New Thread
Reply
 
Facebook  

Tram di celluloide (ovvero, tutte le volte del Tram al cinema, in Italia)

Last Update: 6/19/2019 2:35 PM
Author
Print | Email Notification    
8/7/2011 2:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
La lista aggiornata è in rete. Grazie, Maurizio!

MatrimonioTestimoni di Geova Online...57 pt.10/16/2019 7:12 AM by barnabino
TW vs WOWAnkie & Friends - L&#...56 pt.10/15/2019 6:00 PM by anklelock89
Marzia RoncacciTELEGIORNALISTE FANS FORU...35 pt.10/15/2019 11:43 AM by docangelo
8/7/2011 9:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,436
Registered in: 4/19/2004
tranviere veterano
Banditi a Milano sono (è) a Portici
Il manufatto è arrivato. L'ho appena intravisto e l'ho trovato clamorosamente interessante. Circa i tram, a dire il vero ne ho solo intercettato alcuni e di sfuggita. Certamente una visione completa mi consentirà di avere un quadro generale.
Circa l'inserimento, preferisco fare un buon lavoro dando risalto anche alle caratteristiche della pellicola con qualche aneddoto. Se siete d'accordo lo farò a settembre quando la platea sarà più presente e compatta. Considerando la spesa, non me lo vorrei "bruciare" per i pochi, anche se preziosi, rimasti in città.
Buone vacanze
8/7/2011 11:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Va bene, Genna'...

...aspetteremo!

[SM=x346219]

8/13/2011 8:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 769
Registered in: 10/17/2005
tranviere senior
I Cannibali (Milano) - 1969, Liliana Cavani
Aspettando che Gennaro inserisca i fotogrammi del film Banditi a Milano, aggiungo altri due film girati in questa città. Il primo è questo mentre successivamente metterò l'altro. Il soggetto della pellicola è liberamente ispirato alla tragedia di Sofocle "Antigone". In una grande città, che in questo caso è Milano, tutte le strade sono piene di cadaveri. Per ordine dell'Autorità Costituita, nessuno deve toccare i morti per le strade, perchè sono considerati ribelli e vengono lasciati lì come monito per evitare altri tentativi insurrezionali. Solo Antigone, aiutata da un giovane straniero cercherà di infrangere questo ordine, ma verranno uccisi. Ma il loro gesto non rimarrà isolato, perchè altre persone continueranno la loro opera. Non aggiundo altro ma chi fosse interessato ad altre informazioni può cliccare su questo link:



L'unica scena tramviaria è nei titoli di testa. Siamo in Piazza della Repubblica, piena di cadaveri.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Una 28 in livrea biverde, transita normalmente come se non ci fosse nulla.




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

[SM=x346219]
8/20/2011 6:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 769
Registered in: 10/17/2005
tranviere senior
Romanzo Popolare (Milano) - 1974, Mario Monicelli
Come avevo già annunciato ecco un'altro film ambientato a Milano, girato negli anni settanta da Mario Monicelli e interpretato da Ugo Tognazzi e da Ornella Muti e Michele Placido. Da segnalare le musiche di Enzo Jannacci e come aiuto regista Carlo Vanzina. La trama e tutto il resto la si puo trovare cliccando su questo link.



C'è solamente una scena che ci interessa. E abbastanza lunga e vede protagonista Tognazzi che segue un tram, dove è salita la moglie che è interpretata dalla Muti, correndo a piedi per le strade di Milano. Si comincia con due 28. Nella prima sale la Muti mentre in quella dopo sale Tognazzi.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Tognazzi sale in vettura dicendo al conducente di seguire il tram che lo precede. Il tramviere gli fà notare che quel tram fà la linea 13 mentre l'altro la 20 e non può fare lo stesso percorso. Allora lui riscende e comincia a seguire il tram con dentro la moglie, correndo a piedi.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


E comincia la folla corsa lungo le strade di Milano.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Posteriore della vettura con Tognazzi che gli và dietro.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Mentre lui corre altre 28 transitano in senso opposto.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Ultimo fotogramma. Finalmente la moglie scende dal tram e Tognazzi arriva stremato dopo la lunga corsa.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

[SM=x346219]
8/20/2011 6:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25,472
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
Bel post, si vede chiaramente anche che il film fu girato nel periodo di "interregno" fra trolley e pantografo, con le "rondini" di tenuta del filo aereo rigirate verso l'alto e la presa corrente che avveniva differentemente a seconda delle linee "già lavorate" per la conversione a pantografo o meno. Un po' quello che avrebbero potuto fare a Torino con la linea 7, consentendo ai tram di girare anche con la rotella, "aggiustando" convenientemente gli scambi aerei...

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
8/22/2011 1:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
e chi ti dice che forse non lo faranno? sono stati capaci di ben altre imprese, no?
8/24/2011 4:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,436
Registered in: 4/19/2004
tranviere veterano
Accadde in Settembre

Malgrado la meritevole pesca a strascico di Maurizio, i fondali offrono ancora interessanti ed inaspettate prede.

Qualche pomeriggio fa, mi sono imbattuto sul casareccio Telecapri in questo film "Accadde in Settembre" del 1951. Sempre alla scoperta di immagini antiche, ne ho trovate anche di tramviarie.

Il film, di produzione americana, si svolge per lo più in Italia sia con riprese sui luoghi, sia con ricostruzioni in studio. Vi si narra, attraverso un registro melodrammatico, delle vicende di un ricco ingegnere idraulico (l'inespressivo Joseph Cotten), affermato industriale. Egli viene da solo in Italia per cercare di ritrovare se stesso e ricucire il suo matrimonio in crisi.

Sul volo di ritorno a casa (un improbabile Ciampino-New York via Capodichino) conosce una celebre pianista (Joan Fontaine). Durante il breve scalo a Napoli, le propone di perdere l'aereo e passare qualche giorno a Napoli. Saranno a Pompei ed a Capri per coltivare la loro casta amicizia. Ma un furtivo bacio scambiato su uno scoglio galeotto, a Marina Piccola, farà esplodere la passione.

Presto "l'amoroso filone" finirà, tuttavia, e i due dovrebbero tornare a casa. Non prima però di consumare uno spaghettino a vongole da Ciro a Santa Lucia. Qui apprenderanno dal Corriere di Napoli (tutti gli americani all'epoca lo leggevano [SM=x346236]) che l'aereo che avevano voluto perdere era caduto in mare ed entrambi erano stati dati per morti.

Così, i neoamanti assecondano il destino nel lasciar credere che defunti lo siano veramente. Trasferitisi a Firenze (dove risiede la maestra della pianista), trasformano una villa sull'Arno (in stile Beverly Hill) nella loro alcova. Non disdegnano però, buon per noi, frequenti trasferte al centro. Ci permettono così di goderci la visione in tre o quattro scene (una in primo piano) del tram a Firenze. Considerando la povertà di filmografia in tal senso, l'ho ritenuto degno di nota.

Circa l'epilogo del film, per quei pochi interessati dirò che la tresca viene scoperto dalla moglie dell'ingegnere. Ma è tale la gioia di saperlo vivo che gli concede il divorzio. Però l'amante preferisce dedicarsi al suo talento e così l'ingegnere rientra in famiglia. O forse perchè, "se lo sanno tutti, che sfizio c'è a tenersi un'amante"?

Purtroppo per motivi tecnici non l'ho potuto registrare. Però sono in contatti con Telecapri per sapere la prossima messa in onda. Intanto supplisco con una foto amatoriale dello stesso modello di tram visto nel film.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Si prega chi di dovere per aggiornare l'elenco.

Altre notizie sul famoso sito cinematografo.
[Edited by XJ6 8/27/2011 11:51 PM]
8/24/2011 8:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,339
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
Uhmmm... bella foto! Cmq oltre al tram è interessante quell' autocarro Dodge residuato bellico! Quasi certamente sotto al cofano gira un diesel Fiat 626 oppure OM al posto del classico ma esoso 8V GM a benzina!

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
8/25/2011 2:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,436
Registered in: 4/19/2004
tranviere veterano
Segnalazione!
L'emittente Telecapri con estrema correttezza mi risponde.
In merito alla mia richiesta, il film di cui sopra, sarà riproposto Lunedì 29 Agosto alle ore 15.30.
Ne consiglio per curiosità la visione a chi stesse in area Telecapri. Mi è stato riferito da persona informata che nella prima parte si vedrebbe anche un'arcaica Via Orazio. Sarebbe anche opportuno che qualcuno lo registri per ricavarne i frames interessanti.
Io purtroppo registro solo da parabola e non da DTV.
8/27/2011 11:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Accadde a Settembre, non solo a Firenze, ma...

...anche a Napoli!

Come già accennato al nostro Filobustiere, nel film da lui tanto deprecato ho trovato una muso piatto (o una Balilla) davanti al San Carlo in una fugacissima scena, tra l'altro in dissolvenza incrociata.

Spero di riuscire a estrarla ed a postarla qui, appena possibile.

[SM=x346219]

8/31/2011 5:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,436
Registered in: 4/19/2004
tranviere veterano
BANDITI A MILANO
Il fatto di cronaca
La banda Cavallero, formatasi a Torino nel quartiere Barriera e guidata dalla figura carismatica di Pietro Cavallero, fece delle rapine la sua crociata per l’affermazione di pseudo principi politici di ispirazione leninista. Purtroppo la scia di vittime e di ingenti danni materiali, frutto di sistematiche rapine in banca, fecero perdere di vista gli eventuali ed incomprensibili fini di giustizia sociale che il loro delinquere perseguiva.
Il 25 settembre 1967, in seguito all’ennesima rapina in un Istituto di credito, la banda formata da quattro elementi incensurati, fu intercettata dalla polizia con la quale ingaggiò una fuga pazzesca attraverso le strade di Milano. I banditi, dimenticando le loro idee di socialismo e di esproprio popolare, non esitarono ad usare su pedoni inermi le loro mitragliatrici per farsi largo nel traffico della capitale ambrosiana.
Al termine della follia, sull’asfalto rimasero tre vittime innocenti più altre ventidue persone furono più o meno gravemente ferite. Nei giorni successivi morì altresì d’infarto un eroico pensionato che rischiando la sua vita, aveva contribuito efficacemente alla cattura di uno dei quattro malviventi. Gli altri tre furono stanati ed arrestati con imponenti battute delle forze dell’ordine, nei giorni successivi.
Appena nove mesi dopo venne celebrato il processo: condanna all’ergastolo per tre dei quattro e solo dodici anni per la giovane matricola del gruppo.
Il film
Con tempismo davvero singolare, appena una decina di mesi dopo che il fatto era avvenuto, uscì il film prodotto da Dino De Laurentis e diretto da C. Lizzani. Come si poteva prevedere, esso riscosse un grande successo di pubblico che aveva ancora bene in mente il recente tragico pomeriggio del settembre 1967.
Il film non fece mistero di voler raccontare il fatto di cronaca nera accaduto a Milano, seguendo per quanto possibile gli eventi, la cronologia ed i personaggi che lo avevano prodotto. La figura del capo fu affidata ad un “grande” G. M. Volontè che guadagnò per questo ruolo l’ambita Grolla d’oro come migliore attore del 1968. Il commissario Basevi, figura di certo di fantasia, fu interpretato da un ottimo Tomas Milian, in un corretto abbigliamento giacca e cravatta. Certo non poteva immaginare che il successivo personaggio Monnezza, lo avrebbe degradato a Maresciallo ed abbigliato da accattone, dandogli tuttavia ben altra gloria e cachet.
Visto oggi il film appare di certo datato; tra l’altro è confezionato in maniera secondo me discutibile, a mò di inchiesta televisiva per raccontare attraverso l’esperienza ed i ricordi di Basevi, della temibile (sic!) malavita lombarda. In questa inchiesta viene inserito come fatto precipuo, la rapina al Banco di Napoli di Piazza Zandonai a Milano ad opera della banda Cavallero.
Si riconoscono tra i numerosi attori volti noti del cinema e della televisione dell’epoca: Don Backy (udite, udite) nella parte di uno dei banditi, Ray Lovelock la matricola della banda, Carla Gravina, Agostina Belli (al primo film?), Margaret Lee e tanti altri caratteristi.
Certamente il clou del film è rappresentato dai venti minuti in cui viene raccontata la fuga attraverso le strade di Milano: i banditi su una Fiat 1100 D rubata, la polizia su Alfa Giulia e 2600 coupè. Come confermò il regista, tutte queste scene, banca e fuga comprese, furono girate nelle stesse strade dell’evento narrato.
Mi è piaciuto di più
Domanda con risposta ovvia. Il realismo con il quale è stato girato tutto l’inseguimento nelle strade di Milano che seminò la tragica scia di morte e sangue.
Mi è piaciuto di meno
Il personaggio di Carla Gravina. Nel momento in cui la polizia accetta segnalazioni dei cittadini circa la presenza dei banditi in stato di latitanza, una signora svizzera richiede l’intervento di un poliziotto per avere “compagnia” ed essere rassicurata da immaginari rumori sentiti in giardino.
Curiosità tratte dal film
La sala operativa della Questura dotata di apparati arcaici (saranno stati davvero così all’epoca?) è affidata a sottufficiali con uno spiccato accento napoletano o comunque meridionale. Uno di loro mi è sembrato addirittura doppiato dall’attore Giacomo Furia.
Un’altra curiosità. All’epoca (1967) le Banche erano sorvegliate da Agenti di Pubblica Sicurezza. Sarà stato davvero così nella realtà? Io non lo ricordo però, considerato l’aderenza del film alla vita di tutti i giorni, penso proprio di sì.
I tram o comunque i veicoli che vi appaiono
Motivi d’interesse nel campo dei trasporti, ve ne sono diversi. Però malgrado le tante scene in città, i tram vi appaiono marginalmente. I frames inseriti sono solo una parte di ciò che offre la pellicola. In particolare tra i veicoli non illustrati, cito la massiccia presenza di OM Leoncino militari a quattro ruote motrici, minibus Fiat 1100 T, Fiat Campagnola; tutti impiegati nella caccia all’uomo che conclude il film.
Un particolare: nel film i banditi vengono arrestati da Carabinieri che viaggiano in Alfa Romeo Giulietta. Questa vettura la ricordo (ma potrei sbagliare) in dotazione con livrea grigio-verde alla PS ma non ai Carabinieri.
Durante l’inseguimento, i banditi vengono intercettati da due auto civetta: una Fiat 500 ed una Fiat 850. Lo ritengo plausibile in quanto all’epoca addirittura la Questura di Napoli aveva in dotazione una 500 in grigio verde sulla cui portiera e con involontario umorismo, c’era scritto “Pronto Intervento”.
Oltre a vari tram ’28 ripresi tra l’altro in Piazza Cadorna, nel film s’intravedono un tram della serie 4700.
Inoltre si vede di sfuggita un convoglio delle Nord Milano con ETR della serie 700; oggi se ne conservano alcuni esemplari per scopi museali.
Viene invece ripetutamente mostrato un bus 306 Fiat, modello Gran Luce in servizio con la compagnia Autostradale di Milano (Gruppo Sita) sulla linea Torino-Milano che i banditi utilizzano per arrivare a Milano dove ruberanno il famoso e grigio 1100 D.
Viene altresì esibito (non c’entra con la trama) un bel bus da gran turismo di carrozzeria Bianchi e motorizzazione forse Lancia.
Per le vetture della Polizia, ho scelto la foto di una Giulia ancora in livrea grigio verde; si noti un numero di allarme particolare in quanto non era stato ancora attivato il 113.
Infine un coupè al servizio della PS; la mitica Alfa Romeo 2600 coupè davvero in servizio presso le Questure di mezza Italia.

I TRAM



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


FERROVIE NORD MILANO


CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


GLI AUTOBUS


CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE





CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE






CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


LE AUTO DELLA POLIZIA



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

















8/31/2011 5:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,436
Registered in: 4/19/2004
tranviere veterano
CHE SUDATA!!!!!!!!!
8/31/2011 5:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Ottimo, Gennaro!

Ne valeva la pena [SM=x346220]

8/31/2011 6:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Accadde in Settembre (Napoli) - 1951, William Dieterle

Ecco l'unica scena tranviaria napoletana che, come dicevo sopra, è resa meno leggibile dalla dissolvenza incrociata.

Comunque, eccola qua. Magari qualcuno riesce anche ad identificare la matricola.





CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


[SM=x346219]


8/31/2011 8:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 25,472
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
E' indubbiamente la 1054, da poco convertita in "interurbana" dall'originaria 906! Si fa ancora valere attualmente sulla linea 2.

Ottime proposizioni, sia la tua che quella del mitico Filobustiere.

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
9/4/2011 1:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 9,191
Registered in: 2/22/2004
maestro tranviere
Accadde in Settembre (Firenze) - 1951, William Dieterle

Come preannunciato dal severo Filobustiere, ecco i fotogrammi tranviari fiorentini tratti da Accadde a Settembre (September Affair).

Tutte le immagini sono state riprese nei pressi del Duomo, con buona pace di coloro che negli anni a venire si sono stracciate le vesti all'idea di far passare il Sirio in centro [SM=x346225]




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

9/10/2011 11:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,058
Registered in: 12/12/2008
tranviere veterano
Non è possibile che nessuno si sia mai accorto...
...che ne Il mistero di Bellavista appare un tram!

Me ne sono accorto ieri: precisamente, durante la scena della presentazione del rifugio antiatomico, con i quattro "eroi" in tuta gialla che entrano nel palazzo tra la festa di tutti.



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


È il miglior fotogramma catturabile per riprendere almeno tutti gli elementi (visibili) del tram, mi riferisco al trolley; si consiglia comunque di vedere la scena cinematografica. È un'apparizione di rapina, che si nota soltanto se si punta l'occhio sin dall'inizio sulla strada.

Riguardo quest'ultima ho molti dubbi: potrebbe trattarsi del corso San Giovanni per via delle numerose auto in sosta che si vedono, ma potrebbe trattarsi anche del tratto finale della riviera di Chiaia o via Giordano Bruno, ma anche il corso Garibaldi. Chi sa parli. [SM=x346236]

Preserviamo l'Italianità nei trasporti! Preserviamo il Cityclass!
(appello ormai datato e antiquato...)
9/13/2011 11:30 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 1,436
Registered in: 4/19/2004
tranviere veterano
Piccolo OT su Banditi a Milano
Nel film in questione, si racconta dei banditi che raggiungono Milano con il bus. Avrei voluto dire che secondo i miei ricordi, questo collegamento ormai storico, aveva all'epoca le fermate intermedie poste proprio sull'autostrada. Non l'ho detto immaginando che il sistema, secondo me anacronistico, era stato rimosso per motivi di sicurezza.
Invece il mio recente transito sulla Torino Milano, mi ha fatto accertare che le fermate intermedie sono ancora lì, forse sistema unico al mondo. Però........... sono stati fatti degli adattamenti. Il bus ha una propria corsia in giallo un po' prima della fermata che lo indirizza presso la pensilina. I viaggiatori in arrivo o partenza, utilizzano un sottopassaggio che la collega alla viabilità ordinaria. Il servizio una volta gestito dall'Autostradale (come detto), mi sembra invece ora espletato dalla Sadem.
9/13/2011 12:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 5,339
Registered in: 2/5/2004
maestro tranviere
x Cityclass
Per me è via Giordano Bruno...

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:35 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com