New Thread
Reply
 
Facebook  

FILOBUS: SCAMBI, LINEA AEREA E TECNICA IN GENERALE

Last Update: 8/18/2019 8:26 PM
Author
Print | Email Notification    
10/19/2015 1:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,799
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
Un cappio c'era pure ad Ancona sulla vecchia linea 4, al capolinea di Tavernelle. A quei tempi (anni 60 e primi 70) i Fiat 668 non avevano difficoltà nell'ineversione di polarità (c'era un piccolo deviatore sul quadro comandi)

L' ORIGINE DEL FIGLIO UNIGENITO DI DIOTestimoni di Geova Online...14 pt.10/21/2019 9:46 AM by Aquila-58
Pesca la coppia EFP11 pt.10/21/2019 9:58 AM by Dark Sider
Matteo Salvini - Se questo è un CarismaticoAnkie & Friends - L&#...10 pt.10/20/2019 4:02 PM by Gag Lee Hano
10/19/2015 1:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
cose già dette.....: ma, visto che per i motori l'inversione di polarità non crea problemi, per la parte elettronica non basta un ponte di Graetz?
E comunque i filobus similmente alle vetture metro non hanno le batterie?

Aspetto un parere da trammue
10/19/2015 3:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
ONLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
appunto, come ho detto, occorrono "dispositivi particolari" fra cui potrebbe esserci anche il ponte di graetz, o magari qualche complesso software...... affari dei progettisti
la cosa è tecnicamente possibile, però non so se in commercio esistono già veicoli così equipaggiati, e soprattutto se esistono ancora reti filoviarie a bifilare unico probabili acquirenti di questo progetto
10/19/2015 4:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 247
Registered in: 6/9/2008
tranviere junior
Inversione di polarità
So per certo che i Menarini F201 seconda serie, quelli a chopper per intenderci, non potevano alimentare l'elettronica di potenza a polarità invertite. Essendo sprovvisti di marcia autonoma, per permettere ugualmente di proseguire, in caso di carreggiata ingombra, prendendo corrente dal bifilare della corsia opposta: tra trolley e chopper c'è il classico ponte a raddrizzatore a quattro diodi.
10/19/2015 6:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
ONLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
quindi, liqui, come vedi qualcuno ci ha già pensato
10/20/2015 7:46 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
certo, trammy
10/20/2015 12:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,799
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
Vi dico invece che nella nuova fornitura di filobsu per Cagliari (agiudicatasi dalla VanHool) il capitolato d'appalto per le specifiche tecniche, prevede l'installazione di adeguati sistemi (contattori) per l'inversione di polarità, mentre is sistemi a bf interni (luci ecc) ne devono essere protetti
10/30/2015 12:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 698
Registered in: 9/18/2007
tranviere senior
ponte di diodi
i nostri f201 del 1988 lo avevano come anche l abbassamento automatico delle aste e la marcia breve in batteria.. peccato che li abbiano fermati 4 anni fa.. attualmente in deposito ne resta uno accantonato
10/30/2015 8:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
@ trammue
Per "bifilare unico" si intende un tratto in cui l'alimentazione è comune ai mezzi in entrambi i sensi di marcia?
Altrimenti sarebbe un ossimoro... [SM=x346228]
[Edited by liquidatore 10/30/2015 8:08 AM]
10/30/2015 10:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,882
Registered in: 8/1/2002
tranviere veterano
No, credo che si intenda come in un solo senso di marcia...
10/30/2015 10:12 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
ONLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
sarebbe come dire "linea ferroviaria a binario unico"
anche questa sembrerebbe una contraddizione linguistica, ma noi tutti sappiamo che significa che su quell'unico binario circolano i treni in entrambi i versi (uno alla volta, però!!!!!)
la linea 33 di palermo, che ho più volte citata, era una linea lunghissima che, per chi conosce la città, andava da piazza verdi fino alla frazione di mondello detta addaura (alloro in dialetto)
nonostante ciò, era servita da un solo filobus!
quindi non c'era il problema dell'incrocio di due vetture, però, assurdo per assurdo, sul tratto a bifilare unico (che poi era solo il km finale) esisteva un raddoppio per un eventuale incrocio qualora il servizio fosse stato potenziato (azienda previdente!!!)
10/31/2015 10:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 6
Registered in: 3/25/2011
apprendista tranviere
Grazie a tutti.
[SM=x346247]
10/31/2015 5:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 2,324
Registered in: 2/21/2010
tranviere veterano
Infatti, sulla rete torinese della CTREA, che serviva i comuni dell'hinterland Ovest di Torino (Rivoli, Collegno, Grugliasco), vi era doppio bifilare solo sulla linea principale verso Rivoli; le diramazioni verso gli altri due comuni erano servite con un solo bifilare usato nei due sensi, cosa possibile perchè su queste diramazioni le corse erano solo ogni mezz'ora - tre quarti d'ora, quindi non poteva darsi il caso dell'incrocio di due vetture in senso contrario in questi tratti.
[Edited by Censin49 11/1/2015 5:24 PM]
10/31/2015 8:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
ONLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
comunque, anche nel malaugurato caso di incrocio di due vetture, bastava abbassare le aste e far proseguire l'altra..... magari si litigava per chi doveva fare ciò........
10/31/2015 11:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
tutto ciò ricorda i "binari compenetrati" in alcuni Lungo Naviglio a Milano; in entrambi i casi mi domando se tutto ciò fosse dovuto al risparmio di spazio o a quello di costi d'impianto.
11/1/2015 10:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
ONLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
per i binari compenetrati (il termine esatto è interlacciati) ovviamente è una questione di spazio, ma rispetto alla soluzione del binario unico permette anche un certo risparmio sui due scambi necessari e sulla loro manutenzione
a patto però che il percorso sia breve, perchè altrimenti il costo delle 4 rotaie necessarie supererebbe quello dei due scambi
tanto per restare a milano, nella lunga strettoia nei pressi della basilica di s.lorenzo si è preferito adottare la soluzione del binario unico con i 2 scambi a molla alle estremità
11/1/2015 11:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,799
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
ho citato Ancona per la vecchia linea 4, ma c'era pure la 3, che nel tratto finale, tra la fine di via Ascoli Piceno ed il capolinea (formato da un cappio) di Posatora (circa 1 km), era a bifilare unico. I relativi scambi erano a semplice molla.
11/1/2015 11:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,799
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
Tempo fa, parlando con il Direttore d'esercizio Conerobus quando si vagheggiava la ri-filoviarizzazione della 2, proposi un progetto a linea unica, con raddoppio-incrocio intermedio lungo la salita di via Maggini (altezza casa di cura Villa Igea), considerata anche la frequenza delle corse (12/13 minuti) che avrebbe consentito un regolare esercizio in quel tratto di circa 1500 mt.
Idea accolta con un pò di scetticismo. perchè oggi come oggi queste realizzazioni si scontrerebbero con le "perturbazioni" della circolazione mezzi, ma conti alla mano avrebbe fruttato un risparmio di un buon 35%. costituito dalla metà dei pali necessari e dalla manodopera e dagli agganci, potendosi adottare, vista la larghezza delle carreggiate, soluzione con mensola e bifilare al centro delle due corsie.
Peccato che per la 2, allo stato, non c'è speranza di riattivazione.
Credo che in Italia, là dove possibile, bisognerebbe essere un pò pià "illuminati" nello sfruttare soluzioni che consentano risparmi sugli elevati costi dell'infrastruttura...
[Edited by TROLLINO59 11/1/2015 11:51 AM]
11/1/2015 5:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
ONLINE
Post: 5,704
Registered in: 1/7/2008
maestro tranviere
però con 12/13 minuti conviene la filovia? a meno che sulla maggior parte del percorso insistono anche altre linee
11/1/2015 10:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
OFFLINE
Post: 3,799
Registered in: 3/7/2007
tranviere veterano
linea con grossa e lunga salita. non è la linea maggiore, ma neppure scarsa come utilizzo. la seconda come frequenza. diciamo che si adatta al servizio elettrico...
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:21 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com