passano nella stazione di Afragola: 584 giorni vengono concessi all’impresa aggiudicataria per rendere disponbibile i binari e consentire il passaggio dei convogli, sebbene il terminal ancora non funzioni. Tempi accelerati, ma in ogni caso si tratta di un anno e mezzo a partire dall’aggiudicazione dell’appalto. Insomma, un problema non da poco visto che la tabella di marcia di avanzamento dei lavori sulla tratta Tav Roma Napoli registra l’86 per cento. Vuol dire che per i binari i tempi sono stati rispettati e che i treni ad Alta velocità potrebbero presto arrivare superveloci fino a Napoli. Dal dicembre 2005, come si ricorderà, i convogli Tav da Roma a Napoli o viceversa passano per il cosiddetto baffo ferroviario di Gricignano, che consente ai treni veloci di passare dalla nuova alla vecchia linea e di procedere più lentamente fino a Napoli, senza toccare i 300 e passa chilometri orari di media sui binari riservati. Mancano solo 18 chilometri da Gricignano a Napoli, in buona parte completati, il sito internet delle Ferrovie, come accennato, calcola l’86 per cento. Un’ora e 27 minuti la percorrenza da Roma a Napoli oggi, quando l’ultimo tratto sarà pronto si scenderà a meno di un’ora.



amo il trasporto collettivo, amo viaggiare in compagnia, la tecnica, amo le ferrovie
9/30/2008 4:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 437
Registered in: 12/15/2006
tranviere senior
Accordo con ministero e Regione per risanare i rioni
(da IL MATTINO)

ALESSANDRO URZÌ Afragola. Con i lavori fermi da più di un anno si sono scatenate polemiche e malumori. Tutto è cominciato quando la Saicam, la società che aveva vinto l’appalto della costruzione della Stazione, ha avviato un contenzioso con Tav per rivedere costi e procedure. A maggio le tensioni sfociarono in una dura presa di posizione del sindaco neoeletto, il senatore Vincenzo Nespoli, che come primo atto bloccò le autorizzazioni per l'accesso ai cantieri della linea ferroviaria, chiedendo di procedere alla risoluzione dell'appalto con Saicam, all'avvio contestuale dei lavori della stazione Porta e delle reti ferroviarie regionali di collegamento con la Circumvesuviana, la metropolitana di Napoli e la variante Cancello-Napoli, nonché alla verifica dei nodi viari che interessano il territorio afragolese, a cominciare dall’accesso alla stazione dall'autostrada A1 Roma-Napoli e la verifica complessiva del sistema dei nodi viarii di collegamento tra Afragola, centri limitrofi e stazione, anche in considerazione dei rilevanti fenomeni di congestione determinati dalla presenza di numerosi centri commerciali adiacenti all'area della stazione. Il 3 agosto la svolta con la definizione degli interventi tesi al risanamento del quartiere San Marco-Saggese, penalizzato dai cantieri dell'Alta velocità. Un accordo con il ministro Altero Matteoli, l'assessore regionale Ennio Cascetta, le Ferrovie dello Stato ed Italfer, non solo per la ripresa dei lavori della stazione, mediante un nuovo appalto, ma anche per alcune modifiche all'accordo del 1999. Le modifiche prevedono, tra l'altro, la realizzazione di una stazione in località Marziasepe sul tratto di variante Cancello-Napoli, l'allacciamento della linea veloce con la Circumvesuviana e la metropolitana di Napoli, le opere accessorie come la realizzazione dello svincolo dell'autostrada A1, Napoli-Roma, per permettere un accesso agevolato alla stazione Porta. Modifiche ai precedenti accordi anche per il Comune di Casoria sono stati varati nei giorni scorsi. È previsto l'allargamento di via Boccaccio e la riqualificazione di piazza Dante, la realizzazione del sovrapasso in località ponte Tre luci e dei sottopassi in via Concordia e in via Toti, nella frazione Arpino: nell'accordo siglato nel 1999 dal Comune di Casoria con Tav e Trenitalia erano previste anche la realizzazione di una fermata del treno in via Pietro Nenni, a confine con Arzano, e in via Garibaldi nelle adiacenze del rione «219» di Arpino. Un patto da 15 milioni di euro firmato dal Comune con Tav e Trenitalia come compenso per l'attraversamento del territorio.



amo il trasporto collettivo, amo viaggiare in compagnia, la tecnica, amo le ferrovie
10/4/2008 1:20 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,939
Registered in: 2/12/2008
tranviere veterano
Si stanno rialzando i marciapiedi ai binari 18-19 di Napoli Centrale!! [SM=g8806]

I lavori iniziano stendendo questi elementi componibili di materiale plastico sulle mattonelle del vecchio marciapiede



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

poi si posizionano le reti ed i tondini di ferro come armatura, lasciando lo spazio per le canaline dei servizi



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

Il tutto viene ricoperto di cemento grazie a questo convoglio...



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

.. che avanza lentamente lungo il marciapiede



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

Questo è il risultato, pronto per ricevere le nuove mattonelle!



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


[Edited by e646.060 10/13/2008 3:12 PM]

Marco B.
10/4/2008 8:35 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Banchine Napoli Centrale
Quante e quali banchine sono state già rialzate ?
10/4/2008 11:12 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,939
Registered in: 2/12/2008
tranviere veterano
. 16/17 ( rialzata da tempo, per gli Eurostar NA-MI )
. 12/13 ( rialzata con i lavori per la TAV )
. 18/19 ( forse per la LMV ? )
inoltre
. 1PG ( metro x Gianturco/SA )
. 4PG ( metro x Pozzuoli )

Marco B.
10/8/2008 12:08 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 8,525
Registered in: 8/26/2006
maestro tranviere
Avevo notato anche io questi lavori per l'innalzamento della banchina dei binari 18 e 19. Ciò che mi aveva colpito era l'impiego di quegli elementi in materiale plastico che penso servano per creare una sorta di camera d'aria.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Nel frattempo continuano i lavori per il restyling della Stazione Centrale. Si lavora alla realizzazione del piano ammezzato e di tutta la nuova area lato biglietteria. Nella prima foto un operaio in primo piano intento ad effettuare delle saldature.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Al di sotto della pensilina lato Hotel Terminus è stato ulteriormente ingrandito il cantiere.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Ed è ora presente questa sorta di rientranza della recinzione. Un posticino proprio adatto per tossici e barboni. [SM=x346226]



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Il cantiere fotografato dal lato esterno. Si nota la differenza tra la vecchia recinzione, con i manifesti adesivi blu di Grandi Stazioni, e la parte aggiunta di recente, senza manifesti.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Ho dato qualche sbirciatina da alcuni fori nella recinzione. Ecco la scala d'accesso al piano inferiore di Napoli Garibaldi. Anche questa scala, così come quella realizzata al binario 4 della Stazione Garibaldi, sarà costituita da uno scalone centrale e due scale mobili ai lati, e non più da una scala mobile centrale e due scale laterali.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Dagli stessi fori diamo anche uno sguardo all'ala della stazione più prossima al Corso Lucci, dove dovrebbe essere realizzata la nuova biglietteria e l'area destinata all'AV. Il lavori in quest'area procedono abbastanza velocemente. All'estrema destra della foto si notano anche i pali di sostegno della nuova vetrata di ingresso della stazione.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


All'interno della stazione è stato inoltre aperto un nuovo cantiere in prossimità del Mc Donald's e dell'attuale biglietteria provvisoria. Al momento non si capisce se stiano effettuando lavori di consolidamento o dei micropali per la realizzazione di una nuova scala di accesso al piano inferiore di Napoli Garibaldi.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Scendendo al piano inferiore di Napoli Garibaldi ho dato anche quì qualche sbirciata attraverso alcuni fori presenti nelle recinzioni dei cantieri. Iniziamo dando un'occhiata al cantiere lato Corso Novara, dove si sta realizzando la nuova scala di accesso.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Per finire diamo un'occhiata dall'altro lato, verso il Corso Lucci e la Stazione Circumvesuviana. Sulla destra è possibile notare che è iniziata la posa della nuova pavimentazione.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Sembra che si stia iniziando a vedere l'inizio della fine (scusate il giro di parole) dei lavori. Speriamo di poter vedere aperte le prime parti ristrutturate della stazione entro la fine del prossimo anno.

10/8/2008 6:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25,472
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
Bravo Biagio, veramente esaustivo. Io sono molto fiducioso riguardo alla conclusione dei lavori per fine 2009, le premesse ci sono tutte.

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
10/13/2008 3:36 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,939
Registered in: 2/12/2008
tranviere veterano
Completiamo la rassegna fotografica dei lavori a Napoli Centrale con questa panoramica del cantiere all'angolo di corso Novara; lo scavo per ampliare i sotterranei è stato ricoperto da tempo, mentre nella zona ancora transennata in fondo al centro, presso la scavatrice, sarà costruita una delle rampe di scale che condurranno al piano interrato e al mezzanino della stazione di Piazza Garibaldi.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Marco B.
10/16/2008 6:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 437
Registered in: 12/15/2006
tranviere senior
Regioni pronte a restituire delega sui trasporti
(da www.metroitaliane.it )

(16 ottobre) ''O si da' una risposta alla drammatica situazione del finanziamento del Trasporto pubblico locale o siamo pronti a restituire al Governo le deleghe in una materia che ci e' stata assegnata con le leggi Bassanini. Non si possono gestire competenze se non vengono assegnate le risorse corrispettive''. L'aut-aut e' stato lanciato oggi dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilita' della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, per se' e per i colleghi delle altre Regioni, al termine della riunione del Tavolo permanente del Trasporto pubblico locale con il ministro Altero Matteoli e l'amministratore delegato del Gruppo FS, Mauro Moretti. ''La situazione del Trasporto pubblico locale, e in particolare quella del servizio ferroviario - ha spiegato Cattaneo - e' grave: non possiamo continuare a prenderci le colpe di un sistema che ci vede impotenti

amo il trasporto collettivo, amo viaggiare in compagnia, la tecnica, amo le ferrovie
10/16/2008 9:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 8,525
Registered in: 8/26/2006
maestro tranviere
Beh e se lo dice un assessore dello stesso colore politico di questo Governo...

10/17/2008 9:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 437
Registered in: 12/15/2006
tranviere senior
^^^
Purtoppo, oramai lo dicono tutti!!! [SM=x346221]

«Ferrovie, a rischio i servizi di Trenitalia»
Cascetta avverte mancano 400 milioni

I tagli in finanziaria per Trenitalia mettono a rischio il sistema di trasporti regionali su ferro, secondo le Regioni, pronte a rimettere la delega specifica se il governo non interviene. «Si rischia una seconda Alitalia: Trenitalia non può più vendere i servizi che offriva agli stessi prezzi degli anni passati avendo ormai svalutato tutto il capitale». A dirlo, nel suo intervento a «Mobilitytech», il forum dell’innovazione tecnologica per i trasporti in corso a Napoli, è l’assessore regionale Ennio Cascetta, coordinatore della Commissione infrastrutture nell’ambito della conferenza delle Regioni: in questa veste ha incontrato il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli e l’amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti. «Mancano all’appello 400 milioni di euro alle regioni italiane per garantire il contratto dei servizi ferroviari a Trenitalia. Siamo pronti a rimettere una delega ottenuta solo undici anni fa - dice Cascetta - la finanziaria non offre al momento nessuno spiraglio. Quella dei pendolari è una criticità nella criticità, con un servizio che qualitativamente e quantitativamente è già insufficiente adesso». Cascetta parla di un «autunno difficile» per i pendolari in tutta Italia, senza correzioni alla manovra del Governo, perché «le regioni non sono in grado di reggere questa situazione. La delega che abbiamo avuto nell’87 ha prodotto importanti risultati perché abbiamo lavorato con Trenitalia per migliorare il servizio. Tornare indietro è un evento politico, nell’unico settore in cui il federalismo è stato realizzato davvero pur tra mille difficoltà». In Campania la Regione ha investito ogni anno in media 3,6 milioni di euro per i treni regionali e vorrebbe investire 6 milioni e 250mila euro, per far sì che anche da Caserta, attraverso il passante, i pendolari arrivino in tutte le stazioni di Napoli, aumentando la frequenza dei treni, così come si è fatto per Salerno. Con i tagli della finanziaria, invece, proprio i treni regionali tra Caserta e Napoli non sarebbero potenziati, né verrebbe aumentata la frequenza dei treni della linea 2 del metrò. Nella prima giornata della manifestazione sono emersi molti riferimenti importanti al mobility manager, una figura aziendale, molto diffusa nelle altre città, che ha il compito di promuovere l’uso del trasporto pubblico da parte dei dipendenti delle aziende stesse con più di 300 dipendenti. «A questo proposito - dice l’assessore alla Mobilità Agostino Nuzzolo - è emersa l’interessante idea degli sconti sugli abbonamenti ai mezzi pubblici, per i dipendenti delle aziende che provvedono a dotarsi di mobility manager. La metà della riduzione sarebbe a carico delle imprese, l’altra metà a carico della collettività. Per questo stiamo verificando l’ipotesi di sperimentare questa soluzione con la Regione». f.j.

Da Il Mattino di Oggi

[Edited by mimiMetro 10/17/2008 9:49 PM]

amo il trasporto collettivo, amo viaggiare in compagnia, la tecnica, amo le ferrovie
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:34 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com