Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

FILOBUS DI PARMA

Ultimo Aggiornamento: 28/06/2018 09.00
Autore
Stampa | Notifica email    
03/01/2008 00.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 3.683
Registrato il: 07/03/2007
tranviere veterano
ritengo assai improbabile acquisti di mezzi ad "idrogeno" che oltretutto hanno ancora prezzi esorbitanti sia di acquisto che di propulsione.
i conti, come detto in un precedente post, sono realistici per filobus da 18mt
ATP Masters 1000: CINCINNATITUTTO TENNIS FORUM48 pt.17/08/2018 20.02 by giuseppe liucci
Non è una questione di scelta se l’uomo si rivela un carnefice Testimoni di Geova Online...43 pt.17/08/2018 19.48 by Anthony.Sidra
Dalla una tabella a 5 sec ragrupparla ad una di 1 minExcel Forum21 pt.17/08/2018 19.33 by raffaele1953
03/01/2008 00.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.446
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Benvenuto a 029
029, 02/01/2008 20.28:

Dopo i Volvo di Rimini, dovrebbero essere i più vecchi d'Italia in regolare servizio, ma in effetti i loro 26 anni sono portati benissimo (vorrei sapere come la pensano i filovieri...).




Ciao e benvenuto nel forum di Mondotram! Colgo l'occasione per rivendicare il record del filobus ANM Napoli 8021 che, pur essendo presentato come filobus storico, quando esce fa sempre e solo regolare servizio di linea, per cui con i suoi 45 anni si fa ancora ben rispettare. [SM=x346239]



1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
03/01/2008 00.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.446
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
per Trollino59
TROLLINO59, 03/01/2008 0.12:

ritengo assai improbabile acquisti di mezzi ad "idrogeno" che oltretutto hanno ancora prezzi esorbitanti sia di acquisto che di propulsione.



A parte i prezzi esorbitanti, è attualmente del tutto assente una produzione di mezzi a idrogeno.


1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
03/01/2008 09.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.508
Registrato il: 01/09/2005
tranviere veterano
Idrogeno?! E come rifornirli?
Benvenuto anche da parte mia a 029! Ritornando alla natura dei nuovi vettori per la TEP, continuo a dare per buono l'articolo del Prof. Sasso (che non è certo un "carneade" in questo settore!) [SM=x346225] riguardo ai sei nuovi filosnodati (dal sito di Mobily Tech). Per quanto riguarda eventuali bus alimentati ad idrogeno, a parte sperimentazioni effettuate a Torino (e non so con quale esito), il pricipale problema di tali mezzi più che i loro attuali costi non proprio competitivi è la produzione del carburante per il loro rifornimento: l'idrogeno, appunto. Una produzione che richiede un grande dispendio di energia (anche solo per scindere l'acqua e ricavare da essa il gas, essendo uno dei suoi componenti base, l'altro è l'ossigeno), e con gli attuali chiari di luna intesi come produzione di energia elettrica in Italia [SM=x346223] , tale eventualità potrà essere fattibile solo tra 15-20 anni, ammesso si trovino fonti energetiche sicure o si risolva il problema più serio legato alla fissione nucleare, le scorie, chiaramente legato alla costruzione di centrali intrinsecamente sicure, tra un pò sembra che la stessa Libia costruirà una struttura del genere su aiuto francese, ed in caso di incidenti le radiazioni non conoscono confini visto che siamo praticamente circondati da tali strutture; al momento mi risulta che solo Reykiavik, in Islanda, abbia una discreta flotta di bus urbani alimentati ad idrogeno. Ma si sa, gli islandesi hanno una produzione di energia elettrica praticamente gratuita (la geotermica, su tutto il territorio dell'isola) e quindi in quel caso il problema dei costi per la produzione di idrogeno prataticamente non sussiste... [SM=x346232]
03/01/2008 10.46
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.843
Registrato il: 09/05/2004
tranviere veterano
Da Bologna...

... ben arrivato a 029. Avevo più volte scritto, o detto a voce quando ci incontriamo, del mio stupore nel notare che da una città importante come Parma mancasse un gruppo, o un appassionato ricercatore, dei filobus locali. Insomma sono proprio contento che anche questa lacuna del Forum sia finalmente colmata... certo, 029 è molto giovane ( beato lui )... quando è nato i Menarini attuali c'erano già da alcuni anni: può benissimo però portarci le evoluzioni delle linee o dei mezzi di Parma, i progetti a divenire, vecchie fotografie, cartoline e quant'altro ci intrighi alla discussione...
A presto
03/01/2008 12.22
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Grazie a tutti!
Vi ringrazio per l'accoglienza, mi fa piacere sapere di colmare una lacuna [SM=x346236]
Sui nuovi mezzi, spero anch'io si tratti davvero di filobus (tra l'altro, gli articolati farebbero comodo sulla linea 5, che sfiora i 12.000 passeggeri al giorno e nelle ore di punta è sovraffollata). Ho avanzato l'ipotesi dei bus a idrogeno perchè l'amministrazione comunale in più occasioni ha ipotizzato di sperimentarli, indicando come data proprio il 2008, e Parma dovrebbe essere tra le città italiane scelte per un progetto pilota in merito (non conosco i dettagli). Al contrario, l'acquisto di nuovi filobus, per giunta articolati, è una notizia completamente nuova (e se confermata quanto mai gradita). Cercherò di saperne di più, intanto mi fido volentieri di Alessandro Sasso: so che è molto esperto e ben informato.
03/01/2008 22.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 3.683
Registrato il: 07/03/2007
tranviere veterano
non ti preoccupare. i nuovi mezzi sono FILOBUS da 18mt [SM=x346227] [SM=x346227] [SM=x346227] !
04/01/2008 02.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.002
Registrato il: 14/12/2005
tranviere veterano
Re: un appassionato parmigiano
ciao Daniele!

volevo darti anch'io il benvenuto su questo forum [SM=x346242]

essendo di Modena a volte capito nella bella Parma... [SM=x346228]

diciamo che le città che visito piu' spesso, sono sempre

Bologna ...la dotta.. [SM=x346232] e Parma!

Anch'io come gli altri amici del forum, spero tu ci possa
regalare delle foto dei filobus della tua città e ci tenga
aggiornati sulle news! [SM=x346230]

Salutoni!

ALE
http://www.flickr.com/photos/alefilobus/



04/01/2008 20.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Nuovi filobus
Una buona notizia. Vi confermo che si tratta effettivamente di sette filobus (le voci che avevo sentito erano baggianate [SM=x346238] ). Tep ha dichiarato ai giornali che saranno simili ai Man-Autodromo (saranno cioè bimodali e con pianale ribassato), ma non è stata precisata la lunghezza, e qui nasce un dubbio: se fossero articolati (come spero [SM=x346228] ), non ci avrebbero detto la novità più importante, se invece si trattasse di 12metri, sarebbero in effetti un po'costosi... Lo scopriremo in primavera, quando la gara deciderà il costruttore e il modello. Se tutto andrà bene, prenderanno servizio a fine 2009 sostituendo altrettanti Menarini del 1981. L'azienda vorrebbe installare sui nuovi mezzi l'aria condizionata, ma si sta valutando la fattibilità della cosa: si teme che l'impianto richieda troppa corrente. E' vero che a Parma si viaggia ancora a 600 volt, ma penso che si possa fare: se non sbaglio i Cristalis di Milano hanno l'aria condizionata, o no [SM=x346235]
Intanto saluto anche Alefilobus [SM=x346219] : sono stato a Modena con la scuola per il Festival della Filosofia, ma quella mattina circolavano solo autobus (e ho invidiato parecchio l'iniziativa del philobus... [SM=x346239] )
04/01/2008 21.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 925
Registrato il: 03/07/2004
tranviere senior
Benvenuto!
Anche da parte mia, un cordiale benvenuto.
Paolo
04/01/2008 22.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.706
Registrato il: 11/02/2007
tranviere veterano
Re: Nuovi filobus
029, 04/01/2008 20.33:

non è stata precisata la lunghezza, e qui nasce un dubbio: se fossero articolati (come spero [SM=x346228] ), non ci avrebbero detto la novità più importante, se invece si trattasse di 12metri, sarebbero in effetti un po'costosi

Decisamente... In ogni caso un VanHool 18m con motore ausiliario diesel euro5 costa circa 750.000€, almeno dalle mie fonti. Come ho scritto nel forum di Ancona questi sono i prezzi italiani(su cui indagare...)!
Un amico tedesco mi ha riferito che a Salisburgo lo stesso modello è stato venduto a 500.000€. Mi ha detto solo che Hess può arrivare a simili cifre nei paesi europei che lui conosce. Qualcosa non torna... [SM=x346235]



Bifilare
05/01/2008 18.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
La nevicata del '54
Sfogliando i vecchi giornali all'emeroteca si scoprono molte cose interessanti... Stavo ricostruendo la nascita della rete filoviaria di Parma (poi ve ne darò conto), e ho scoperto un episodio che non conoscevo.
In questi giorni 54 anni fa, era il 4 gennaio 1954, una nevicata d'altri tempi (mezzo metro di neve, quasi come nell'85), mise a dura prova la nuovissima rete filoviaria: la linea 1 era stata completata cinque giorni prima e la linea 3 da neanche un mese, mentre la 2 era ancora in costruzione. La Gazzetta di Parma del giorno dopo spiega che alle 17.30 si dovettero sostituire i filobus con i loro "fratelli a motore a scoppio" (sic), perchè le resistenze si surriscaldavano a causa dei continui arresti delle vetture. Ben quattro filobus rimasero a lungo bloccati sul ponte di Mezzo e fu necessario rimorchiarli fino al deposito di barriera Bixio.
Se quel giorno il servizio funzionò pur tra mille difficoltà (e con molte spinte ai mezzi in panne), nei giorni seguenti il ghiaccio aggravò la situazione e i filobus dovettero restare in deposito. L'AMT poteva contare sui soli 17 autobus in dotazione per garantire l'esercizio non solo delle linee urbane (linee 1, 2, 3, 7 e 8) ma anche delle cinque linee delegazionali (di collegamento tra il centro e le frazioni più lontane) istituite nel mese precedente, con le strade pressochè impraticabili.
Il servizio filoviario riprese solo il 10 gennaio in un paesaggio siberiano, ma le limitazioni al servizio serale proseguirono ancora per qualche giorno.
Domani proverò a metter su qualche foto recente, intanto saluto anche Paolo [SM=x346242]


[Modificato da 029 05/01/2008 18.57]
08/01/2008 20.00
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Strani movimenti
A proposito dei Menarini più vecchi, ho notato qualche mese fa dei movimenti strani [SM=x346235] . Un sabato sera verso le 9 (quando i filobus corrono tutti velocemente verso il deposito) ho visto un paio di vetture una dietro l'altra, se non ricordo male 021 e 027, procedere da barriera Repubblica lungo la via Emilia in direzione San Lazzaro, fuori servizio(a quell'ora del resto non sono previste corse). Poco dopo mi sono ripassate davanti dirette al deposito: evidentemente avevano invertito la marcia all'anello di servizio dell'arco di San Lazzaro. Il fatto è che da allora la 021 e la 027 non le ho più viste in giro... Cos'era quel piccolo corteo? Un'uscita per la manutenzione del motore? Magari erano ferme già da qualche tempo e non ci avevo badato. Spero solo non sia stato il loro funerale, ci mancherebbe altro, ma quella scena mi ha lasciato un po'perplesso. Chi ha delle idee, si faccia pure avanti!



[Modificato da 029 08/01/2008 23.29]
08/01/2008 20.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Il capolinea di Orzi di Baganza
Vorrei mostrarvi un'immagine (sperando di aver fatto tutto come si deve...) riprendendo la bellissima foto di Roberto Amori che ritrae un Menarini I serie in prova sulla linea 1. Quell'immagine è per me una rarità, perchè fu scattata allo storico capolinea di via Orzi di Baganza, che non avevo mai visto fotografato. La linea 1 vi fu prolungata dal cimitero nel 1968, e utilizzò quell'area fino al dicembre 1986, quando fu sostituita dagli autobus in attesa del prolungamento dell'impianto fino a strada Farnese. Oggi rimane lo spiazzo, adibito a parcheggio, e i filobus continuano a transitare (e a fermarsi) al suo fianco.
Il filobus 031 si ferma presso il vecchio capolinea diretto alla stazione FS. Sulla sinistra faccio notare che i nuovi pali in acciaio, posati all'inizio del 2002 quando in quel luogo fu realizzata una rotatoria, occupano la stessa posizione dei loro predecessori in cemento, sul bordo esterno del vecchio capolinea, anche se il bifilare corre ormai solo lungo la strada.

[Modificato da 029 08/01/2008 20.57]
09/01/2008 01.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.843
Registrato il: 09/05/2004
tranviere veterano
Complimenti...
... a 029 per l'ottimo utilizzo delle foto postate. E grazie anche per la bella immagine e le notizie di un tempo.

Inserisco un'altra immagine del 1982 ripresa al vecchio capolinea dell'1, scattata in occasione delle prove tecniche ai nuovissimi Menarini di allora:




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE



14/01/2008 23.49
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.843
Registrato il: 09/05/2004
tranviere veterano
Catenaria

Nelle pagine del Forum dedicate a Modena e Ancona si è ultimamente accennato alla catenaria. Pure a Parma ne è presente in periferia qualche tratto:



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Un filobus Fiat 2401 sta impegnando lungo la linea 1 il tratto armato appunto con la catenaria.
16/01/2008 22.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Grazie a Roberto...
...per le due foto stupende. La catenaria a Parma è molto diffusa, specialmente quella di vecchio tipo, ancora presente soprattutto lungo i tratti periferici della via Emilia. La tua foto è stata scattata in viale Villetta all'angolo con viale Milazzo, nel tratto della linea 1 compreso tra l'anello di barriera Bixio e il deposito autofiloviario XXV Aprile. In quel punto l'impianto dovrebbe essere tale e quale ancora oggi. Questa immagine invece si riferisce all'agosto scorso, siamo in via Emilia Est: qui transitano il 3 e il 4. Un po'a fatica si scorge la catenaria vecchia maniera interrotta per la realizzazione della rotatoria all'incrocio di Strada Elevata (alle nostre spalle), con contestuale rifacimento della linea filoviaria. Da quell'incrocio si origina il ramo della linea 5 per via Zarotto, mentre attorno all'arco di San Lazzaro (in fondo) gira il cappio di inversione per le corse di servizio.
18/01/2008 23.21
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 695
Registrato il: 18/09/2007
tranviere senior
VIVA PARMA
UN ALTRA FILOVIA CHE VISITO SPESSO COME MILANO è QUELLA DI PARMA.
OLTRE AD ESSERE UNA MAGNIFICA CITTà è DOTATA DI UNO DEI DODICI IMPIANTI FILOVIARI ATTUALMENTE IN FUNZIONE IN ITALIA,SPERANDO CHE ENTRO L'ANNO DIVENTINO 14 CON LECCE E CHIETI.
QUESTA è UN ALTRA FILOVIA CHE CONSIDERO SERIA...
PER SERIA INTENDO,COME GIà AVEVO SCRITTO SU MILANO:
TUTTE LE LINEE IN ESERCIZIO,RARAMENTE VENGONO USATI AUTOBUS E LA MARCIA AUTONOMA VIENE USATA SOLO PER CASI ECCEZIONALI.

COMINCIAMO CON LA LINEA 1,DOVE VENGONO UTILIZZATI QUASI ESCLUSIVAMENTE I MENARINI DI SECONDA SERIE A CHOPPER.

ECCO LA VETTURA 039 DAVANTI ALLA STAZIONE
[IMG]http://img301.imageshack.us/img301/7066/scansione0001gf0.th.jpg[/IMG]


ANCORA LA 039 ALL'USCITA DELLO SPLENDIDO PIAZZIALE BARBIERI DIRETTA AL CAPOLINEA DI STRADA FARNESE

[IMG]http://img182.imageshack.us/img182/8881/immaginesb1.th.jpg[/IMG]


SULLA LINEA 3 SI PREFERISCE USARE I VECCHI MA EFFICENTISSIMI E BEN TENUTI MENARINI DI PRIMA SERIE ELETTROMECCANICI

ECCO LA VETTURA 028 AL CAPOLINEA CROCETTA,VIA EMILIA OVEST
[IMG]http://img182.imageshack.us/img182/5727/immagine03ay1.th.jpg[/IMG]


LA VETTURA 029 DIRETTA AL CAPOLINEA DI SAN LAZZARO POCO PRIMA DI TRANSITARE SUL PONTE DI MEZZO

[IMG]http://img169.imageshack.us/img169/5905/immagine4zj9.th.jpg[/IMG]


SULLA LINEA 4 SI UTILIZZANO MENARINI DI SECONDA SERIE E I NUOVI MAN AUTODROMO AD INVERTER

LA VETTURA 031 AL CAPOLINEA DI VIA PARIGI

[IMG]http://img169.imageshack.us/img169/6240/immagine5ct0.th.jpg[/IMG]

LA VETTURA 046 APPENA GIUNTA AL MEDESIMO CAPOLINEA,PROVENIENTE DA VIA MORDACCI

[IMG]http://img301.imageshack.us/img301/4162/immagine6do5.th.jpg[/IMG]

PER LA LINEA 5,FORSE LA PIù FREQUENTATA E CHE CONTA IL MAGIOR NUMERO DI MEZZI IN SERVIZIO,VENGONO UTILIZZATI SOLO NUOVI MAN

ECCO LA VETTURA 053 AL CAPOLINEA DI VIA CHIAVARI IN PARTENZA PER VIA ORAZIO
[IMG]http://img169.imageshack.us/img169/4716/immagine7qe0.th.jpg[/IMG]


BELL'IMMAGINE DELLA VETTURA 042,DIRETTA A VIA CHIAVARI,CHE STA PER TRANSITARE SUL PONTE DI MEZZO SEGUITA DALL'INSTANCABILE MENARINI DI PRIMA SERIE IN SERVIZIO SULLA LINEA 3.

[IMG]http://img301.imageshack.us/img301/3345/immagine8xu4.th.jpg[/IMG]

TEP GESTISCE 4 LINEE PER UN TOTALE DI 27KM DI BIFILARE E 34 FILOBUS IN SERVIZIO,ANCHE QUI SONO PRESENTI LE TRE GENERAZIONI DI MEZZI,DAL REOSTATO ALL'INVERTER PASSANDO PER IL CHOPPER,DIREI CHE ANCHE PARMA COME MILANO VOTO 10

20/01/2008 20.39
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Viva i filobus! (quando circolano...)
Sono felice che filobergamo abbia un giudizio così positivo del servizio filoviario di Parma. Del resto, quando giro per la mia città e vedo ben 25 filobus che impegnano tutte le quattro linee a pieno regime, provo una punta di orgoglio. La serietà della tep nella gestione delle filovie è fuori discussione: tutte le linee sono perfettamente funzionanti, la manutenzione è accurata (non è difficile vedere in giro il carro-scala), i veicoli (età media 17 anni)sembrano nuovi, nei giorni feriali da settembre a giugno il servizio funziona senza se e senza ma... C'è poco da lamentarsi, se si pensa alle realtà di Cremona, Ancona o Rimini. Resta il fatto che con la stessa puntualità con cui viene attivato, il servizio filoviario è inderogabilmente sospeso nei giorni festivi (oggi compreso) e nel periodo estivo in luglio e agosto. Sulle ragioni di questa scelta (tecniche ed economiche) si possono fare diverse considerazioni, alcune anche a favore, ma sarebbe bello che i filobus circolassero davvero come a Milano, tutto l'anno festivi compresi. Tra l'altro, non dovrebbe essere un gran lusso, per una città che aspira a costruire una metropolitana. Non solo: ufficialmente non sono previsti prolungamenti né nuove linee. E'un vero peccato, la rete non serve tutta la città, e di progetti abbandonati dagli anni'30 ad oggi se ne sono accumulati parecchi.
Comunque, pensiamo positivo. Guardate la vettura 029 [SM=x346239] in strada Farnese sulla linea 1: l'eleganza dei Menarini I serie con la livrea arancio ministeriale resta secondo me insuperata tra i mezzi di Parma. Ringrazio il filoviere che ha gentilmente rallentato per farmi scattare la foto [SM=x346220]
19/03/2008 21.18
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 243
Registrato il: 02/01/2008
tranviere junior
Breve storia del filobus 2 - prima parte
Il 19 marzo del 1954 veniva attivato il servizio filoviario sulla linea 2 S.Leonardo-Piazza Garibaldi-Ponte Dattaro. Questa linea come avete accennato detiene alcuni "primati" storici: fu l'ultima ad essere inaugurata completando la rete originaria e fu la prima ad essere soppressa. Non solo: all'epoca sostituì l'ultima linea tranviaria di Parma, la 5 Piazza Garibaldi-Ponte Dattaro (soppressa il 25 novembre 1953). Sfrutterei questa "ricorrenza" per riassumervi la sua storia.
La linea 2, che attraversa la città da nord a sud, esiste già come linea tranviaria dal 1928, limitata a sud a viale Solferino, ed è inclusa nei primi progetti di trasformazione della rete (1938) sospesi dalla guerra. Il progetto definitivo è approvato nel 1952 assieme alle linee 1 e 3. I lavori hanno inizio nel novembre 1953, quando già i primi filobus in città si affiancano agli autobus e agli ultimi tram.
Il percorso della linea in fase di realizzazione è però preso di mira dalla stampa locale: a Barriera Garibaldi il filobus segue il tracciato della tranvia, che da via Garibaldi prosegue dritta a nord su via Trento verso San Leonardo, tagliando fuori la stazione ferroviaria che dista 200 metri. In questo modo chi arriva in stazione, anzichè disporre di "un filobus ogni 4 minuti e 28 secondi" (Gazzetta di Parma, 30/12/1953) potrà contare sulla sola linea 1 (all'epoca è immediato il confronto con le efficienti interstazionali di Modena...). Il tracciato non viene però deviato in stazione in corso d'opera e curiosamente ancora oggi gli autobus della linea 2 a Barriera Garibaldi tirano dritto.
Altra peculiarità del percorso è il capolinea a sud di Ponte Dattaro, l'unico della rete parmigiana a non essere una semplice racchetta, ma un anello a bifilare singolo che corre lungo viale San Martino, viale Rustici, via Montebello e via Bizzozero.
La linea 2, lunga 4,350 km, è così attivata senza tante cerimonie il 19 marzo 1954, e da quel giorno assicurerà una corsa ogni 10 minuti (20 la sera) da una parte all'altra della città fino al 1970. I mezzi utilizzati sono quasi esclusivamente i Fiat 2401 Cansa.
La prossima settimana aggiungerò il seguito (la strana soppressione e il mantenimento in attività dell'impianto per 15 anni). Intanto vi auguro una buona Pasqua. Spero anche di riuscire a fare un po'di foto dei giorni nostri...
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 22.31. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com