New Thread
Reply
 
Facebook  

I VECCHI TRAM DI CAGLIARI

Last Update: 10/11/2019 11:19 PM
Author
Print | Email Notification    
2/12/2007 11:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 136
Registered in: 9/5/2004
tranviere junior
305 - 308 e 318 - 325: 4 motori per complessivi 176 kW, lunghezza 13,6 m, tara 15,85 t.
309 - 317 "Padovane": 4 motori per complessivi 96 kW, lunghezza 11,8 m, tara 14,3 t.
Qual'è il nome di Dio?Testimoni di Geova Online...15 pt.10/20/2019 7:39 PM by barnabino
Pesca la coppia EFP10 pt.10/20/2019 11:26 PM by Lagherta95
Matteo Salvini - Se questo è un CarismaticoAnkie & Friends - L&#...10 pt.10/20/2019 4:02 PM by Gag Lee Hano
2/13/2007 1:08 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,509
Registered in: 2/23/2005
tranviere veterano

Tento un piccolo riepilogo per STIE41, omettendo quel che riguarda le serie 309-317 / 305-308 / 318-323 / 324-325 di cui sembra sia tutto chiaro.
Non fucilatemi per eventuali errori ed omissioni, grazie!

Serie 1 – 8 : motrici a due assi Carminati & Toselli – TIBB del 1914, 6 delle quali ricostruite nel 1948-52 dalle Tramvie della Sardegna con equipaggiamento elettrico Ansaldo e rinumerate 40 – 45.

Serie 11 – 16 : motrici a due assi Carminati & Toselli – TIBB del 1926, ricostruite nel 1951 - 52 con numerazione 140 - 145 dalle Tramvie della Sardegna con equipaggiamento elettrico Ansaldo.
Caratterizzate rispetto alla serie 40 - 45 dall’aggiunta della terza porta centrale.

I rimorchi accoppiati alle 40-45 e 140-145 erano generalmente quelli della vecchia tramvia a vapore, serie 200, ma talvolta anche uno dei più grandi a carrelli della serie 81 – 86.

Serie 21 – 24 : motrici a carrelli “Maximum Traction” Carminati & Toselli – TIBB del 1924.
Serie 81 – 86 : rimorchiate per motrici 21 – 24 (stessi costruttori).

Serie 301 – 304 : motrici a carrelli “Maximum Traction” – TIBB.
Sarebbe esatto dire “costruite” dalle Tramvie della Sardegna con parti delle motrici (4?) della tranvia Biella – Oropa, utilizzate a Cagliari nel secondo dopoguerra.

Serie 221 – 226 : rimorchiate per motrici 301 – 304 (stessi costruttori).

C’é poi il piccolo mistero della serie 17 – 19 o 18 – 20, motrici bidirezionali a 2 assi della Salerno Pompei, costruite dalle Officine Meridionali – CGE con alimentazione, in origine, a 1200V.

Scrive così Carthago a pag. 12 della discussione:
"...non è esatto riferirsi alle "due assi" C&T come serie 11-17: in realtà le serie erano due:11-16, che avevano le piattaforme di ingresso senza porte,ma a cancelletto, e 17-19, molto simili, ma con porte a soffietto ad una anta doppia. Si potrebbe obiettare che la serie comprendeva anche la n° 20. E' vero!!! Quindi lancio il quesito: CHI CONOSCE LA STORIA DELLA 20???
Siete tutti autorizzati alla risposta, tranne Blinky, cui già a suo tempo riferii la storia!!"

Mi sembra che nessuno abbia risposto per cui, anche se la mia sciagurata memoria non ricorda perfettamente tutto il racconto di Carthago, molto semplicemente, la numero 20 altro non é che una rinumerazione della 17.
Infatti, a seguito di numerosi incidenti imputabili alla funesta cifra si optò per una nuova immatricolazione con il più innocuo “20”!

Ci ho provato, OK? [SM=x346249]

[Modificato da BLINKY73 13/02/2007 1.41]


2/13/2007 1:57 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,509
Registered in: 2/23/2005
tranviere veterano

Dimenticavo... tra i rotabili cagliaritani c'era anche il locomotore L.E.1, a carrelli, sempre Carminati & Toselli del 1924.

[SM=x346219]

2/13/2007 12:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 30
Registered in: 1/14/2007
apprendista tranviere
Grazie mille per il riassunto!
Cagliari è davvero una città tramviaria molto interessante!
2/15/2007 12:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 385
Registered in: 2/26/2006
tranviere senior

Scritto da: BLINKY73 13/02/2007 1.08
Tento un piccolo riepilogo per STIE41, omettendo quel che riguarda le serie 309-317 / 305-308 / 318-323 / 324-325 di cui sembra sia tutto chiaro. Non fucilatemi per eventuali errori ed omissioni, grazie! (...)


ho letto il tuo compito e devo dare il necessario VOTO: 5 stiracchiato!! Devo quindo apportare alcune precisazioni e correzioni

Precisazioni

la serie 17/19 diventò appunto 18/20 in quanto la 17 ebbe due gravi incidenti a distanza di poco tempo che comportarono la pressochè totale ricostruzione della cassa: una prima volta scendendo in giornata piovosa nella via Manno a velocità elevata per mancata frenatura ed assenza di sabbia nella sabbiera, sviò ed andò ad infrangersi nella vetrina della storica cartoleria Dessi ( peraltro la stessa cosa accadde ad una C&T serie 1/8 alla fine degli anni '10); dopo la ricostruzione accadde qualcosa di simile, stavolta nella curva a sx che dal Largo C. Felice immetteva nella via Roma, (le rotaie allora erano nel lato portici): il deragliamento non fu causato dall'acqua ma dal ...VINO!! i posteri raccontavano che il conducente fosse abbastanza ebbro e pertanto, affrontando la curva a notevole velocità, la macchina deragliò rovesciandosi sul fianco destro. Si dice che il conducente, nella sua lucida ebbrezza, disse al bigliettaio, usciti dai rottami entrambi incolumi:" Boliasta biri cumenti esti sa friusciura de qusta cosa? Immoi castiadda!!!) ( che significa " volevi vedere come erano le interiora della macchina? adesso guardale!) Da allora i conducenti furono molto restii a guidare questa vettura al punto che l'azienda le cambiò il numero appunto in 20!

Correzione

Le 140/145 non avevano in più rispetto alle sorelline una porta centrale, ma una porta ad una sola anta affiancata all'altra porta al punto che, vista la ridotta lunghezaz della vettura, le due porte quasi ne formavano una sola anche se questa terza era riservata agli ingressi con tessera;

Integrazione

Non hai studiato abbastanza per cui hai sorvolato sulle vetture ex BIELLA-OROPA! in realtà non si sa molto di queste macchine e neanche l'amico Luca K. ha saputo precisare: erano macchine a due assi con carro portante, dal caratteristico frontale arrotondato ed arrivarono in numero imprecisabile, ma certamente almeno in quattro unità, in seguito alla chiusura della Biella-Santuario di Oropa: furono destinate alla linea del Poetto( per questo, in quanto tramvia extraurbana, subirono la modifica del frontale nel quale vennero appicati due fanali al posto dell'unico posizionato in origine al centro del frontale) ed erano certamente in servizio alla fine degli anni '40 (c'è una foto nelle pagine precedenti): erano bidirezionali e la loro parte elettrica (Ansaldo)venne utilizzata dalle officine aziendali per costruire le motrici a carrelli 301/304: infatti i carrelli avevano lo stesso rodiggio delle C&T 21/24 ( asse portante-asse motore + asse motore-asse portante, con quest'ultimo di diametro inferiore rispetto a quello motore)e i due assi motori di tali carrelli provenivano appunto da una ex Oropa che evidentemente disponeva di due motori.
; per la prossima lezione ripasso generale, compreso il capitolo della tramvia a vapore!!

[Modificato da XJ6 15/02/2007 9.14]

2/15/2007 3:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,509
Registered in: 2/23/2005
tranviere veterano
L'allievo non supera il Maestro
Grazie, Professore... troppo buono!
Non ho voluto raccontare i deragliamenti perché, come supponevo, l'avresti fatto meglio tu... e così è stato.
Il mio cruccio sulla serie 17-19/18-20 nasce dal fatto che, dato per assodato che la 20 è nell'aspetto un'ex Salerno-Pompei col solo faro centrale, come avrebbe potuto deragliare prima del 1952, anno in cui arrivarono a Cagliari le 4 vetture?
Infatti, nella foto di cui ci parlammo alcuni mesi fà, che non so se possiamo inserire...la 17 appare chiaramente come una vettura della seconda serie (terza?) delle 2 assi cagliaritane con 2 fari e porta centrale sopra il respingente (foto che sembra scattata nell'area dove sorgerà il nuovo deposito Santa Maria).

Per quanto riguarda la porta centrale della serie 140, era troppo tardi per correggere il post! [SM=x346241]

Altro interrogativo che mi sorge (spontaneo), è come fecero a tirar fuori tutti i carrelli della serie 301-304 e relativi rimorchi da solo 4 motrici a due assi!

Motivo per il quale ho volutamente sorvolato sulla Biella - Oropa. [SM=x346228]

Attendiamo fiduciosi il racconto sulla tramvia a vapore (Cagliari-Quartu 1888?) e relativi rimorchi, numeri di serie 50,60... o che altro?

Ciao al Professore (salutami Silvio) ed a tutti gli allievi.

[SM=x346219]

P.s. Sa friusciura o "sa frisciura" ????
Se hai sbagliato mi termini il modello della 319...

[Modificato da BLINKY73 15/02/2007 15.52]


2/15/2007 11:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 385
Registered in: 2/26/2006
tranviere senior
Re: L'allievo non supera il Maestro

Scritto da: BLINKY73 15/02/2007 15.42
Grazie, Professore... troppo buono!

Altro interrogativo che mi sorge (spontaneo), è come fecero a tirar fuori tutti i carrelli della serie 301-304 e relativi rimorchi da solo 4 motrici a due assi!

:
P.s. Sa friusciura o "sa frisciura" ????
Se hai sbagliato mi termini il modello della 319...

[Modificato da BLINKY73 15/02/2007 15.52]



E' certamente un errore ..di sbaglio imputabile al ditone troppo grosso per i tasti della tastiera! il termine corretto è FRISCIU'RA come giustamente hai detto.
Ho però numerose perplessità sulla provenienza delle 17/19 ( o 18/20): come è nata la leggenda sulla loro provenienza dalle tranvie sorrentine, e per giunta nel 1952? In quell'anno era già terminata la ricostruzione in proprio( 140/145; 40/45; 301/304) o si comprava del nuovo (305/308, filobus Cansa): tali macchine erano ben presenti durante la guerra( vedi alcune foto che le ritraggono con la fascia bianca antioscuramento) oppure quella , molto conosciuta, con un assembramento di tali motrici in piazza Jenne, in salita o discesa dalla via Manno,o anche quella decisamente rara, ma comunque a te nota, della 17 ripresa in un capolinea non identificabile con passeggeri e conducente in posa fotografica negli anni '40. Forse perchè agli inizi degli anni '50 sia la 19 che la 20 subirono un ulteriore restyling frontale ( vedi appunto la 20 nelle pagine precedenti) si credette che tali macchine furono di nuova provenienza e non invece un loro adeguamento? Ho peraltro sempre saputo che anch'esse erano Carminati & Toselli e tale mia convinzione è suffragata dalla perfetta somiglianza, nei frontali, alle 11/16 e 21/24 e dalla classificazione successiva alle 11/16 e precedente alle 21/24, che arrivarono appunto intorno alla metà degli anni '20. pertanto devo concludere che le "nostre" arrivarono, se non contestualmente, qualche tempo prima delle "maximum traction" 21/24. Inoltre non era certamente possibile utilizzare sotto una tensione di 800 volts macchine concepite per essere alimentate con 1200, se non cambiando totalmente i motori. Successe invece il contrario con le "padovane" 309/317, ma di questo parlerò un'altra volta, lasciando un pò di suspence!!
Quattro ex Oropa=otto assi motori per complessivi otto carrelli con otto assi motori (i conti tornano)! ed otto portanti; per costruire quattro vetture da dove hanno preso gli assi portanti? quasi certamente dai rimorchi giardiniera del periodo della tramvia a vapore. Non dimentichiamo anche che le STS disponevano di alcuni carri merci molto in uso fino ai '40 per i collegamenti col porto ( leggi Vinalcool, allora azionista di maggioranza delle STS spa.
PS. IL SAFARI FOTOGRAFICO RIPRENDE LA PROSSIMA SETTIMANA DURANTE LA QUALE RICOMINCERANO LE PROVE DEGLI SKODA!!!

[Modificato da carthago 15/02/2007 23.07]

2/25/2007 1:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25,472
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
Precisazioni
Ricevo questa e-mail dal Prof. Andrea Cozzolino, che riporto:
(le note sono tutte del compianto Eduardo Bevere, pubblicate sul libero dei trasporti salernitani)
Secondo quanto riportato nell’articolo di G. SCOPELLITI, La Tramvia Cagliari-Poetto, pubblicato sulla rivista STRADE FERRATE, n° 2 – luglio-agosto 1980, pp. 17-31, solo tre di esse (ci si riferisce a 41÷44 SA) entrarono in servizio sulla rete isolana, dove ricevettero le matricole 18÷20; ora, le vetture 18÷20 di Cagliari appaiono completamente diverse – rispetto alle immagini salernitane – sia nella carrozzeria che nel truck (che, comunque, avrebbe dovuto essere trasformato per lo scartamento di 950 mm), mentre l’equipaggiamento elettrico viene indicato come CGE, invece che TIBB (in ogni caso, l’equipaggiamento originario dovette essere adattato alla tensione adottata a Cagliari, di 800 Vcc). Se le caratteristiche del truck e dell’equipaggiamento dovettero necessariamente essere cambiate, la forma totalmente diversa della cassa ci fa dubitare dell’attribuzione alla serie indicata. Inoltre, in H. ROHRER, Il Materiale Motore delle Ferrovie Concesse e Tramvie Italiane, Stoccolma, Stenvalls, 1983 la serie in questione viene indicata come originale, costruita per le Ferrovie della Sardegna nel 1936 da Carminati & Toselli, con eq. elettrico CGE. Da segnalare, inoltre, che l’articolo di G. Scopelliti è stato ripubblicato nel libro Il tempo degli ultimi viaggi col fumo, Cortona, Calosci Ed., 1998, dove per le motrici 18÷20 viene indicata ancora una provenienza dal mercato dell’usato, ma dall’Azienda Tranviaria di Napoli; tale notizia, tuttavia, è certamente errata.

Io credo che le vetture salernitane siano state sì vendute all'Azienda di Cagliari, ma evidentemente solo per ricavarne ricambi, dal momento che erano quasi del tutto incompatibili con la rete cagliaritana. Del resto, le foto sono estremamente chiare e risulta veramente strano che sia sorta questa specie di "leggenda metropolitana" in merito.

[Modificato da Augusto1 25/02/2007 13.23]


1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
2/25/2007 3:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,509
Registered in: 2/23/2005
tranviere veterano

In effetti gli unici particolari assimilabili alle 18/20 cagliaritane sembrano i castelletti sul tetto.
Anche la vetratura, a parità di dimensione dei finestrini, ne conta uno in meno...

[SM=x346235]

2/25/2007 11:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 385
Registered in: 2/26/2006
tranviere senior
Re: Precisazioni

Scritto da: Augusto1 25/02/2007 13.21
Secondo quanto riportato nell’articolo di G. SCOPELLITI, La Tramvia Cagliari-Poetto, .. solo tre di esse (ci si riferisce a 41÷44 SA) entrarono in servizio sulla rete isolana, dove ricevettero le matricole 18÷20; ora, le vetture 18÷20 di Cagliari appaiono completamente diverse.......–
...Io credo che le vetture salernitane siano state sì vendute all'Azienda di Cagliari, ma evidentemente solo per ricavarne ricambi, dal momento che erano quasi del tutto incompatibili con la rete cagliaritana. Del resto, le foto sono estremamente chiare e risulta veramente strano che sia sorta questa specie di "leggenda metropolitana" in merito.

Carissimo Augusto:
posso garantire che in quegli anni, e più o meno fino alla metà dei '60,scorrazzavo per Cagliari e dintorni, molto spesso al fianco di mio padre, conducente tramviario, altre volte a fianco di suoi colleghi,ma non ho mai visto tali macchine. la "leggenda metropolitana" sulla presenza selle salernitane non dice però quando tali macchine sarebbero arrivate!. Posso assicurare che le vetture della serie 17/19, poi diventata 18/20 per i motivi che ho spiegato in precedenza, sono di costruzione C&T, come tutto il materiale in funzione a Cagliari fino agli inizi degli anni '50, ed erano in servizio ben prima della 2^ guerra, non perchè io ci fossi, ma per le numerose foto che le ritraggono in quel periodo, alcune anche con le bande bianche anteriori e posteriori antioscuramento.Nel periodo in cui le officine aziendali ristrutturarono o addirittura costruirono nuovi mezzi, e mi riferisco agli anni dall'immediato dopoguerra fino al 1952, due di queste tre macchine ( la 19 e la 20) subirono un restyling esterno ( l'interno restò pressochè uguale, con i sedili orientabili secondo il senso di marcia con la semplice rotazione dello schienale)ed arrivarono alla demolizione con con il nuovo look con faro centrale che già abbiamo visto nelle pagine precedenti. Ho parlato solo della 20 e della 19, che finì il suo servizio prima della 20, ma non della 18, che non ricordo di aver visto in tale restyling, per cui non so neanche se questa abbia avuto lo stesso look delle sorelle 19 e 20. Conseguentemente ci si deve chiedere: che motivo si aveva di acquistare macchine con diverso scartamento e diversa alimentazione? La risposta sarebbe ovvia se non fosse che già nel 1952, quando si acquistarono le "padovane" 309/317, l'azienda commise l'errore di non documentarsi a fondo sia sullo scartamento ( l'equivoco dello "scartamento metrico")sia sull'alimentazione. L'ing. G.M. già Direttore dell'azienda a cavallo fra i '50 e i '60 ( mi pare!) mi raccontò, una decina d'anni orsono, che appunto le padovane furono ingenuamente acquistate senza che ci si rendesse conto della differenza di scartamento:al momento dello sbarco al porto di Cagliari dalla nave che le trasportava da Genova, ci si rese conto che "non ci stavano" sui binari di cui il porto era zeppo ( c'erano sia i binari FS che quelli delle allora Ferrovie Complementari, oggi FDS, con scartamento analogo a quello dei tram e connessi nella via Roma alla rete tramviaria). Fu una sorpresa che costrinse le maestranze aziendali a smontare gli assi per restringerne lo scartamento. Le sorprese non finirono in quanto nessuno aveva valutato che l'alimentazione nella rete padovana era di ben 200 volts inferiore agli 800 delle rete cagliaritana per cui, una volta posate sui binari dopo l'adattamento degli assi al "nostro" scartamento, le padovane... sembravano ETR!! Su progetto del medesimo ingegnere di cui sopra, le macchine furono dotate di una serie di resistenze montate sull'imperiale, che ne modificarono l'aspetto rispetto al servizio a Padova, in modo tale da shuntare la corrente in arrivo ai motori. Peraltro tale modifica, molto "artigianale" non dava garanzie di assoluto funzionamento tanto che talvolta le resistenze, ed il castello di protezione in legno, bruciavano. Ho detto questo per riferirmi all'ipotetico arrivo delle salernitane: 1) Se tali macchine fossero realmente arrivate prima delle Padovane, i vertici dell'azienda avrebbero commesso l'errore di valutazione di tensione e scartamento con quelle e non con le padovane per cui queste ultime non sarebbero state acquistate; 2) Non potrebbero essere state acquistate dopo l'arrivo delle padovane per due motivi: a) perchè la dirigenza, già scottata dal precedente "incauto" acquisto, si sarebbe documentata meglio e b), perchè in quegli anni l'industria nazionale aveva già iniziato la fornitura di materiale nuovo di fabbrica a carrelli ( le Tallero 305/308), per cui parrebbe strano che in periodo di rinnovamento l'azienda acquisti motrici usate e per giunta a due assi, da riconvertire per scartamento e alimentazione!!
Resta da capire l'origine della leggenda, a meno che proprio siano state realmente acquistate per essere "cannibalizzate"!
Spero che qualcuno riesca a risolvere il mistero!!!
Ciao

[Modificato da XJ6 26/02/2007 10.45]

2/26/2007 3:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
Dico la mia
Premesso che non ho competenza su questa discussione, ho provato a guardare fra le mie cose riguardo le due assi cagliaritane.
Rifacendomi a quanto scritto da Blinky, ossia che c'erano vetture a 6 finestrini e a 7, ho trovato qualcosa riguardo entrambe le differenti finestrature.
Non credo possano essere utili alla interessante discussione, quelle a 6 finestrini sono i tram a due fanali già visti altre volte... sono comunque foto di vecchi tram di Cagliari.







[Modificato da Roberto Amori 26/02/2007 3.55]

2/26/2007 9:38 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 385
Registered in: 2/26/2006
tranviere senior
grazie Roberto per queste foto, che peraltro sono quelle a cui mi riferisco nei miei precedenti interventi: infatti sono le macchine a due assi tipo 17-19 ( o 18-20) C&T riprese in periodi certamente anteriori al 1950; in tutte le due foto si vedono le vetture in piazza Yenne, in discesa dalla via Manno, attraverso la quale si collegava il centro di Cagliari con il quartiere alto di Castello, i giardini pubblici, il palazzo Viceregio e la Cattedrale: tale linea è stata chiusa ben prima del 1950 ( mentre scrivo non sono in condizioni di approfondire la data esatta) per la sua pericolosità data la notevole ripidità. Le stesse poi sono state trasformate come da foto in prima pagina. Resta da sciogliere il dubbio sulle "salernitane": sono realmente arrivate ed in caso positivo, a che pro dal momento che non sono mai state immesse in servizio??
2/26/2007 6:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 463
Registered in: 4/15/2006
tranviere senior
La Belle Epoque
Cagliari d'epoca... che bella. Grazie per le foto.
Ci sono foto anche di Quartu con il tram (o senza) ?

[Modificato da Mercuris 26/02/2007 18.23]


Who cares....
2/26/2007 10:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 100
Registered in: 6/21/2003
tranviere junior
Che tenerezza gli alberelli del Largo, oggi belli alti, ancora giovani! [SM=x346230]
2/26/2007 11:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 385
Registered in: 2/26/2006
tranviere senior
Re: La Belle Epoque
Scritto da: Mercuris
Cagliari d'epoca... che bella. Grazie per le foto.
<
ehi, ragazzi!!! Sono foto conosciutissime e diffusissime!! Possibile che sia la prima volta che le vedete???
2/26/2007 11:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,509
Registered in: 2/23/2005
tranviere veterano
Ecco ancora l'incriminata negli anni '40...


Foto tratta da "Cagliari di una volta" - Zonza Editori



Ripropongo anche questa foto al capolinea di piazza San Benedetto, dovremmo essere sempre nei '40, ma forse anche prima!



Per ingrandire l'immagine cliccare sulla foto


Purtroppo la qualità non permette un ingrandimento decente, ma la protagonista è ancora lei (la 17?)



[SM=x346225]

2/27/2007 1:29 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,843
Registered in: 5/9/2004
tranviere veterano
Sono solo cartoline
Sono contento che le belle cartoline di una volta, e ancora una volta, siano piaciute...



Chartago: ehi, ragazzi!!! Sono foto conosciutissime e diffusissime!! Possibile che sia la prima volta che le vedete???



Non è detto che tutti si siano necessariamente ingobbiti per decenni a guardare ad ogni mercatino, sagra paesana, robivecchi, sgombro cantine, scatoloni di nonna, soffitte del parroco e chissà dove altro ancora montagne di cartoline alla ricerca di quelle giuste... e poi perchè siano conosciutissime sarebbe bene che chi le ha le mettesse a disposizione...



2/27/2007 10:29 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 220
Registered in: 9/23/2006
tranviere junior
Conoscevo già le foto, le ho su un libro a casa, però è sempre emozionante vedere la Cagliari che non c'è più, e forse mai tornerà: troppi palazi sono andati distrutti.
2/27/2007 11:13 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25,472
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
per Carthago
Credo che tu ed il professore Cozzolino diciate la stessa cosa: è lo scritto di Scopelliti a riportare informazioni errate.
Le vetture di costruzione napoletana non hanno mai circolato a Cagliari, e sono state acquistate solo per essere cannibalizzate.
[SM=x346219]


1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
2/27/2007 1:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Re: Sono solo cartoline

Scritto da: Roberto Amori 27/02/2007 1.29
(...) perchè siano conosciutissime sarebbe bene che chi le ha le mettesse a disposizione (...)

Parole sante [SM=x346220]

Senza riferirmi a nessuno in particolare, noto spesso incomprensibili ritrosie a condividere con altri le proprie immagini, quasi che una scansione digitale ce ne potesse privare. Mah [SM=x346225]

New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:21 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com